Corno Bianco mt. 3434 e quasi Adamello mt. 3400


Published by titti , 4 August 2011, 09h09. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:30 July 2011
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Mountaineering grading: PD-
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 2 days
Height gain: 2098 m 6881 ft.
Height loss: 1134 m 3720 ft.
Route:da Temù Malga Caldea, Rif.Garibaldi, Passo Brizio, Corno Bianco, roccette Adamello; ritorno Pian di Neve, Passo Brizio, Rif.Garibaldi, Temù
Access to start point:da Temù, posteggio Malga Caldea.
Accommodation:Rif. Garibaldi

Decidiamo di tentare l’Adamello da una delle vie abbastanza facili tecnicamente .....…. ma lungaaaaa …. ed impegnativa per lo sforzo fisico; dal  Passo Brizio (attrezzato sia in salita che in discesa) , passando per il Corno Bianco e ultimo, le roccette I° e II° della  parete E prima della Cima d’Adamello.
 
Partiamo il sabato mattina alle 6,30 per Temù e con tutta ….. calma …. , visto che lo zaino è bello pesante, e l’ascesa sarà per domenica, raggiungiamo il Rifugio nel primo pomeriggio.
Al Rifugio, ci troviamo con il gruppo del CAI di Pisogne, faremo l’ascesa insieme, mentre per il rientro noi rientreremo al Rif. Garibaldi, loro discenderanno la Valle Adamè.
 
La serata passa allegra e festosa tra chiacchiere e festeggiamenti!!! Sono arrivati il 2° e 3°  concorrente della Skyrunner,  dopo 38 ore di corsa in Montagna, “continuativa” (senza dormire), giungono al Rifugio per rifocillarsi e passare l'ultimo controllo tappa, la maratona si concluderà a Temù.
 
Domenica alle 5,00 siamo tutti pronti, si parte dal Rifugio Garibaldi attraversando la diga verso il Passo del Brizio mt. 3140; il passo è attrezzato sia in salita che in discesa con staffe e catene, sono circa 100 mt  in salita e circa 50 mt. in discesa; raggiunta la sommità, la vista dal passo è meravigliosa, si affaccia sulle Lobbie, siamo sulla Vedretta del Mandrone.
 
Scesi dal Passo B perdiamo quota, si scende sulla Vedretta del Mandrone per poi risalire a destra lungo il margine del ghiacciaio, verso il  Corno Bianco.  
Alla sommità si devia a sinistra,  passaggio per superare il Corno Bianco mt. 3434  ………,  questo ultimo tratto ha una pendenza di circa 45° o 50° ,  è solo di 50 mt circa, .......  che ci impegna .....   utilizzando la pica!!!
Alla sommità, non troviamo altra alternativa che calarci in corda doppia per un tratto di circa 3 mt, non trovando il passaggio di cresta che evita quella parete da scendere.
 
Superata la parete, si scendere nuovamente, siamo sul Pian di Neve, poi inizia una salita passando sotto la vetta del Monte Falcone mt. 3437, verso le roccette  ……… dell’ Adamello parete E.
Sono le ore 10,00 si vedono le roccette , pochi minuti ed arriviamo; abbiamo circa 100 mt. di rocce d’ascendere di I° e II°,  nella parte bassa si vedono delle corde che facilitano l'ascesa.
 
Gli ultimi metri ......   mi hanno stroncata, io vi giungo stanca …. , guardo dietro e le nubi stanno avanzando sul ghiacciaio. Mi preoccupo subito!!!!
 
L’idea di trovarmi in mezzo al Ghiacciaio con la nebbia (cosa frequente, anche il giorno prima verso le 15,00 la nebbia scendeva dal ghiacciaio verso il Rifugio), facendo un percorso nuovo, mai fatto prima mi agita; in più ....... è più lunga dell’andata anche se più facile ma con l’insidia di possibili crepacci.
Non sono tranquilla e chiedo a Pino di rinunciare all’ora e mezzo (andata e ritorno) per la vetta, e di  riprendere subito la strada del ritorno, avvicinandoci il più possibile al Passo Brizio per averlo a vista, in modo da non poter mancare il Passo se la nebbia-nubi fossero calate velocemente!!!
 
