Corno di Faller


Published by ciolly , 26 September 2018, 23h09.

Region: World » Italy » Piemonte
Date of the hike:23 September 2018
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 8:00
Height gain: 1900 m 6232 ft.
Height loss: 1900 m 6232 ft.

Per completare il trittico dei Corni di Faller, il notevole gruppo roccioso inserito tra la Punta Grober e il Colle del Turlo, non mi resta che provare a raggiungere oggi l’omonimo Corno di Faller (MT 3128) o Monte del Turlo cercando di seguire fedelmente prima la Cresta E (Colle del Turlo-Faller) e al ritorno la Cresta S (Corno di Faller-Alpe Testanera) ricongiungendomi poi al percorso di salita ai sottosatnti alpeggi di Mittentail…

Wold ore 8,30: Dal parcheggio pressoché ancora deserto… si riempirà in fretta…continuo seguendo la strada sino al superiore parcheggio riservato delle Acque Bianche da cui parte la segnalata mulattiera per il Colle del Turlo.

A parte la variante 7d… c’è una visibile scritta su un sasso…che sale diretta evitando i tornanti della mulattiera agli alpeggi di Mittentail… ora il sentiero non esiste e c’è solo da tribolare tra erba alta e arbusti… seguo integralmente il serpentone sino al Colle del Turlo l’importante valico di collegamento tra la Val Grande di Alagna e la Val Quarazza di Macugnaga.

Colle del Turlo ore 11: Traversato il primo tratto di cresta su sfasciumi sul versante della Quarazza, riprendo la dorsale (un facile misto rocce erba) portandomi alla base del visibile sperone roccioso che salgo agevolmente sfruttando uno stretto canale posto giusto al centro del risalto.

Superato lo sperone riprendo la cresta, formata per lo più da rocce rotte che, senza particolari difficoltà, mi porta all’attacco della rampa finale del Corno di Faller.

Con un traverso è possibile sfruttare il croso erboso ben visibile in centro parete e seguirlo sino alla cima oppure restare… come ho fatto, più divertente… sul marcato costone roccioso che permette qualche breve passo di arrampicata (Max II).

Corno di Faller ore 13: Giornatona spaziale, soleggiata e calda… fin troppo… che permette un’ampia visuale sulle numerose vette che cingono la Val Sesia (Val Grande di Alagna), la Val Quarazza con un occhio in lontananza su Grivola e Gran Paradiso.

La Cresta S permette una discesa più facile ed agevole per lo più un misto erba roccette frantumate… qualche ometto… terminando su balze verticali che si evitano scendendo a dx per una giavina ai pascoli degli alpeggi di Testa Nera ritrovando poi poco più in basso il sentiero marcato che riconduce alla mulattiera del Turlo presso gli alpeggi di Mittentail.

Senza più varianti seguo ora il garetto sino al fondovalle per traversare la Sesia e concedermi una bella tappa ristoro panachè-crostata di mirtilli-caffe (11E)… ci vuole anche questa… prima di affrontare l’ultimo strappo… ancora una mezz’oretta.

Piazzale di Wold ore 16,30: Giro concluso, tutto Ok!...
…e anche questa è andata!


Hike partners: ciolly


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (10)


Post a comment

atal says:
Sent 27 September 2018, 13h27
Bella salita, bella zona. Non sono sicuro che sia alla mia portata ma l’unico modo per scoprirlo è provarci...
Ciao,
Andrea

ciolly says: RE:
Sent 1 October 2018, 22h13
Vai a farla… tranquillo non si va mai oltre il II...
ci stai dentro senza problemi

Serzo says: E chi altri?
Sent 27 September 2018, 13h41
Adriano, quando vedo report su cime valsesiane strane, è scontato chi sia l autore. Grande. Una domanda:. In anni che ci passo non ho mai capito quale sia la deviazione che evita i tornanti, tra l altro descritta anche nella guida skialp del Maffei. Non è che hai qualche dettaglio? È di fronte alla svolta a sinistra per la baita del Parco? Grazie, Sergio

ciolly says: RE:E chi altri?
Sent 1 October 2018, 22h23
Prima del parco ci sta la deviazione 7d, quella che ho fatto questa volta, il percorso è sparito, ma, senza problemi traversando sotto le balze si raggiunge la dorsale che sale diretta ai pascoli dell'Alpe Mittentail… c'è però un erba e cespugli con cui combattere. L'altra variante 7c parte un tornante prima… sentiero con ometto... e con un traverso attrezzato con qualche catena porta sul crinale al fianco delle cascate dell'Acqua Bianca uscendo poi in alto alla base dell'Alpe Faller, comunque sempre sul sentiero per il Colle...questo in discesa è segnalato anche dal cartello.

fabioadx says:
Sent 27 September 2018, 16h31
Cima da escursionisti abilissimi e senza paura, veramente complimenti, bellissimo giro

ciolly says: RE:
Sent 1 October 2018, 22h24
Ciao Fabio,
Grazie!

Panoramix says:
Sent 28 September 2018, 15h33
Il giro senz' altro non e' alla mia portata ... un pensierino alla cresta S in A/R pero' lo faccio ... dove arrivero', arrivero' (l' anno prossino o seguenti). Complimenti. Ciao.
MARCO

ciolly says: RE:
Sent 1 October 2018, 22h26
Ciao Marco…
di sicuro troverai un gran Panoram..

Buona Salita



bittern says:
Sent 1 October 2018, 15h50
Ho fatto questo stesso giro una quarantina di anni fa la prima domenica di dicembre ancora senza un filo di neve...volevamo andare solo al Turlo quindi ce la siamo presa comoda ma poi quando hai 20 anni fai anche qualche scemata; gira che ti rigira decidiamo di fare la cresta al Faller e infatti siamo arrivati in cima che veniva sera e la discesa l'abbiamo fatta per metà al buio e ci siamo anche persi perché finivamo sempre sui salti di roccia della sud e bisognava risalire...totale ritorno ad Alagna alle 8 di sera (naturalmente senza frontale, altrimenti che gusto c'è)

ciolly says: RE:
Sent 1 October 2018, 22h31
Una bella avventura…
Bravi

Adriano




Post a comment»