Zuc di Cam e rif. Grassi, anello da Introbio


Publiziert von numbers , 21. Dezember 2016 um 23:35. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum:17 Dezember 2016
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 7:00
Aufstieg: 1360 m
Abstieg: 1360 m
Strecke:ad anello come waypoints
Zufahrt zum Ausgangspunkt:SS36 fino Lecco, seguire per Valsassina, da Ballabio seguire la strada della valle fino a Introbio, in fondo al paese a dx x val Biandino, alla fine di via alle Ville, solo se in possesso di 4X4 proseguire su sterrata fino al 1° ponte .
Unterkunftmöglichkeiten:Rifugio Grassi, rifugio Tavecchia, rifugio Valbiandino (ex.Madonna della neve)

numbers
Da parecchio tempo avevo in mente un anello alla Grassi, che fosse la Foppabona, piuttosto che il giro dal Buzzoni, era un’idea che mi solleticava la fantasia, fin  da quando, nell’ inverno del 2011, in una delle mie prime esperienze montane serie, avevo raggiunto il rifugio dalla Val Biandino con le ciaspole.
Così  butto l’idea, valutato tutto, deciso il percorso, ci troviamo in 6 al Bione alle 6.45. C’è anche Christian, alla sua prima camminata di un certo spessore, per sviluppo e dislivello, dopo l’incidente di inizio anno.
Saliamo in auto fino al 1° ponte, così da accorciare la parte noiosa,,e far prima la sera. Torniamo leggermente indietro, fino ad imboccare, su una curva, il sent. 27, prima su sterrata, poi con una ripida risalita in un bel bosco di castagni. Passiamo una baita, poi ancora bosco fino a svalicare nella valle di Foppabona. Breve tratto al sole, che ci scalda e cambia tutti i colori, poi ancora un traverso e una parte di risalita della valle in ombra, a tratti alcune zone ghiacciate sul sentiero, aggirabili facilmente.   Dopo un paio d’ore finalmente, usciamo dalla zona d’ombra e  veniamo baciati definitivamente dal sole, pausa banana riscaldante sui paglioni, ben gradita da tutti. Poi riprendiamo a salire, percorriamo l’ampia valle, il lungo falsopiano che in realta’ sale, e bene,  passiamo l’alpe e siamo alla bocchetta di Foppabona, quasi 2000 metri. La visuale si apre magicamente sul nostro obiettivo, il rifugio Grassi, e sul magnetico Pizzo 3 Signori. Il sentiero scenderebbe in ombra nella valle, si notano tracce di neve e ghiaccio che poco ci ispirano. Così si decide per la dorsale, che lungamente, sale progressiva fino a portarci in realta’ sulla cima del Zuc di Cam, un panoramico panettone che ci regala un ampia visione a 360°, e che diventa la nostra imprevista cima di giornata: bello, bello, bello…..
Sosta con foto, poi la fame comincia a farsi sentire, visto che è quasi mezzogiorno….scendiamo per la dorsale, tra tracce di neve, evitabili e non ghiacciate, con calma affrontiamo la parte finale che adduce alla bocchetta di Valbona, su roccette e tratti leggermente esposti con neve/ghiaccio non problematici, e un paio di catene d’aiuto, con le quali il “Big Elephant”, al solito, cerca di litigare…….
Rapidamente scendiamo alla Grassi, agguantando l’ultimo tavolo al caldo sole, dove consumiamo un lauto e meritato pranzo, ben innaffiato, manco a dirlo……..Quasi incredibile, in pieno dicembre, mangiare qui, a 2000 metri, all’aperto, senza neve, io addirittura in maniche corte……ma si sa…..non sono normale……
Mangiare qui, un pranzo come sempre di qualita’, birre artigianali al top, rosso bio discreto, tavolo al sole vista Pizzo…..non ha prezzo!!!
Ben sazi, sono quasi le 15 quando iniziamo la discesa, piacevole nel primo tratto, passiamo la Pio X, la bocca di Biandino, poi sentiero lungo e un po noioso fino al secondo ponte, tratto di strada, e giu nel bosco ancora fino al primo ponte e alla macchina, colti ormai dal buio.

Soddisfatto alla grande di tutto.
Un grazie a tutti i compagni di questa ennesima bella avventura.
Alla prossima.
E buon Natale a tutti !!!!!!