Con grande rammarico, di entrambi, rinunciamo alla cima, la più ambita l’Adamello e scendiamo verso il Pian di Neve, dopo una sosta di soli 15 minuti.
Percorriamo il ghiacciaio sino alle Lobbie, aggirando il Corno Bianco, a velocità supersonica poi deviamo a sinistra e senza traccia ci dirigiamo verso il Passo Brizio ora visibile, lì mi rilasso e le forze cominciano a cedere, per la lunga attraversata!!!
Questo percorso ci costerà circa 1,5 ore in più di cammino rispetto al tempo stimato di rientro facendo il percorso dell’andata.
 
Arriviamo ai piedi del Passo B. cerchiamo l’accesso e lo risaliamo alle ore 14,00 siamo nuovamente in cima  al Passo B.  .......... ora sono tranquilla!! Ci fermiamo a mangiare; lungo il percorso di rientro non troviamo nessuno,  chi doveva rientrare al Rif. Garibaldi era partito prima e rientrava per la stessa via dell’andata, mentre al Passo, incontriamo un gruppo di Trieste che ha asceso la Cima del Cannone.
 
Ridiscesi dal Passo Brizio, ci ramponiamo, l’ultima discesa sulla neve e giungiamo sul sentiero per il Rifugio; alle 16,30 stanchi tra le prime goccia di pioggia siamo al Rifugio.
 
Alla macchina, abbiamo ancora 3 ore circa, il tempo non è dei migliori …… ci guardiamo e ..  basta ….!!!  Per oggi abbiamo dato molto tra fatica fisica (2 volte il Passo attrezzato), stress e adrenalina per il pezzo non pistato ed il resto, …..  decidiamo di fermarci per la notte a festeggiare l'Avventura!!!!
Tempo qualche ora e un acquazzone inonda tutta la valle, siamo ancora più felici di essere al caldo con davanti un bel piatto di polenta e spezzatino.!!!
 
La felicità però non è completa,  essere stata sotto la vetta dopo tutta quella fatica e rinunciare per poter tornare indietro, senza nebbia e con le forze per ripetere il Passo attrezzato, ........  mi fa sentire affranta!!!     So ....   di aver agito bene, è saggio saper rinunciare e riconoscere i propri limiti, non rischiare stupidamente, .........  ma questo non mi consola!!!
Parlo con Pino,  ci confrontiamo sull’esito della giornata, Lui mi consola …. facendomi notare che anche se abbiamo mancato la Cima dell’Adamello, abbiamo comunque fatto un bel percorso  ...... poi disceso da soli il Pian di Neve ed attraversato la Vedretta del Mandrone; lo ringrazio per aver condiviso con me questa avventura!!!!!!!
Il giro è stato un GRAN BEL GIRONE ……….. !!!!!!!!!! Ora abbiamo visto e calpestato una buona parte della  Vedretta del Mandrone e il Pian di Neve !!
 
Alla prossima,
Bye Titti

I°   g. disl. +   964 mt. ;  ore   3,30 con sosta.
II°  g. disl. + 1134 mt.  disl. - 1.134 mt.  ; ore 11,30 con soste (poche).
III° g. disl. -    964 mt ;  ore   3,30 con sosta.





Hike partners: pizzo1954, titti


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

F PD+
T3 F I
PD-
28 Apr 18
Monte Adamello · Andrea!
T3
2 Sep 10
rifugio Garibaldi m.2550 (BS) · Alberto
T2 F

Comments (15)


Post a comment

Alberto says: complimenti!...
Sent 4 August 2011, 10h50
...per la grande rinuncia! E' molto più difficile saper rinunciare che affrontare le difficoltà di un ascensione: non tutti capiscono che l'importante è portare a casa la pelle,le montagne non si spostano,sono sempre là ad attenderci,ciao!

titti says: RE:complimenti!...
Sent 4 August 2011, 12h38
Ciao Alberto,
e come hai detto Tu, ...... sono sempre là ad attenderci!!!
E io ci riproveròòòòòòòòòòòòòò!!!!!!!!!

Grazie,
Bye da Titti e Pino.

heliS says: Altro che complimenti!
Sent 4 August 2011, 13h07
Ancora di più!
Quando l'ho fatta io, è stata una massacrata oltre ad avere il ghiacciaio in pessime condizioni (al ritorno mi sono rifiutata di risalire il Corno Bianco che ci siamo immersi in ACQUA fino alle caviglie ... sob ... era il mitico 2003!)
Ricordo la discesa dalle catene come una tortura ... ero stracotta ...
Quindi ti posso capire ... e fare anche una propostina: si ritenta dalla Terzulli? :)
Ciao
S.

