COVID-19: Current situation

Monte Palanzone: l'ultimo sentiero che ancora ci mancava.


Published by cai56 , 24 January 2019, 17h58. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:23 January 2019
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 2:30
Height gain: 817 m 2680 ft.
Height loss: 816 m 2676 ft.
Route:Circolare 13,26 km
Access to start point:Da Milano si prende la SS 36 in direzione Lecco; arrivati al bivio per Erba, se ne seguono le indicazioni, per poi proseguire verso Bellagio. Oltrepassata la stazione ferroviaria di Canzo-Asso, si continua in direzione dei Piani del Tivano, ma, al primo bivio, si prosegue verso Caglio. Ampio parcheggio presso il Santuario di Campoè

Come dice il titolo, dei non moltissimi sentieri che raggiungono la vetta del Monte Palanzone solo questo mancava al nostro elenco per il completamento delle vie convergenti sul noto obelisco. Poi, naturalmente, non si può sfuggire dal già più volte percorso, ma... con ancora una "novità" per rientrare a Caglio.
La giornata in pianura si presenta particolarmente sgradevole: nebbia e nuvole avrebbero l'intenzione di scoraggiare iniziative escursionistiche, ma la decisione - nemmeno lontanamente dibattuta - di partire ugualmente si rivela "in loco" molto ben presa. E' vero, il cielo non è sereno, ma quasi: una foschia luminescente dà un particolare senso di profondità al paesaggio che gradualmente si apre nelle immediate vicinanze della persona, mantenendo nello stesso tempo una globale situazione di silenzio e totale solitudine; sul terreno l'accumulo di pochissimi centimetri di neve gelata e successive brinate consentono un'ottima ed inaspettata tenuta alle nostre scarpe da trail: non sappiamo resistere e... in 50 minuti siamo a Sormano.


Dal parcheggio si prosegue a fianco del santuario e si continua in direzione delle Oasi Botanica e Faunistica (una tristezza…); la carrozzabile - che si dirige verso Enco - diventa acciottolata, oltrepassa un Jungle Park e si apre in un trivio privo di indicazioni: mantenendo la destra si sale gradualmente fino alla Bocca di Vallunga, nuovamente con varie possibilità di destinazione. Le ricomparse indicazioni suggeriscono di nuovo di proseguire a destra: la bella mulattiera incavata nel pendio del bosco sale con larghi tornanti fino al dosso del rudere di Cà della Volta. Si prosegue comodamente andando a raggiungere il crestone Sudest del Palanzone: lasciata a sinistra la deviazione per la Bocchetta di Palanzo ed il Rifugio Riella, pian piano su terreno con affioramenti rocciosi, si raggiungono i pratoni sommitali del Monte Palanzone, culminanti nel recinto della cappella a forma di obelisco. Da qui seguiamo il Sentiero 1 della Dorsale del Triangolo Lariano: Monte Bul, Bocchetta di Caglio, Monte Croce, Braga di Cavallo, Monte Pianchetta, Colma di Caglio, aggiriamo il Monte Falò e raggiungiamo la Colma di Sormano. Discesa velocissima - dopo aver appurato che il velo di brina non è infido - lungo il Muro di Sormano fin quasi al suo termine: poco dopo la sbarra a valle si volge a destra seguendo le indicazioni per la Pineta di Caglio. Il sentiero sale dolcemente fino ad un'abitazione agricola isolata, poi si indirizza lungo uno stupendo traverso pianeggiante lungo una fitta fustaia di abeti (di "pineta" nemmeno l'ombra) che termina presso una via forestale lastricata; imboccatala in discesa, si transita fra le ville di Via ai Monti: proseguendo gradualmente verso destra si raggiunge Viale Campoè, nei pressi del parcheggio.







https://www.relive.cc/view/g29442781133

Hike partners: cai56, chiaraa


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (4)


Post a comment

gebre says: Bravi
Sent 24 January 2019, 21h35
Bel giro ad anello, poi il silenzio in montagna....non ha prezzo!
Buoni trail.
Alberto

cai56 says: RE:Bravi
Sent 25 January 2019, 08h15
Solo il rumore del ghiaccio sotto le scarpe…: poche volte capita.
Ciao Marco

GIBI says:
Sent 25 January 2019, 20h04
ci sono salito anche io una volta sola da quel versante lì via Madonna di Campoè e proprio come voi per provare una via al Palanzone che non fosse una delle solite stra-calpestate !

Bel giro comunque come del resto lo sono praticamente sempre i vostri percorsi !

ciao Giorgio

cai56 says: RE:
Sent 25 January 2019, 20h14
A ben vedere è forse l'unico "vero sentiero" che rimane su quella montagna. E comunque bellissimo.
Ciao Marco


Post a comment»