Wilder Freiger m.3418 Stubaier Alpen


Publiziert von accoilli , 3. Oktober 2012 um 15:57.

Region: Welt » Italien » Trentino-Südtirol
Tour Datum:14 September 2000
Wandern Schwierigkeit: T4- - Alpinwandern
Hochtouren Schwierigkeit: L
Klettersteig Schwierigkeit: L
Wegpunkte:
Geo-Tags: A   I 
Zeitbedarf: 2 Tage 7:00
Aufstieg: 2200 m
Abstieg: 2200 m
Strecke:Fondovalle Val Ridanna Rifugio Vedretta Piana Rifugio Vedretta Pendente Becherhaus Wilder Freiger
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Vipiteno Val Ridanna fondovalle
Unterkunftmöglichkeiten:Rifugio Vedretta Piana Rifugio Vedretta Pendente Rifugio Becherhaus

Partiti da Firenze alle 3 di notte,giungiamo in fondo alla Val Ridanna intorno alle 9.00..le mie condizioni di salute sono pessime,ho la febbre oltre 39° e forte mal di stomaco,ma voglio tentare e sopratutto non deludere il mio compagno d'avventura Domenico.Partiamo alla volta del Rifugio Becherhaus,il più alto del Sudtirolo,posto in cima alla vetta dello sperone roccioso del Becher a m.3195,per poi il giorno successivo salire la Wilder Freiger o Cima Libera,una vetta delle Alpi Breonie nel gruppo del Pan di Zucchero...il sentiero sale dentro una mervigliosa gola e con aumento della pendenza ci porta al primo rifugio il Vedretta Piana..io sono già un cadavere,e l'unica cosa che posso fare è distendermi su una branda e tentare di riposare..così è,vagheggio fra sonno e mal di stomaco per tutto il pomeriggio,ma alla sera pur evitando la cena,sto meglio...purtroppo è saltato parte del progetto,ma l'indomani mattina presto,partiamo entusiasti e convinti.

In circa un'ora passiamo il rifugio Vedretta Pendente e passando per deserti ma meravigliosi ambienti giungiamo in un'altra ora all'attraversamento del ghiacciaio..non ci sono tracce,così evitando massi quà e là,giungiamo dall'altra parte. Saliamo ancora per un bel pò,poi finalmente arriviamo alle rocce attrezzate con pioli e cavo metallico,che conducono al Becherhaus..divertente salita,mai difficile,forse un pò esposta in qualche punto,ma tranquilla.Al rifugio veniamo accolti con una bevuta offerta dal gestore,poi preso accordi per una camera,ci mettiamo a mangiare e studiare il percorso da quì ben visibile. Non ci sono problemi di posti,siamo solo in sette a fine stagione,ma il gestore ci racconta che in agosto c'erano più di cento persone al giorno!! Incomincia l'avventura,scendiamo le facili ma friabili rocce sul versante opposto,raggiungendo la forcella sulla cresta nord del " Bicchiere " a quota 3158,quì mettiamo i ramponi e cominciamo a salire verso la vicina vetta su una poco marcata traccia...si vede che son parecchi giorni che nessuno passa di quà..giungiamo sotto la vetta e portandoci sulla sx risaliamo il ripido canale che porta alle rocce della  crestina finale...il panorama è stupendo,anche se il tempo è peggiorato..ma studiamo la prossima montagna da salire ..il Sonklarspitze m.3471 in previsione l'indomani....conclusione; itinerario assai lungo e faticoso per il rifugio Becherhaus,poi breve ascesa alla vetta,50 minuti in tutto,però ne vale la pena!  Dopo un pomeriggio di relax a oltre 3000 metri,si va a nanna con l'emozione della prossima salita,,,,,

Tourengänger: accoilli

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»