P.s. Christian alle prime ombre della notte ha acceso la frontale.......l'esperienza insegna!!!!!
 

ivanbutti Oggi siamo in Val Biandino per ripetere un giro che avevo fatto parecchi anni fa più o meno nello stesso periodo. Allora però le condizioni erano al limite, con molta neve fresca nel tratto finale e visibilità nulla, oggi è tutto un altro camminare. Così si possono ammirare di fronte a noi le Grigne e poi le altre cime della zona man mano che ci si alza nel bel bosco che ci porta verso Foppabona. Arrivati qui in pieno sole, decidiamo di non fare il taglio classico verso la Grassi, che ci porterebbe nell’ombroso  versante N, ma di salire sempre al sole sullo Zuc di Cam, e la scelta è quanto mai azzeccata perché la vetta si rivela davvero un eccellente belvedere. Poi scendiamo alla bocchetta tra il Cam e il Valbona e da lì tagliamo alla Grassi, dove pranziamo all’esterno perché la temperatura al sole è ottima e non c’è un alito di vento. Dopo l’ottimo pasto e un paio di grappette digestive ripartiamo scendendo verso la Bocca di Biandino e qui la parte meno bella del percorso, con la lunga valle che percorriamo sul sentiero evitando la ancor più noiosa strada. Arriviamo alle auto che ormai è calato il buio, tutti davvero soddisfatti; un bravo particolare a Cristian che, dopo l’infortunio dello scorso gennaio, era oggi alla prima escursione lunga ed è andato benissimo, d’altronde abbiamo evitato tutte le canaline …. Con l’occasione tanti auguri di Buon Natale a tutti.



 

paolo aaeabe
Gira di qua, gira di là, c'è sempre qualcosa di nuovo da scoprire. Un sentiero non troppo distante da casa ma, almeno per me, inedito. Una bella ascesa in ambiente quasi sempre aperto, con vista in primo piano delle Grigne.
Alla bocchetta di Foppabona inventiamo lo Zuc di Cam, un "panettone" che ci ha sorpreso per la sua posizione panoramica. Poi giù a gustare il buon risotto con radicchio e noci seduti al tavolo con vista sui "Tre Signori".
Il rientro con qualche lastra di ghiaccio, più scenografica che pericolosa, poi per finire alla luce delle nostre frontali.
Bella giornata e bella compagnia. Grazie e tutti, saluti, baci, abbracci e tanti auguroni.

massimo La Grassi è sempre la Grassi con la sua magnifica posizione all'ombra del Pizzo dei Tre Signori. Se poi ci metti un'inedita salita in ottima compagnia con panorami superlativi, un clima quasi primaverile, un pranzo da leccarsi i baffi ottimamente annaffiato; non può uscirne che una gradevolissima giornata da ripetere negli anni. 
Auguri a tutti di un sereno Natale.

proralba Che giornata che sole caldo che cielo che tavolata che panorami... che Zuc!!! ... gran bel regalo... Grazie a tuttiiii, unici!, (supercomplimenti a Christian).
Auguriiiiii auguri a tutti di Buon Natale.



Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

T3+
T3
30 Sep 15
Zuc di Cam e Valbona · ser59
T3
27 Nov 16
Zuc di Valbona mt 2134 · Daniele66
T2
29 Jul 12
Rifugio Grassi Val Biandino · Daniele66
T3

Kommentare (10)


Kommentar hinzufügen

Daniele66 hat gesagt:
Gesendet am 22. Dezember 2016 um 06:42
Molto bella anche questa Complimenti al solido gruppo e Auguri ......Daniele 66

numbers hat gesagt: RE:
Gesendet am 22. Dezember 2016 um 20:39
Grazie Daniele.
Augurissimi anche a te!!!
BUONE FESTE

Mario

Angelo & Ele hat gesagt:
Gesendet am 22. Dezember 2016 um 17:52
Bei posti e... BUON NATALE anche a Voi...!!!

numbers hat gesagt: RE:
Gesendet am 22. Dezember 2016 um 20:46
Grazie ragazzi,
posti che meritano!

BUONE FESTE ANCHE A VOI!!!

Mario

Menek hat gesagt:
Gesendet am 22. Dezember 2016 um 18:05
Manco da troppo tempo da quei posti...bella lì raga!

numbers hat gesagt: RE:
Gesendet am 22. Dezember 2016 um 23:27
E' vero Dome,
è ora di "ri-aggregarti"!!!

BUONE FESTE !!!!!!!!!

Mario

Amedeo hat gesagt:
Gesendet am 22. Dezember 2016 um 23:21
Ciao a tutti
Amedeo

numbers hat gesagt: RE:Grazie
Gesendet am 22. Dezember 2016 um 23:29
Saluti e BUONE FESTE a te!!!

Mario

danicomo hat gesagt:
Gesendet am 23. Dezember 2016 um 08:26
Che clima.....!!! Molto bello....
Auguri a tutti!
Daniele

numbers hat gesagt: RE:Grazie !
Gesendet am 24. Dezember 2016 um 12:52
Spettacolare Dani,
AUGURISSIMI ANCHE A TE!!!

Mario


Kommentar hinzufügen»