Pizzo dei Tre Signori (2554 m)


Published by emanuele80 , 16 March 2018, 12h40.

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:12 November 2016
Hiking grading: T3+ - Difficult Mountain hike
Mountaineering grading: F
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 9:00
Height gain: 1850 m 6068 ft.
Access to start point:Autostrada A4, uscita Dalmine. A Piazza Brembana proseguire per Passo San Marco e svoltare al bivio per Ornica. Posteggi in paese.
Maps:Kompass n.92, Lecco-Valle Brembana, 1:50.000

Era d’obbligo aspettare la giornata giusta per salire questa cima la prima volta e devo dire di aver centrato in pieno l’obiettivo. Nella Valle d’Inferno è caduta la prima neve ed il paesaggio muta tra i colori infuocati della parte bassa alla veste prettamente invernale dei pendii superiori: un accostamento a dir poco favoloso.

Dalla bocchetta la vetta innevata ed i pendii ghiacciati che brillano al sole lasciano poco spazio alle interpretazioni, per questo calzare i ramponi è il minimo per avere la giusta sicurezza. Il percorso dell’andata è conosciutissimo e quanto di più logico ci possa essere: dritto per dritto fino alla Bocchetta d’Inferno e poi a sinistra salendo, con un freddo pungente a penetrare nelle ossa, fino alla panoramicissima vetta, dalla quale riesco a godere di una vista superlativa oltre che di un inaspettato tepore autunnale. Dopo la remunerativa e solitaria sosta, decido di non tornare per la via dell’andata ma imboccare il sentierino che si stacca poco sotto la bocchetta, indicante il Rifugio Benigni. Il traverso è immacolato ma vista l’esposizione non dovrei trovare troppa neve e difatti, tralasciando uno scomodo e scivoloso tratto di pietraia, raggiungo senza particolari problemi l’omettone a quota 2314 m sulla cresta del Giarolo e da qui al Benigni lungo il sentiero 101, impreziosito da una vista mozzafiato su entrambi i versanti. Non manca la fase adrenalinica: il canalino ghiacciato sul sentiero 108 che conduce alle pendici del Passo Salmurano, percorso ad andatura “bradipo” con i ramponi ai piedi e Zeus al guinzaglio. Ambiente qui severo ed affascinante, e colate di ghiaccio ovunque. Ciliegina sulla torta l’incontro successivo con un nutrito gruppo di stambecchi, intento a pascolare placidamente senza curarsi in alcun modo della mia presenza, prima dell’ancor lunga discesa nel bosco di faggi sul sentiero 107 fino al punto di partenza.

Con l’inseparabile Zeus.


Hike partners: emanuele80


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

T3+
T4- II
T3+
23 Jun 19
Pizzo dei Tre Signori · gabri83
T3+
22 Nov 17
Ornica Tre Signori · ser59
T3+ F

Comments (2)


Post a comment

gbal says:
Sent 17 March 2018, 12h12
Datata ma buona! Eccome

emanuele80 says: RE:
Sent 23 March 2018, 12h01
Grazie Giulio,
datata, è vero, ma sempre utile per dare qualche buono spunto!

Ciao,
Emanuele


Post a comment»