Wegen COVID-19 keine Wanderungen, bleib bitte zu Hause!
A causa del Corona Virus nessuna escursione, resta per favore a casa!
A cause du COVID-19 pas de rando, reste s'il te plait à la maison!

https://bag-coronavirus.ch/

Immondizia sul Chiusarella


Published by paoloski, 14 March 2020, 11h24. This page has been displayed 346 times.

A tutti i frequentatori della montagna sarà capitato di imbattersi nei resti dei pranzi in vetta di altri: bucce d'arancio o di banana, croste di formaggio ecc. Certo si tratta di rifiuti biodegradabili, anche se per alcuni di questi occorreranno mesi perchè scompaiano, ma non fa certo piacere arrivare in vetta e trovarsi in un immondezzaio. Ieri sono salito al Chiusarella, in tempi di Covid19 è una bella fortuna abitare ai piedi di una montagna, oltre alle decine di fazzoletti monouso disseminati sui sentieri, ho trovato le betulle poco sotto la cima adornate da decine di bandierine tibetane, ora mi chiedo, e chiedo a voi: PERCHÈ? Qual'è il senso di deturpare una montagna, fra l'altro posta all'interno di un Parco Regionale, con delle bandierine di nylon che degradandosi dissemineranno microplastiche tutt'intorno? Fossero anche di cotone, ma non lo sono, il risultato sarebbe una cima disseminata di stracci. Non capisco proprio perchè alcuni devono marcate il territorio manco fossero cani che pisciano su ogni albero! Spero che il Parco del Campo dei Fiori provveda ad eliminare quanto prima questi rifiuti.



Comments (8)


Post a comment

Sent 14 March 2020, 12h40
I rifiuti, in montagna.. in collina e al mare, sono una bruttura e il risultato di una pessima abitudine, purtroppo...
Le preghiere tibetane non appartengono alla nostra cultura e, in generale, al nostro credo religioso... ma a me personalmente non danno nessun fastidio.
Certo è che, col trascorrere del tempo, nel deteriorarsi rilasciano materiale sintetico in Natura è ciò non è positivo, né edificante...

Domanda:
visto il consiglio/divieto di andare in montagna, se ti fossi fatto male mentre salivi o scendevi dal Chiusarella...?
Anche se "sotto casa" è pur sempre una montagna...

Anche noi potremmo salire al Sasso Gordona o al monte Bisbino partendo direttamente da casa nostra, visto che sono montagne molto vicine alla zona dove abitiamo, ma per scelta e per responsabilità non lo facciamo.
Una banale caduta o una banale scivolata (...è pur sempre un sentiero di montagna) potrebbero procurare un piccolo o medio infortunio e con che faccia poi potremmo chiamare i soccorsi o, nel caso di autonomia, potremmo recarci al pronto soccorso...???
Ti rammento che gli ospedali, tutti gli ospedali, sono incredibilmente oberati di lavoro a causa del Coronavirus...

I rifiuti, in montagna, sono e saranno sempre un' indecenza...
Ma anche le regole, i consigli responsabili e i divieti, in montagna e in questo periodo estremamente particolare, vanno e andranno sempre rispettati con vera responsabilità...

Angelo

paoloski Pro says: RE:
Sent 14 March 2020, 13h27
Per salire in Martica ed al Chiusarella da casa non c'è un sentiero ma una strada,.

Angelo & Ele says: RE:
Sent 14 March 2020, 13h35
Sono stato al Chiusarella, grazie al sentiero, ma non ricordo nessuna strada asfaltata che arriva in vetta...
Forse arriva poco sotto...?
O per "strada" intendi una careccia...?
In ogni caso attento che si rischia il penale...

paoloski Pro says: RE:
Sent 14 March 2020, 14h02
La strada militare arriva appena sotto la vetta e le bandierine le vedo già da casa. Sono salito, lungo la strada, giusto per vedere cosa fossero. Certo una storta sulla strada la si può anche prendere ma a questo punto potrei avere anche un incidente domestico. Per il resto sono in casa da martedì ed essendo un artigiano non è un sacrificio da poco. L'indignazione nasce dal fatto che non solo qualcuno abbia disseminato di immondizia la montagna ma si sia pure arrampicato sopra le betulle per piazzare le funi con le bandierine. Attività decisamente più pericolosa che il camminare per strada.
Ciao, spero che entrambi si possa presto ritornare in montagna. :-)

Angelo & Ele says: RE:
Sent 14 March 2020, 14h06
Lo spero anche io...
Tutto dipenderà dalle misure che adotterà il governo italiano: più saranno dure e restrittive (leggi ditte e uffici chiusi - stop ai trasporti) e più in fretta né verremo fuori...
Ciao e buone future montagne...

Amedeo says: RE:
Sent 15 March 2020, 11h46
Un tempo lasciavo torsoli di mela o bucce di mandarino sulle montagne, però sempre a valle della cima, lungo scarpate ripide o molto pendenti. Ultimamente non lascio più nulla, metto tutto nello zaino!
Come ben sapete non amo nessun tipo di simbolo religioso in montagna, nessuno, solo una stele o un ometto di pietre.
Giusta osservazione che ti fatto qualcuno, non uscire vuol dire non uscire o limitare al massimo gli spostamenti per la spesa, il quotidiano, la farmacia, la banca, portare fuori gli animali e poco altro. Se ti sentivi male o scivolavi inavvertitamente? Va beh, non sono certo qui a dare consigli e capisco che dopo tanto tempo segregato avevi bisogno d'aria, ma stai attento. Buon proseguimento di ...quarantena a tutti e un saluto particolare a paoloski che ho visto un paio di volte in montagna.
Arrivederci a presto, spero!?
Amedeo

cai56 says:
Sent 15 March 2020, 10h11
Bucce di frutta esotica (banane) e di frutta alloctona (agrumi), e croste di formaggio possono in casi improbabili ma non impossibili sviluppare muffe tossiche o comunque diverse da quelle del microambiente locale. Per cui l'essere - alla lunga comunque - biodegradabili non è un'attenuante.
Tutto questo per non parlare appunto dell'effetto-discarica.
Ciao Marco

Poncione says:
Sent 17 March 2020, 13h22
Ciao Paolo, son stato al Chiusarella domenica 8 marzo (vedi relazione), ed avevo effettivamente già notato le bandierine dalla vetta. Tra parentesi molta gente, e quasi tutti giovani. Non mi esprimo sul valore spirituale o meno di esse ma... meglio appendersele in camera direi...


Post a comment»