Punta del Venerocolo 3323 m


Published by cristina , 3 August 2016, 09h53. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:30 July 2016
Hiking grading: T3+ - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 1 days
Route:Bedoline-Malga Caldea-Laghi d'Avio-Malga Lavedole-Rif.Garibaldi-P.so Venerocolo-Punta Venerocolo
Access to start point:Autostrada A4 uscita Bergamo seguire per Lovere-Edolo-P.so del Tonale. Dal centro di Temù seguire le indicazioni per Malga Caldea. Alle ultime case fare attenzione perchè la strada per Malga Caldea è quella che svolta a sx e non quella prosegue diritta, quella che abbiamo preso noi per Bedoline, sigh!
Maps:Tabacco 052 Adamello-Presanella

Oggi la giornata promette bene e grazie al Pellegrinaggio in Adamello degli Alpini riusciamo ad anticipare la colazione alle 6 e alle 7.30 siamo alla partenza che però non è quella che pensavamo!

Invece di Malga Caldea siamo a Bedoline e da qui in poi ci informano che la strada peggiora oltre ad esserci un divieto di accesso. Sono 200 m in più di dislivello ma, ci attira meno il tornare indietro per prendere la strada giusta. A sera avremmo fatto di tutto per avere l’auto a Malga Caldea!!!

Lasciata l’auto proseguiamo ancora un poco lungo la sterrata fino al cartello che indica Malga Caldea/Rifugio Garibaldi. Tramite sentiero raggiungiamo quindi la Malga. La strada che avremmo dovuto prendere fino a qua era sterrata, ora diventa asfaltata e con lunghi tornanti raggiunge la diga del lago d’Avio. Questo tratto l’ho odiato sia in salita sia in discesa. Un caldo allucinante, su asfalto e tutto sotto il sole!

Raggiunto il primo lago proseguiamo costeggiandolo lungo la sterrata che si abbandona poco dopo, al cartello Cai per il Rif. Garibaldi. Su sentiero, in parte tra gli alberi, si comincia a ragionare meglio. Oggi c’è parecchia gente che sale, almeno fino al rifugio. Passiamo anche il secondo lago. Un bel tratto in piano ci fa attraversare i prati di Malga Lavedole per riprendere poi la militare che faticosamente sale al rifugio Garibaldi.

Facciamo sosta alla cappelletta nei pressi della diga e osserviamo lontano, moooolto lontano la nostra meta!

Riprendiamo quindi la salita per il P.so del Venerocolo. Tutto sommato una salita comoda fino a circa 200 m sotto il P.so, dove termina il sentiero e comincia la pietraia, questa sì faticosa! Giunti al P.so scarichiamo gli zaini e su pietraia ora più “comoda” raggiungiamo la Punta del Venerocolo.

Il panorama sulle Lobbie, Cresta Croce, Crozon di Lares, Corno Bianco e lui, proprio lui l’Adamello…è grandioso! Il Pian di Neve molto meno! La discesa dal rifugio Caduti all’Adamello è un disastro, fa paura solo a guardarla. Ormai pernottare lì per salire all’Adamello ha veramente poco senso se non per la bellezza del posto!

Facciamo una bella sosta in contemplazione del panorama dopo di che riprendiamo la via del ritorno.

Sosta pranzo al rifugio e poi giù.

Tanti stanno salendo al rifugio, molti attrezzati per salire all’Adamello immaginiamo. Sappiamo che le previsioni non saranno un granché ma visto quanti stanno salendo ci auguriamo che siano cambiate soprattutto per danicomo e amici che domani tenteranno la Presanella.


Hike partners: cristina, Marco27


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Comments (5)


Post a comment

danicomo says:
Sent 3 August 2016, 10h11
Grrrrrrrrrr.......................!!!!!!!!!!!!

cristina says: RE:
Sent 3 August 2016, 10h13
Bastava un giorno....solo un giorno prima!!!!!

GIBI says:
Sent 3 August 2016, 10h50
... e dagli con il dito nella piaga !

Francesco says:
Sent 3 August 2016, 17h48
...Ciao raga, ci si sente a settembre...
Buone vacanze nella Vallè -

cristina says: RE:
Sent 5 August 2016, 09h12
Saltuni anche a voi e buon trekking....ci si sente al rientro!


Post a comment»