Cari Amici Svizzeri...


Publiziert von Poncione, 9. Februar 2015 um 22:03. Diese Seite wurde 1173 mal angezeigt.

In un raro momento di sana meditazione interiore accompagnata da note stupende Vi dico: avete un patrimonio umano e naturale meravigliosi... una civiltà da invidiare e imitare... non cedete alle perverse lusinghe esterne provenienti da quel mostro osceno chiamato Europa Unita (Italia compresa, dunque) e difendete con la vita la Vostra Patria...

http://www.youtube.com/watch?v=osNDoDN_vtc

 Ho privilegiato l'edizione in lingua francese, perchè il testo italiano di questo finale stravolge totalmente (e imperdonabilmente) il senso delle parole del protagonista: "Quel contento che in me sento, non può l'anima spiegar" non vale minimamente il veritiero "À nos accents religieux, Liberté, redescends des cieux, Et que ton règne recommence!"



Kommentare (28)


Kommentar hinzufügen

Angelo & Ele hat gesagt:
Gesendet am 10. Februar 2015 um 08:48
Evidentemente l' uomo ha bisogno di molte illusioni...

Mi ha molto sorpreso il tuo pensiero sul patrimonio umano, naturale e sula civiltà da invidiare e imitare... in Svizzera!

Le meraviglie che offre Madre Natura in Italia , in Francia, in Spagna e in tanti altri Paesi non hanno nulla da invidiare a quelle, da te Emiliano, citate e non non sono state assolutamente condizionate e deturpate dall' Unione Europea.
Anzi quante opere artistiche o di Madre Natura sono state recuperate e salvate dall' oblio e dalla lenta distruzione grazie alle sagge politiche artistico-ambientali della Comunità Europea.

Riguardo alla civiltà...
Riguardo alla moralità...
Riguardo all' etica... beh la Svizzera ha gli stessi pregi e, purtroppo, gli stessi osceni difetti di tanti altri Paesi dell' Europa... e dei Paesi cosiddetti "paradisi fiscali"... e qua mi fermo perchè sappiamo tutti cosa rappresenta la Svizzera per chi non vuole pagare le sacrosante tasse nel suo Paese e per quelle "brave persone" che trovano porte spalancate quando devono investire i loro "meritati" e "sudati" guadagni provenienti del narco-traffico, dei diamanti insanguinati, delle amorali attività finanziarie creative....

Ma fermiamoci qua..... e andiamo oltre e in vera profondità.

Il nazionalismo con il suo stupido e antico patriottismo, è sempre una forma esasperata e una forma nobilitata di tribalismo... e ciò vale in ogni Stato della Terra e i ogni epoca passata.. presente e futura.
Possiamo parlare lingue diverse...
Possiamo avere usanze diverse...
Possiamo credere in cose diverse...
Questa diversificata cultura ci "separa" solo superficialmente perchè le nostre coscienze, le nostre reazioni, le nostre fedi, le nostre paure, le nostre ansie, le nostre solitudini, le nostre sofferenze, i nostri piaceri... sono simili a quelli del resto dell' Umanità intera.

L' Unione Europea non ha prodotto oscenità o mostruosità, ma il vero colpevole di tali ingiustizie in vari Stati è sempre da addebitare alle irresponsabili e spesso criminali nazionalistiche politiche che, nel loro isolamento di responsabilità vera e oggettiva, hanno fatto scempi della dignità umana dei cittadini e del loro futuro. (vedi in Grecia...)

Tutto è migliorabile... molto migliorabile anche e sopratutto le politiche comunitarie economiche, sociali e ambientali... ma il nazionalismo è solo una illusione, solo una finta bacchetta magica, solo una pericolosa deriva per gli estremisti e per una classe politica e finanziaria che non vuole veri e reali controlli sui loro famigerati e spessissimo disonesti atti...!
...e ti potrei fare centinaia e centinaia di esempi accaduti in Italia, in Spagna, in Grecia, in Francia.... e in Svizzera!

Quando tutta l' Umanità capirà la Verità secondo cui finchè ci sarà una qualsiasi forma di divisione, continueranno ad esserci superficiali egoismi... continueranno ad esserci miserabili conflitti politici, economici e militari... allora i dolori e le tragedie del Nazionalismo ad ogni livello, sarà solo un brutto e lontano ricordo.......

Angelo


Amedeo hat gesagt:
Gesendet am 10. Februar 2015 um 12:37
Apprezzo il commento di Angelo, si può vivere e mescolarsi con gli altri per crescere e migliorare.
Quanto alla Svizzera....preferisco astenermi da ogni commento, ci sono pro e contro come molti stati, essere ricchi semplifica la vita, non la risolve ma la semplifica, poi bisogna vedere come lo sei diventato e lì......"! L'Europa Unita non funziona bene perchè tutti noi l'abbiamo permesso fregandocene. Io apprezzo molto Tsipras e l'Europa che vuole, non sol perchè va contro la Troika........ ma preferisco non parlare di politica fuori dalle mie relazioni o da relazioni di amci, che mi conoscono e sanno come la penso.
Amedeo

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 10. Februar 2015 um 17:54
Grazie Amedeo... e condivido appieno le tue idee su Tsipras... dato che alle ultime elezioni europee l' ho votato... :-)

Ciao...

