Hverfjall Mountain (463 m.s.m.)


Publiziert von ale84 , 12. August 2009 um 22:00.

Region: Welt » Island
Tour Datum:22 Juli 2009
Wandern Schwierigkeit: T1 - Wandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: IS 
Zeitbedarf: 1:00
Aufstieg: 180 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Il Lago Mývatn si trova nella parte nord-orientale dell'Islanda. Il centro abitato più vicino al lago è il paesino di Reykjahlíd (210 abitanti) sulla riva nord-orientale. Qui vi si arriva seguendo la strada statale 1 o la 848.

Nelle vicinanze del Lago Mývatn si trova un grande cratere, noi vi siamo saliti un po'per curiosare al suo interno ed un po' per osservare il panorama circostante.
Tale cratere è chiamato Hverfjall oppure Hverfell, non ho ben capito dove sta la differenza!
Hverfjall è un cratere composto da tefrite (materiale piroclastico espulso da un vulcano) e si è formato durante un'eruzione circa 2700-2900 anni fa.
Per chi come me non è molto pratico di linguaggio "vulcanico" posso dire più semplicemente che Hverfjall appare come un gigantesco mucchio di sassi tipo ghiaia di colore grigio.
Il cratere con la tipica forma ad anello misura circa 1km di diametro ed è profondo 140m.
Dal parcheggio che sta alla base nord-occidentale del cratere si può salire mediante un facile sentiero su pietrisco sparso fino alla cima quotata 463m. Arrivati in "vetta" si può decidere se percorrerne il perimetro, dal momento che il panorama non cambiava molto da un punto all'altro abbiamo deciso di fare solo una breve passeggiata in modo da poter dedicare maggior tempo all'esplorazione della zona circostante al lago.
Dalla cima ci si ritrova a guardare all'interno di un enorme buco grigio ed impressionante, riesce difficile immaginarsi quali forze abbiano potuto originare una cosa di questo tipo.
Del resto in tutta l'Islanda ci si trova di fronte a manifestazioni naturali di grande effetto, l'intera isola è stata segnata dalle eruzioni vulcaniche successe nel passato, alcune in periodi relativamente recenti. Una delle ultime risale al 23 gennaio 1973, quando il vulcano Helgafell addormentato da più di 5000 anni situato sull'isoletta di Heimaey si mise ad eruttare ed andò avanti per circa 5 mesi, la lava e le ceneri fuoriuscite distrussero molte abitazioni e l'isoletta fu evaquata per ovvie ragioni.
Il fascino di questa nazione sta nel fatto che in pochi chilometri si possono ammirare scenari totalmente differenti: dagli enormi ghiacciai che scendono fino al mare (il ghiacciaio Vatnajökull è il più grande d'Europa) ai deserti lavici, dai laghi all'oceano, dalle verdeggianti praterie alle spiagge di sabbia lavica nerissima. Per non parlare delle numerose cascate, tutte sorprendono per le scenografie diverse che riescono a creare, tutte stupende!
Per quanto riguarda i vulcani l'Islanda ne vanta oggi almeno una trentina in attività ed i fenomeni secondari ad essi collegati sono ben visibili in molte zone dell'isola, come ad esempio i geyser, le fumarole, le sorgenti termali e le solfatare. Tutto sembra star lì a testimoniare che l'isola è "viva" e che qualcosa continua a muoversi in continuazione nel sottosuolo...un po'inquietante ed al contempo affascinante.
Nazione unica sotto ogni punto di vista, probabilmente non vedremo mai più luoghi simili (a meno che decidiamo di tornarci?!).
Dopo questa divagazione direi di tornare alla passeggiata al cratere di Hverfjall...dalla cima ampio panorama a 360°. Speravamo di vedere un po'meglio gli pseudocrateri che affiorano nel Lago Mývatn, ma purtroppo erano troppo distanti per scattare delle buone foto. Oltre al lago la zona è caratterizzata da enormi distese di lava ed affioramenti di rocce (laviche) e montagne (vulcaniche). Insomma tutto lavico e vulcanico qui!
Per fortuna siamo riusciti a trovare una giornata di sole anche se in cima non poteva mancare quel bel venticello freddo che ci ha accompagnati praticamente per tutta la vacanza!


Altre foto dell'Islanda sul sito personale di Mauro78: Ariafina

Tourengänger: ale84, Mauro78

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

T2
T2
23 Jul 07
Namaskard – Viti · Delta
T2
25 Aug 15
Rund um den Myvatn · Leopold

Kommentare (2)


Kommentar hinzufügen

Jules hat gesagt:
Gesendet am 13. August 2009 um 20:08
Però! Complimenti per la scelta del posto! Sembra davvero affascinante!

ale84 hat gesagt: RE:
Gesendet am 19. August 2009 um 20:40
Affascinante e unica...l'Islanda meritava davvero di essere visitata!


Kommentar hinzufügen»