titti says: RE:Altro che complimenti!
Sent 4 August 2011, 13h37
Ciao Silvia, ........ Grazie!!!!!!
sò da Patrizia che la Terzulli è tecnicamente più difficile, spero di acquisire un pò di esperienza tecnica che mi manca prima di provarla.
A noi nell'insieme è andata bene, avevo il timore di trovare ghiaccio sul Corno Bianco perchè c'è sempre; ma visto che la settimana prima ha fatto brutto ho telefonato al Rif. e mi hanno confermato che aveva nevicato quindi siamo partiti, fare 45°/50° su ghiaccio per me non è uno scherzo!!!! Non ho le basi e non sò come ci si assicura, se ci si assicura!!!
Bye, Brunella e Pino

heliS says: RE:Altro che complimenti!
Sent 4 August 2011, 13h57
Per me ti sottovaluti :)
Ciao!
S.

titti says: RE:Altro che complimenti!
Sent 4 August 2011, 14h25
Non credo di sottovalutarmi, anzi ... ho tentato l'Adamello,
è che ho poca esperienza!!!!
Stò andando in montagna da quasi 2 anni, è solo da questo inverno che uso i ramponi, ed ho provato delle pendenze un pò impegnative; solo con neve mai con ghiaccio, per il resto ho fatto solo sentieri attrezzati ed una ferrata, non sò come ci si assicura con le corde.
Bye

heliS says: RE:Altro che complimenti!
Sent 4 August 2011, 14h36
Fai bene a frenarti e a farti un sacco di domande ... cmq per la Terzulli il problema non è la neve/ghiaccio ma la via di roccia per avvicinarsi che non è attrezzata ma ha solo dei fittoni per assicurarsi.
Impara 2 manovrine di corda e poi sarai perfetta per quella salita!
Ciao
S.

titti says: RE:Altro che complimenti!
Sent 4 August 2011, 14h41
Quali solo le due manovre da imparare indispensabili???
Una è sicuramente la discesa in corda doppia???!!! Vero,
mentre l'altra qual'è???
Bru

heliS says: RE:Altro che complimenti!
Sent 4 August 2011, 14h53
Si, la discesa in doppia è la principale. Poi ci sarebbe da fare sicura al compagno, sia che salga da primo sia che salga dopo di te, quindi assicurarlo dall'alto.
Un paio lo dicevo tanto per dire; ad esempio: mai provato a fare un paranco o a fermare una caduta su neve?
I casi sono 2: o un corso ... o vai con qualcuno bravo :)
Cmq, a vedere i progressi che fai e con che velocità ... c'è da aspettarsi grandi cose da te :)
Ciao
S.

titti says: RE:Altro che complimenti!
Sent 4 August 2011, 15h26
Grazie dei complimenti!!!
Credo ...... di poter essere pronta per il prossimo anno!!!!
Comunque vada, se hai l'occasione di farla quest'anno falla ..... !!!
Non aspettarmi!! Un anno è sempre molto lungo, non si sa mai!!! Magari vinco la Lotteria e allora Via verso la Polinesia ... ahaahhah!!
Ciao grazie, a presto
Brunella

Sent 4 August 2011, 20h21
Bellissima gita e magnifiche foto. Il passo Brizio sembra tutt'altro che banale, a dispetto di quel che riportano le vecchie guide; probabilmente anni fa il bordo superiore del ghiacciajo lambiva il passo o quasi.

titti says: RE:
Sent 5 August 2011, 08h19
Ciao Francesco,
si, diversi anni fà il Ghiacciaio sia dal Garibaldi che verso il Mandrone era molto più alto.
Grazie!!!
Bye, da Titti e Pino


Luca_P says: Bellissimo giro
Sent 5 August 2011, 13h51
Brava Titti e soci, bellissimo giro e stupende foto.
Mi ricordano quando salii in Adamello nei lontani anni 80 anche se dalla val Genova.
Ciao da Luca.

titti says: RE:Bellissimo giro
Sent 5 August 2011, 14h43
Grazie Luca,
E' stato un bel girone, molto emozionante con brivido e la nostra prima discesa in corda doppia!!!! ahahahahha!!
Ci riproveremo !!!!
Bye, Titti e Pino.

grandemago says: RE:Bellissimo giro
Sent 5 August 2011, 15h20
Ehh sì.....negli anni 80 passo Brizio e Corno Bianco li facemmo in scioltezza, ma il tempo passa e i ghiacciai sono cambiati.....e anche noi!

Ciao


Post a comment»