Lago di Liconi


Published by andreag , 15 April 2012, 23h32.

Region: World » Italy » Val d'Aosta
Date of the hike:29 August 2011
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 7:00
Height gain: 1025 m 3362 ft.
Height loss: 1025 m 3362 ft.
Route:Sentiero n.21
Access to start point:Autostrada A5 Torino-Aosta-Monte Bianco, uscita Morgex, seguire per La Salle centro, seguire i cartelli per Morge (frazione di La Salle), dopo qualche tornante si trova sulla destra un ampio parcheggio e sulla sinistra vicino a una fontana in legno i segnavia gialli per il Colle Liconi.
Access to end point:E' possibile scendere a Courmayeur e al Col Sapin sopra la Val Ferret.
Accommodation:Bivacco Luigi Pascal, Testa di Liconi (2920m)
Maps:Cartografia Escursionistica Comunità Montana Valdigne Mont-Blanc 1:50000

Escursione solitaria svolta la scorsa estate, la riporto perchè non ne ho trovate altre.
Panorami spettacolari che spaziano dalla Grivola, al Piccolo e Gran Parandiso da Morge al vallone che precede il lago. Giunti al lago spunta il Monte Bianco dal colle e si può solo rimanere a bocca aperta.
Il paesaggio spazia da bosco di abeti, ad alpeggi e valloni selvaggi, fino a creste imponenti e verdi prati intorno al lago.
La strada parte in discesa fino al ponte che attraversa il torrente Planaval, immersi in verdi boschi si inizia a salire verso l'abitato di Piginière dove si può trovare acqua fresca e suggestivi paesaggi fioriti.
Da qui parte il sentiero che si inerpica per la foresta, si attraversano diverse cascate e si giunge nella Combe di Chambave. Guardando sul versante opposto ho potuto ammirare una coppia di camosci.
Qui il sentiero diventa in piano fino a scendere al letto del torrente Chambave, dove un cartello indica la direzione per il Colle Battaglione Aosta. Ad un certo punto bisogna svoltare a sinistra guadando il torrente, leggendo su altre relazioni una volta c'era un ponte, distrutto da una piena, valutate quindi la portata del torrente in base alle pioggie; quando sono andato era relativamente basso.
Costeggiando il versante opposta della comba si giunge all'alpeggio di Chambave, completamente in rovina, dove si prosegue fino ad incontrare la strada che porta all'abitato di Liconi.
Sopra l'abitato è presente una cappelletta incastonata nella roccia e si possono sentire i primi fischi delle Marmotte. Si possono anche incontrare piccoli rapaci come il Lodolaio e gli onnipresenti Gracchi.
Il sentiero prosegue in un ampio vallone di sfasciumi circondato da alte creste che fanno venire voglia di scalarle. Giunti ai piedi della cascata il sentiero si inerpica in tornanti impegnativi, fino a giungere al pianoro che precede il lago. Da qui si intravede l'azzurro-verde intenso del lago e girando su alcune collinette si può ammirare la cima del Monte Bianco che spunta dal colle di Liconi. Suggestivi prati verdi e circondano tutto il lago e un nevaio scende dalla cresta della testa di Liconi.
Sopra il lago si può vedere l'Arp de Licony, un casone per le mucche, dove passa il sentiero per il Colle.
I fischi delle marmotte riecheggiano in questa valle chiusa, il vento e i colori evocano solo pensieri belli.
Per questa volta mi fermo al lago, il mio obiettivo per la prossima estate è salire al colle e ammirare il gruppo del Bianco per poi salire in cima alla testa e dormire in bivacco.
Dopo uno spuntino con specialità della valle (al sacco) e una breve ronfatina mi incammino verso casa sul sentiero di salita. Al ritorno sul torrente uno spettacolo mai visto mi emoziona, migliaia di farfalle colorate stanno bevendo lungo i rigagnoli e al mio passaggio si levano in volo, colorando il cielo.
L'ultima salita prima dell'arrivo sembra non finire mai, e se al mattino avete goduto della discesa iniziale, ora la maledirete :)

Hike partners: andreag


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Post a comment»