Cima del Tiglio e Cima Lampone


Published by Andrea! Pro , 23 September 2016, 07h44.

Region: World » Italy » Piemonte
Date of the hike:14 September 2016
Hiking grading: T4+ - High-level Alpine hike
Climbing grading: II (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Height gain: 1630 m 5346 ft.
Route:11,9 km a/r
Access to start point:Carcoforo, Val Sesia.

La sera prima, nello scegliere il percorso, mi viene in mente la Cima Lampone, osservata dalla vetta del Tagliaferro tempo fa, quando spuntava dalle nebbie:



Poi valuto che è meglio lasciarla per un'altra volta e preparo un altro giro.
Alla mattina esco di casa, chiudo la porta, mi volto e .... no! ... oggi è il giorno del Lampone. Rientro in casa, accendo il computer e stampo il tratto di cartina che mi interessa ... e via!

Mi ritrovo quindi a Carcoforo con altri escursionisti che si stanno preparando per un giretto: un gruppetto ha come meta il Colle del Termo e successivamente incontrerò sulla strada per il Colle ben 8 persone tutti tedeschi/austriaci. Oggi la via è decisamente frequentata nonostante sia un mercoledì.

Arrivato al Colle invito due austriaci a seguirmi sulla Cima del Tiglio, all'inizio dicono di no ma poi quando sono quasi sotto la vetta, noto che mi stanno seguendo, con la speranza (oggi vana viste le nuvole) di vedere il Monte Rosa.

Ritornato al colle inizia la vera salita di oggi, quella verso Cima Lampone. Superati (o evitati sulla destra) i primi due risalti si attacca la cresta composta da grossi blocchi di roccia (non fatevi ingannare da un sentierino che sembra tagliare comodamente a destra). Il percorso risulta piacevole, più facile di quel che può sembrare dal basso: buona roccia, buone prese per le mani, con la giusta esposizione sul versante di Carcoforo e non presenta mai difficoltà eccessive tanto che si potrebbe anche valutare di scendere dallo stesso itinerario di salita ... se non avete la scimmia dei giri ad anello!

Arrivato in cima qualche nebbia copre il panorama ma fortunatamente il percorso di discesa rimane ben in vista. Abbandonata la cresta principale (quella che divide la valle di Rima da quella di Carcoforo che continua verso sud-est) bisogna prendere la cresta/dorsale che scende verso il Colletto del Bas (verso nord-est ... per intenderci quella che una volta arrivati in vetta piega a sinistra).

Rimanendo in cresta o poco sotto, sfruttando a tratti un sentierino di animali, la si percorre senza eccessive difficoltà fino a quota 2350 circa quando si diramana in due dorsali. Decido di seguire quella di destra (che volge a est) che scende direttamente al Colletto del Bas superando un tratto su ripidi prati e sfruttando un sentierino (a destra scendendo) per evitare l'ultimo torrione di roccia).

Osservando il pendio a sinistra, sembrava esserci una traccia di sentiero, non è quindi escluso che alla precedente diramazione possa essere meglio continuare dritti per andare al Colletto di quota 2305 e da qui piegare a destra e traversare su prati.

Dal Colletto del Bas si prende il sentiero 111 ... più o meno visibile ... che porta a quota 1850, dove nei pressi dell'Alpe Le Piane si dirama in due: a destra continua su quello principale che però in fondo valle costringe a percorrere un tratto pianeggiante lungo il fiume per rientrare al parcheggio, mentre a sinistra inizia il 111C che permette di planare più direttamente su Carcoforo.

Scelgo la variante di sinistra (il 111C) ... peccato che nel primo tratto il sentiero è completamente invisibile ... per fortuna dalla cartina (e dal gps :)) si capisce che bisogna risalire sulla dorsale nei pressi dell'Alpe Colmetto e qualche rarissimo segnavia conferma di essere nei pressi della giusta via. Poi dall'Alpe Colmetto il sentiero diventa più visibile e senza ulteriori difficoltà si ritorna a Carcoforo.



Hike partners: Andrea!


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (4)


Post a comment

Max64 says:
Sent 23 September 2016, 10h34
Bello c'è l'ho in programma a breve
mi hai anticipato
ciao Andrea
Max

Andrea! Pro says: RE:
Sent 23 September 2016, 11h11
Bene.
La cresta è divertente.
A.

Poncione says:
Sent 23 September 2016, 21h05
Ben fatto Andrea, di questa cima mi aveva ben parlato Alessandro (GAQA). Sembra davvero niente male.
Ciao

Andrea! Pro says: RE:
Sent 23 September 2016, 21h57
Merita sicuramente una visita.
Ciao.
A.


Post a comment»