Monte Marmontana Q2314 dal rifugio Giovo


Publiziert von giorgio59m , 8. September 2009 um 14:54. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum:21 September 2008
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: Gruppo Portola-San Jorio   CH-GR   I   Gruppo San Jorio-Monte Bar   CH-TI 
Zeitbedarf: 5:00
Aufstieg: 610 m
Strecke:Rifugio Giovo Q1707 - Rifugio S.Jorio Q1980 - Bocch. del lago Q2020- Mte Marmontana Q2314- Cima di Cugn Q2235 - Passo S.Jorio Q2014
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Da Dongo sulla Statale Regina del lago, salire a Germasino, Stazzona. La strada sale attraversando Stazzona, Germasino e Grazeno, qui seguire le indicazioni per il rif. Giovo. Dopo alcuni chilometri nei boschi, la strada non è più asfaltata, comunque percorribile da normali vetture. L' ultimo tratto è stretto ed esposto, fare attenzione.

Il Marmontana è una bella montagna dell’ alto lago, tra le più elevate nella sua area (Q2314).

E’ più alta dei più conosciuti Pizzo di Gino (Q2254) e Camoghè (Q2228), ma molto meno frequentata, forse perché troppo accessibile dal versante italiano.

Nonostante quest’ ultima considerazione, vi assicuro che in una bella giornata limpida, come quella che abbiamo trovato noi, lo spettacolo dalla vetta è impagabile.

Ancora qualche piccola informazione :

Il Marmontana si trova sopra il Passo di S.Jorio Q2012, grande via di comunicazione tra Italia e Svizzera, già noto dai tempi dei Romani, poco sotto il passo una ex-caserma della Guardia di Finanza è diventata l’ accogliente Rifugio S.Jorio, più in basso e collegato con una stretta strada sterrata chiusa al traffico il Rifugio Giovo del CAI, a Q1706. Qui si trova un ampio parcheggio, e dove termina una strada sterrata, e stretta nella sua ultima parte, che sale da Dongo (sul lago di Como) passando da Stazzona, Germasino, Garzeno.
Una ventina di chilometri, per buona parte asfaltati, che diventano sterrati, stretti ed esposti nella sua ultima parte. Ma questo non scoraggia nessun tipo di auto a raggiungere il rifugio Giovo.

Di qui partiamo, come dicevo a Q1706, una bella fontana  serve a riempire subito la borraccia di acqua fresca. Si segue la strada che sale al rifugio e passo S.Jorio, visibile subito da parcheggio.

Dopo un’ oretta di passeggiata siamo al rifugio S. Jorio,  troviamo le indicazioni verso destra per i laghi del Roggio ed il percorso dell’ Alta via lariana.

Sopra le nostre teste, salendo dal Passo S.Jorio la prima cima è la Cima di Cugn Q2237, riconoscibile per un altro rifugio o ex-caserma, più a destra la nostra meta: il Marmontana, non c’e’ croce ad esaltare la cima.

Tutto il fianco è erboso, scopriremo con grande sorpresa che il lato svizzero (tutta la cresta nord-sud visibile è traccia di confine) le rende onore di montagna di questa altitudine, con rocce e pietraie.

Seguiamo il sentiero che sale con leggera pendenza verso nord, passando sotto la cima (o meglio le cime) fino a raggiungere la bocchetta Stazzona o del Lago, ad oltre Q2100.

Lo sguardo cade subito nella conca che strapiomba dalla bocchetta e che ospita due deliziosi piccoli laghetti, i laghi del Roggio a Q1950mt .

Tra i due il sentiero che sale alla bocchetta e passa a fianco ad uno strano serbatoio metallico, che scopriremo essere un pluviometro (misura le precipitazioni).

Ora si segue la cresta, tenendosi sempre sul lato nazionale, dove si sale tra prato e  pietre, se si guarda il lato elvetico ci si rende conto della suo ‘vero vestito’.

Prima o poi faremo un giro completo in basso ai due versanti.

Senza grande fatica, anche se la pendenza è importante, si raggiunge la prima cima, e sembra di essere arrivati, scopriamo invece che è una sorta di anticima, ci sono ben tre cime, quella centrale è il punto più elevato (di pochi metri), ma l’omino di sassi che rappresenta la vetta è nella cima più a sud.

Tira una bella arietta, forse inevitabile in una giornata così tersa.

La vista è spettacolare, e per questo merita di trovare il giorno giusto per … assaporarla.

Si dominano le valli verso la Svizzera, fino a Locarno, la Val Morobbia e Val d’ Arbedo, le cime che corrono verso sud, con il Monte Albano, la Cima Pomodoro e la Cima Verta (Via del Ferro), la serie di 2000 che dalla Cima Verta (o Motto della Tappa) si stende fino al lago di Como con il Bregagno a chiudere la fila indiana di molte belle cime, la più conosciuta è il Pizzo di Gino.

Proseguendo verso sud il Monte Stabiello, il Segor, il Garzirola, tutte vette di confine, spostato verso ovest il Camoghè (massima cima delle prealpi ticinesi).

Verso nord prosegue il cordone di cime di confine ben oltre i 2000mt, tra cui il Toresella, la Cima di Paina, Cardinello, Pizzo Paglia, il Pizzo Campanile ed il Pizzo Ledù.

Sotto di noi la strada che porta al Giovo e prosegue verso il S.Jorio, è come un serpentello lontano.

Il Monte Rosa non manca mai all’ orizzonte, come molte bianche vette svizzere e della Valtellina.

Scendiamo verso la Cima di Cugn, il sentiero scende all’ inizio rapidamente poi dolcemente verso un rifugio poco sotto la cima di Cugn.

Raggiungiamo questa ex-caserma degli alpini, oggi sede della Capanna delle Aquile del Cai di Cermenate. 

Qui ci fermiamo a pranzare, faticando non poco a trovare un angolo privo di escrementi di pecore e capre.

Ci ripaghiamo con il paesaggio che domina la Valle S.Jorio e  Valle Albano.

Salendo alla vetta della Cima di Cugn, sopriamo che esiste una caserma ‘gemella’ sul lato svizzero, in posizione simile ed anche di dimensioni simili.

Scendiamo infine puntando al passo di S.Jorio, il sentiero è molto ripido e fatto a scendere merita attenzione.

Al passo, si può scendere di nuovo al rifugio S.Jorio e ritornare al Giovo sulla strada, oppure salire alla chiesetta di S.Jorio eseguendo il sentiero ch, sul costone e sotto i pilastri dell’ alta tensione, scende al parcheggio del rifugio Giovo.

 

Qualche dato:

Partenza : Rifugio Giovo Q1707

Giro ad anello, max altitudine Q2314 Monte Marmontana

Percorso :  8Km

 

 

Molte altre foto, cartine e file gps sul nostro sito :

www.girovagando.net                 escursione #19

 

 


Tourengänger: giorgio59m, roberto59

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Geodaten
 1203.kml KML
 1204.gpx GPX con tracce e waypoints

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»