Cima d'Aspra -1848 mt- (da Gnosca)


Publiziert von GAQA , 1. Dezember 2015 um 22:47.

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Bellinzonese
Tour Datum:29 November 2015
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: Gruppo Cima dell'Uomo   CH-TI 
Zeitbedarf: 7:00
Aufstieg: 1600 m
Abstieg: 1600 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Da Gallarate Autostrada A8-uscita Gazzada-Tangenziale di Varese-Confine di Stato Gaggiolo (I) / Stabio (CH)-Mendrisio-Lugano-Bellinzona-Gorduno-Gnosca.

Bellissima escursione tardo autunnale,con partenza da Gnosca Q.277 mt. nel cuore del fondovalle Bellinzonese.Arrivati intorno alle ore 08.00 in centro paese,parcheggiamo l'auto tra la chiesa e il Ristorante Orello,individuiamo subito i segnavia ben pitturati sui muri delle strette vie,dopodiché il sentiero entra nel bosco tagliando la ripida strada carrozzabile che termina a Mondella,eventualmente chi vorrà evitare questo tratto risparmiandosi 650 metri di dislivello,potrà farlo munendosi di gettone apri-sbarra al prezzo di 10 CHF presso la Casa Comunale di Gnosca.

Mentre io e Gabriele saliamo a piedi questo sentiero,ormai prossimi a Mondella Q.943 mt,veniamo intercettati da Sam gentilissima persona locale che ci propone di seguirlo nella sua dimora situata a Nàseri,quindi un breve tratto lo trascorriamo in auto con lui,mentre una volta scesi dal veicolo riprendiamo il sentiero che passa in un primo momento per i Monti Stroppini Q.1000 mt e subito dopo per Nàseri Q.1073 mt.Entrambe le località sono caratterizzate da armonici nuclei di baite,posizionate nel mezzo di fiabesche praterie e con sfondi panoramici mozzafiato.

Notiamo un elicottero della Polizia Cantonale sorvolare i monti e poco dopo veniamo raggiunti da due ragazzi del Soccorso Alpino impegnati nella ricerca di un cacciatore disperso dalla serata precedente,con essi ci scambiamo contatti telefonici qualora io e Gabriele dovessimo strada facendo,avvistare qualcosa di utile alla loro causa.Purtroppo però,il corpo senza vita della povera persona,verrà ritrovato il Lunedi' a mezzogiorno presso i Monti di Preonzo,dopo due giorni d'intense ricerche.Chiusa questa brutta e tragica parentesi continuo con il racconto della nostra gita.

Salutato Sam e i due bravissimi ragazzi del Soccorso Alpino,proseguiamo sempre su sentiero segnalato,che s'inoltra nella selva boscosa situata oltre il nucleo di baite di Nàseri,da ora in poi l'ambiente diverrà selvaggio e  prevalentemente chiuso a scorci panoramici,superando pendenze decisamente toste e impegnative.Arriviamo all'Alpe Sessaldora Q.1568 mt.alpeggio in stato di semi-abbandono,continuiamo la nostra ascesa sempre su ripidi prati fino al rifugio (chiuso) situato all'Alpe Aspra Q.1766 mt.Ora ci attende l'erta finale che termina sulla croce di vetta,esistono due possibilità: la prima in direttissima salendo liberamente e più velocemente,oppure sempre seguendo la segnaletica si arriva ad un insellatura che risale la cresta che parte dalla Cima Gaggio arrivando fino all'appartata e isolata Cima d'Aspra Q.1848 mt.

Dopo la soddisfazione per la cima raggiunta e aver goduto dello stupendo panorama,scendiamo con lo stesso itinerario utilizzato in precedenza passando nuovamente per la baiata di Sam,trascorrendo ancora qualche momento con lui e la sua splendida famiglia,ripromettendoci di rivederci al più presto per contraccambiare l'immensa cordialità ricevuta.Riprendiamo il sentiero per Gnosca,cosi' come all'andata non troveremo nessun escursionista sulla nostra strada.

Avrebbe dovuto partecipare alla gita anche Emilano Poncione,ma per prolungati impegni lavorativi sfuma l'occasione,per lui sarebbe stato un bis alla Cima d'Aspra,difficile trovare degli inediti in queste zone,e' stato un po' ovunque :)...alla prossima Emi !

