Regagno (m.1627)


Publiziert von Poncione , 10. Januar 2019 um 22:43. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum:28 Dezember 2018
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: Gruppo San Lucio-Monte Boglia   I 
Aufstieg: 1300 m
Abstieg: 1300 m

Mancavamo da un pò di tempo dalla splendida Valsolda, osservata il giorno prima dalle dolci dorsali intelvesi. Automatico quindi tornarvi scegliendo una delle sue cime più belle, isolate e panoramiche, ovvero il Regagno, picco che divide la Valsolda dalla Val Rezzo e posto su una tormentata dorsale che culmina nella Cima di Fojorina e l'imponente Torrione.
L'itinerario per giungervi è piuttosto semplice seppur relativamente lungo: da Dasio (m.580) si tocca dapprima le cascine di Rancò (m.768), da cui parte una bella mulattiera che si può scegliere di seguire integralmente sino al bivio per il Passo Stretto, o abbandonare temporaneamente - come da noi fatto - scendendo all'interno della suggestiva gola in cui scorre il torrente Soldo. Ritornati sul percorso principale si segue il "Sentiero delle quattro valli" in una suggestiva e stretta valle con belle formazioni calcaree giungendo al gelido Passo Stretto (m.1102) dove calpestiamo brevemente l'unica neve. Da qui si sale costantemente in una faggeta dominata da sculture, bastioni e cattedrali di roccia tra le più significative, intriganti e selvagge della Valsolda pervenendo alle baite in legno dell'Alpe Fiorina (m.1348), ove la sosta è d'obbligo. Si prosegue con pendenza più decisa verso la Bocchetta di Regagno giungendo a una selletta in cui il bosco pare indicare l'ingresso a una nuova dimensione, in quanto i faggi terminano per lasciar posto ai mughi. A sinistra il sentiero marcato prosegue verso il Passo di Fojorina, e qui bisogna abbandonarlo all'altezza di un faggio con bollatura giallorossa/biancorossa, affrontando l'ultimo tratto tra i faggi e pervenendo all'attacco di una crestina rocciosa coi primi mughi che si risale in breve giungendo a un colletto. Si traversa su sentiero di capre verso sinistra portandosi sotto la bifida vetta del Regagno, alla cui sommità si trova un paletto metallico visibile da lontano: per ripidi prati e con un breve passaggio di II° (evitabile) si giunge in vetta, da cui il panorama è meritevole ed ampio benchè chiuso ad ovest dalla cresta Torrione-Fojorina.
Il ritorno avviene per il medesimo percorso.

Tourengänger: Poncione, froloccone, ramingo


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (17)


Kommentar hinzufügen

blepori Pro hat gesagt:
Gesendet am 11. Januar 2019 um 07:22
sulle prime pensavo che mancasse una 'B', sempre bella la val solda e ben protetta dal vento. Ciao! Benedetto

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 11. Januar 2019 um 13:19
Ciao Benedetto, manca una "B" ma l'impegno per raggiungerlo è sicuramente superiore a quello del più noto "collega" lariano.

blepori Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 11. Januar 2019 um 14:18
beh, dipende, io di solito parto dal lago quindi non è proprio lì sopra, vero che per il Regagno mi verrebbe voglia di partire da Lugano :)))

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 11. Januar 2019 um 20:29
Il solito "esagerato"... però son d'accordo sulla tua idea. Ci avevo pensato anch'io. ;)

blepori Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 12. Januar 2019 um 17:02
per la verità a me qc. ha proposto l'uso della muta da sub, di fronte alla Valsolda il fondo del lago è 300 metri più sotto, una bella aggiunta no?

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 12. Januar 2019 um 18:55
Magari salendo da qualche grotta sotterranea direttamente sul Torrione... :)

Camoscio hat gesagt:
Gesendet am 11. Januar 2019 um 10:37
Bravi! La wilderness vicino a casa.

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 11. Januar 2019 um 13:18
La Valsolda è un concentrato di bellezza e panorami quasi unica in questa zona di confine...

danicomo hat gesagt:
Gesendet am 11. Januar 2019 um 12:28
Lo storico terzetto ha ripreso il cammino....

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 11. Januar 2019 um 13:16
Questi "Miracoli" di Natale... ;)

GIBI hat gesagt:
Gesendet am 11. Januar 2019 um 13:22
Bel trio e bella ascesa e poi in questo periodo difficilmente rischiate di imbattervi nelle oramai famose e insidiose " zecche " della Valsolda !

ciao Giorgio

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 11. Januar 2019 um 20:30
Periodo perfetto per la Valsolda anche per questo motivo. ;)
Ciao Gio

Angelo & Ele hat gesagt:
Gesendet am 11. Januar 2019 um 15:39
Quando il stupendo REGAGNO chiama occorre necessariamente "sacrificarsi"...!!! :-)

Il Trio è ritornato allora...?

Salutoni...

Angelo

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 11. Januar 2019 um 20:34
Appena mi torna un pò l'ispirazione ero intenzionato a girarci un pò attorno a questo Regagno... ;) Prima dell'assalto delle zecche, s'intende.

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 11. Januar 2019 um 21:31
...e si il Regagno con le sue creste è un avventura che mi intriga molto, come ben sai...
Purtroppo mancano solo 2 mesi e poi in Valsolda le zecche ritorneranno alla grande...

veget hat gesagt:
Gesendet am 12. Januar 2019 um 09:55
.....bellissima cavalcata di fine anno, in questa valle "intrigante " per i molti appassionati, dei quali leggo i lodevoli commenti .
Una zona che vi ha spesso attratto, per il suo carattere selvaggio......
Buona Continuazione ragazzi
Ciao ciao ciao
Eugenio

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 12. Januar 2019 um 18:47
Grazie Eugenio, Valsolda sempre stupenda... dà dipendenza e si attira nuovi "adepti", come vedrai tra pochi giorni. ;)
Buona continuazione a Te e a presto


Kommentar hinzufügen»