COVID-19: Current situation

Cima Maioli per la Cresta di Magno.


Published by Menek , 7 February 2021, 18h46.

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike: 2 February 2021
Hiking grading: T4- - High-level Alpine hike
Climbing grading: I (UIAA Grading System)
Waypoints:
Time: 4:00
Height gain: 740 m 2427 ft.
Height loss: 740 m 2427 ft.
Route:A Rombo di Tuono, di Km 7,300
Access to start point:Brescia- Marcheno- Cimitero di Magno.
Maps:Mapnik+ a muzzo

Ennesimo giro pomeridiano sulle montagne di casa. Partenza da Magno a cavallo di mezzogiorno, poi dopo una puntatina in un piccolo forno locale dove l'unica cosa commestibile rimasta è un pan dolce con uva sultanina (che mi è rimasto letteralmente sullo stomaco), comincio la mia salita sulla cresta che porta ai Corni Rossi. La cresta l'ho già descritta nel recente passato e ricordo solo che non è di difficile fruizione, anzi, è una via molto divertente dove serve la solita piccola attenzione.
La traccia è visibile sino e poco oltre il Roccolo Vange, poi diventa, si ancora abbastanza visibile, ma soprattutto intuibile. Tra l'altro al momento, ma stanno sbiadendo, sono presenti dei provvidenziali bolli rossi. I passaggi in arrampicata si fermano al I°, forse I°+. Facile dai Corni Rossi arrivare alla Cima Maioli, tutto sommato basta seguire la comoda cresta erbosa, se così si può chiamare, che porta alla cima medesima, dove non solo non c'è nessuno segnalazione utile per arrivarci, ma nemmeno un ometto o simile che ne segnali la cima.
Visto l'indigestione odierna non mi spingo oltre, fatico a trovare il respiro e non mi sembra il caso di azzardare. Mi arroto sulla cima un paio di volte scattando foto poi ritorno sui miei passi sino alla palina dei Corni Rossi, dove poi piego a sinistra per scendere verso i Piani di Caregno. La traccia che ho seguito è quella non bollata, praticamente quella che rimane più a basso delle tre vie possibili. E' una traccia assolutamente poco frequentata, fattibilissima, ancorché stretta e mai pericolosa.
Una volta raggiunta la strada asfaltata la si percorre per un chilometro circa, poi presso una curva destrorsa sulla sinistra si stacca un sentiero un po nascosto (cartello in legno con scritto Fontanì de Polver), con la medesima traccia si ritorna a Magno dove si conclude il giro.
p.s.
Bello, ancora una volta, l'incontro con un piccolo gruppo di Mufloni.

Nota 1): Cazzeggiandum...

Lerciogov: Trapezista toglie la mano lasciando cadere il compagno e inventa la “presa Renzi”.
Lerciosanità: Vaccino anti-Covid, omeopata ricava 60 milioni di dosi da una sola fiala.
Lerciofregatura: Norton lancia il suo vaccino: “Iniezione gratis, ma dopo tre mesi immunità a pagamento”.

A' la prochaine!     Menek Bluff

Hike partners: Menek


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (2)


Post a comment

GIBI says:
Sent 7 February 2021, 22h48
Avere la possibilità in un pomeriggio di vedere dei fiori così e di incontrare anche i mufloni non ha prezzo ... Bravo Dome !

Menek says: RE:
Sent 8 February 2021, 17h19
Verissimo, Gio. Mi ha stupito la varietà di fiori che già popola il sottobosco e i prati assolati. Top. Come il bel gruppo di Mufloni.
Ciao Gio
Menek


Post a comment»