NOTE: La classificazione T3 tiene conto del dislivello e lo sviluppo del sentiero sempre su ripide e impegnative pendenze,in particolare il tratto Nàseri - Cima d'Aspra richiede piu' impegno dal punto di vista fisico,i tratti ripidi sono ricoperti da uno spesso strato di foglie che impediscono di visualizzare la corsa del sentiero e dove poggiare i piedi.
Escursione che ripaga alla grande,ambiente magico e ricco di fascino,fuori dai circuiti di escursionismo di massa.

Tourengänger: GAQA, asky


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (12)


Kommentar hinzufügen

Poncione hat gesagt:
Gesendet am 2. Dezember 2015 um 00:03
Bella ragazzi.
Dispiacere per non esserci stato e per le sorti del cacciatore, però avete goduto davvero una bella giornata in zone poco battute ma veramente belle. E l'ospitalità e simpatia dei "locals" è ormai comprovata. :)

Ciao

GAQA hat gesagt:
Gesendet am 2. Dezember 2015 um 13:43
Ciao Emi,dispiace anche a me per le sorti del cacciatore.La zona è molto bella,come prima uscita niente male...:)
Ci aggiorniamo per le prossime..
Alessandro

blepori Pro hat gesagt:
Gesendet am 2. Dezember 2015 um 07:48
Bel giro, bravi. E' un posto che frequento spesso in queste stagioni. C'è anche un vecchio sentiero che dalla cima scende in Gariss, purtroppo largamente perso. Dall'Aspra si può anche salire fino in cima al Gaggio.

GAQA hat gesagt:
Gesendet am 2. Dezember 2015 um 13:46
Grazie mille per il commento! E terrò presente il tuo suggerimento,magari in giornate più lunghe si può allungare il giro verso altre mete...prima o poi tornerò da queste parti :)
Ciao Alessandro

blepori Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 2. Dezember 2015 um 14:42
Se vuoi provare dalla sella a fianco della cima il sentiero scende nel bosco (è ancora maracto sulla CNS), raggiunge l'Alpe di Pertignaga e poi risale alla sella appena sopra. Fino a quel punto è evidente. Oltre la sella scende in un canalone e poi inizia una lunga traversa verso sinistra prima in discesa poi quasi piano fino alla Gariss. Questo tratto non è per nulla evidente e si svolge anche in un terreno molto selvaggio.

GAQA hat gesagt: RE:
Gesendet am 2. Dezember 2015 um 15:36
Grazie mille per le informazioni e complimenti per i tuoi giri..ho dato un'occhiata alla tua pagina...

danicomo hat gesagt:
Gesendet am 2. Dezember 2015 um 09:04
Bella amici,
sempre zone stupende...
Daniele

GAQA hat gesagt: RE:
Gesendet am 2. Dezember 2015 um 13:48
Ciao Dani,grazie per il commento..
Zone stupende come giustamente hai sottoscritto,poi nuove ai nostri occhi,ci porteremo un bel ricordo dentro di noi,eccetto la brutta notizia..
Buona giornata..
Alessandro

gbal hat gesagt:
Gesendet am 3. Dezember 2015 um 12:27
Ottima gita la vostra. Da come blepori racconta e anche dalla sfortuna del cacciatore si capisce che chi ama il wild qui trova il suo pane.
Ciao

GAQA hat gesagt: RE:
Gesendet am 3. Dezember 2015 um 13:32
Ciao Giulio grazie! Dispiace per l'accaduto,molto!L'itinerario della Cima d'Aspra viene segnalato dall'inizio del fondovalle fino in vetta,nonostante tutto l'ambiente è decisamente "wild" e merita un'occhiò di riguardo in più,poi se si vuole cercare qualcosa di più forte e ancora più selvaggio credo che blepori abbia aggiunto nozioni e informazioni alla grande!!
Credo che ti piacerà:) ultimamente ricordo un Mottan-Wild tra le tue ascese:) ..
Ciao Alessandro

Poge Pro hat gesagt:
Gesendet am 4. Dezember 2015 um 17:35
Gran bella salita, di quelle che rendono.
Se vi capiterà in futuro anche la traversata al Gaggio è bella.
Andrea

GAQA hat gesagt: RE:
Gesendet am 4. Dezember 2015 um 18:22
Ciao Andrea...grazie mille! Prima di organizzare questa uscita abbiamo visonato e preso nota di alcuni dettagli,grazie anche al tuo report riguardo alla Cima d'Aspra....anzi ne approfitto per complimentarmi per un giro ad anello che hai compiuto, lungo e impegnativo...zona bellissima che non dimenticheremo...
Ciao Alessandro


Kommentar hinzufügen»