COVID-19: Current situation

Monte Visolo , Presolana Orientale e Centrale


Published by gabri83 , 17 September 2018, 17h09.

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:16 September 2018
Mountaineering grading: F
Climbing grading: II (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 7:30
Height gain: 1443 m 4733 ft.
Height loss: 1340 m 4395 ft.
Route:Gps ( 11 km )
Access to start point:In auto da Piazza Brembana , Bergamo - Clusone - Passo della Presolana
Accommodation:Baita Cassinelli

Piccolissima premessa , quello che scrivo sono le mie sensazioni sulla gita alla Presolana e si può essere d'accordo o meno ma questo è quello che penso . Gita del Gamass , traversata della Presolana ( E - W ) da valutare in base al meteo "Non perfetto" . Non c'è niente di perfetto , la perfezione non esiste , nella vita al massimo si può provare a fare le cose bene , la verità ?! Una triste resa annunciata con largo anticipo . Alla partenza dal Passo della Presolana siamo in dieci e di buon passo saliamo il sentiero ripido che ci porta sul Monte Visolo , qui inizia il percorso in cresta con facili e divertenti  passaggi tocchiamo le vette della Presolana Orientale e Centrale . La nuvolosità come previsto aumenta e le nebbie avvolgano la Presolana ma spezzate dal vento vanno e vengono , con pericolo di pioggia praticamente nullo e una visibilità accettabile , secondo me il resto della traversata è fattibile , non è così per qualcuno e oggi si fa quello che dice , le facce rassegnate iniziano a prendere il sopravvento , niente da fare proprio ora che arriva il bello e scalpito per proseguire , si decide senza neanche provare di scendere a valle dal canale Bendotti . Un dietrofront che ancora adesso faccio fatica a digerire , questa decisione da me non condivisa ci può anche stare , la cresta continua con passaggi anche abbastanza impegnativi da affrontare solo in condizioni stabili e sicure ma la delusione da parte mia è tanta e si legge in faccia , non riesco a nasconderla , mi ammutolisco e scazzato come pochi iniziamo la discesa dal canale . Naturalmente mi tengo a distanza , la bellezza di questo ambiente reso ancora più mistico dalla nebbia è incredibile ma i sassi mobili partono che è un piacere , dieci persone che scendono di qui , meglio rimanere in cresta , a mio modestissimo parere meglio una cresta di ottima roccia e un pochino di nebbia ma affrontata nel modo giusto , armati fino ai denti , di tante cose di ferro che non so neanche dove stanno di casa , che un canale così in discesa (Devono avere allestito anche delle doppie ma io non ho visto niente perché sono sceso così alla buona e di testa ero sparito , ho aspettato la fine delle manovre seduto su un sasso molto più in basso) Con tutto il materiale a disposizione portato a spasso con una fatica inutile , per il giro che è venuto fuori non serviva niente ,  buone scarpette da trekking uno zainetto da 5l basta e avanza , valeva la pena fare qualche passo in più e provare ma già sul Visolo si parlava di più di questo Bendotti che neanche del Passo del Gatto o la paretina finale per la Presolana Occidentale . Ormai sono completamente estraneo e non parlo più , mi sento dire che sono un selvaggio e chissà quante altre cose mentre cammino da solo in coda al gruppo ma non mi interessa , la tentazione di abbandonare tutti e andarmene per i fatti miei è molto forte e mi accompagna per tutto il canale ma sono stanco e non ho voglia di fare il di più e sopporto , qualche anno fa sicuramente ma si vede che sto diventando vecchio e la discesa è solo voglia di arrivare in fretta alla mia macchina per tornare a casa . Saluto e ringrazio per la compagnia le persone conosciute oggi , una giornata anonima che comunque mi insegna sempre qualcosa , da dimenticare in fretta .

Hike partners: gabri83


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window

PD III
T4- F II
T5- PD III
T3 I
T5 PD II
25 Dec 18
Presolana Orientale · Alpingio

Comments (4)


Post a comment

Menek says:
Sent 17 September 2018, 17h18
oddio Gabri, capisco che avresti voluto fare di più, ma mi sembra che questo giro sia stato bello ed impegnativo. perchè tante ricriminazioni! un domani magari lo farai da solo il tuo giro e tutto ti sembrarà diverso...
sù con la vita
Menek

Sky says:
Sent 18 September 2018, 11h03
Queste sono le cose che possono accadere andando in giro con un gruppo organizzato - mi sembra di aver capito che sia stata questa la situazione -. In questi casi, le decisioni vengono prese in modo arbitrario da una persona soltanto ed è giusto che sia così (e te lo dice uno che è contrario alle decisioni autoritarie). E' giusto perché in un gruppo numeroso non è possibile prendere decisioni confrontando i pareri di tutti i partecipanti.. ci deve essere un'unica persona che abbia la competenza e che goda la stima di tutti gli altri.. qualcuno che sia in grado di gestire le situazioni di emergenza. Le sue decisioni possono essere non condivisibili, ma, una volta che si è aderito alla gita, implicitamente si accetta questa gerarchia.
Se non condividi questo approccio non devi far altro che andare in solitaria, come faccio io. Lì sei tu l'unico responsabile della tua sicurezza e delle tue decisioni. Nel bene e nel male.
Ciao, Luca

Emanuela says: RE:
Sent 19 September 2018, 10h01
Concordo con Sky: è il "prezzo" da pagare quando si esce in compagnia..
Da soli si decide per se, nel bene e nel male, ma se ti accompagni anche ad una sola persona devi tenere in considerazione le sue capacità, il suo stato d'animo, il suo stato fisico e via dicendo e, come dice Menek, potrai sempre ritornarci da solo.
ciao

Sky says: RE:
Sent 19 September 2018, 12h43
Esatto! In un gruppo poi la cosa si amplifica, visto che il capogita deve prendere decisioni che salvaguardino tutti.. se si è in due o in tre ci si può prendere anche qualche rischio in più.. e inoltre usualmente c'è più omogeneità (in termini di livello tecnico, allenamento, ecc.) rispetto ad un gruppo, dove spesso trovi insieme gente preparata e completamente fuori condizione!


Post a comment»