Angelo

stefano58 hat gesagt: RE:
Gesendet am 10. Februar 2015 um 19:49
Io pure.
Ero intenzionato a non votare più, sfiduciato da tutti i partiti, ma Tsipras mi ha convinto a farlo ancora.
E condivido pure il commento di angelo.
Ma questo non sarebbe uno spazio per parlare di politica ...
a meno che non abbia direttamente a che vedere con la montagna.
Ciao
Stefano

Amedeo hat gesagt: RE:
Gesendet am 10. Februar 2015 um 19:55
Esatto, lo ripeto; nelle mie escursioni o commenti ad amici ci può stare......ma non è un sito per la politica. Pur essendo interessato alla politica e avendo le stesse idee.
Ciao
Amedeo

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 10. Februar 2015 um 20:00
Concordo...

Ciao e buone montagne a Te...

Angelo

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 10. Februar 2015 um 19:59
Concordo...

Ciao e buone montagne a Te...

Angelo

Poncione hat gesagt:
Gesendet am 10. Februar 2015 um 13:20
Rispondo a entrambi.
E' vero quanto dite, ovvero non ci sono sostanziali diversità... ma quello che si sta vedendo in Europa (e mi riferisco all'UE, non all'intero continente) assomiglia a un film già visto. Un impero come tanti altri... ma che anzichè imporsi con la spada lo fa coi soldi, il ricatto e l'usura, rendendo la vita difficile ai suoi sudditi, perchè di sudditi parliamo.
Se poi l'Europa non ha rovinato il suo patrimonio (parliamone) è perchè ha "interesse" (non certo Interesse) a mantenerli... son sempre soldi. Ma la direzione dell'UE va verso la rovina per le moltitudini.

Gli svizzeri sono sudditi o sono liberi?

La differenza sostanziale forse è questa.
E non bastano mille parole o politiche fallimentari a 360° per dimostrare il contrario, tanto meno tirare in ballo il "nazionalismo", che nulla ha a che fare con quanto ho scritto, ovvero una sana meditazione interiore provocata da agenti esterni...

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 10. Februar 2015 um 17:52
In una società capitalistica i soldi muovono interessi e azioni sia positive e sia negative... parlando metaforicamente il denaro è la benzina del motore, e quest' ultimo è la società capitalistica stessa...

Preferisco che, per celato o evidente interesse economico grazie alla maggiore affluenza dei visitatori che verranno..., una città antica come Pompei venga ristrutturata grazie ai fondi della Comunità Europea che assistere al suo tristissimo degrado.
Dietro i grandi restauri... dietro le istituzioni di Parchi protetti... dietro le azioni umanitarie ci sono dei grandi uomini, delle grandi persone con una notevole profondità d' animo e quando arriva il denaro, arriva anche il mero interesse... è il capitalismo, purtroppo...

Nessuno a questo mondo è veramente libero e più meditiamo su questa considerazione e più troviamo una moltitudine di motivi reali, scontati, apparenti.....

Il Nazionalismo ha molto a che fare con ciò che hai scritto e la tua lodevole meditazione interiore non sublima affatto il concetto che esprimevano alcune tue parole...

Un grande poeta affermava:
"Alcuni di noi sono come l' inchiostro, altri come la carta.
E se non fosse per il nero di alcuni, altri sarebbero muti..
e se non fosse per il bianco di alcuni, altri sarebbero ciechi...."

Sagge parole...
...e io voglio il nero e il bianco di ogni essere che respira su questa Terra, perchè so che sentirei meglio.., so che vedrei meglio.., so certamente che vivrei meglio.

Cari saluti...

Angelo

ciolly hat gesagt: RE:
Gesendet am 14. Februar 2015 um 17:26
Scusa ma preferisco guardare bin faccia la realtà.
Tutti noi Italiani prima di entrare in Europa potevamo muoverci all'estero o nei paesi limitrofi, accolti con grande interesse e ammirazione. L'Italia era il paese che contava più turismo in tutto il mondo... bei tempi quelli,
Ora metà delle genti stenta a portare a casa una paga decente per "sopravvivere"... tutto questo è naufragato e peggiorerà ancora finchè resteremo in una FALSA EUROPA UNITA a cui l'unica cosa che interessa è far pagare la povera gente che non ha le capacità di sottrarsi da tali regimi fiscali e burocratici... chi ci ha guadagnato qualcosa dall'Europa? Tutte le fabbriche che stanno chiudendo, o i negozi storici costretti ad abbassare le saracinesche o le piccole famiglie operaie che tutti i fine mese per mandare il figlio a scuola sono costretti a chiedere aiuti economici dai genitori o coloro costretti a lavorare nelle cave fino alla soglia dei settanta quando la disoccupazione dei giovani sfiora il 45%, o chi è stato costretto a perdere la casa perché qualche straniero ha deciso così di punto in bianco che fosse sua costringendo il piccolo insigificante europeo-italiano a elemosinare soldi e ricovero?
Questo prima dell'Euro non c'era, o almeno non in modo così radicato
..anche noi non siamo di sicuro a posto con i torti e le angherie che affliggono innumerevoli genti, non solo italiane... parliamo, scriviamo e contestiamo, ma alla fine finchè non tocca a noi ce ne sbattiamo... così fa anche rima.
Caro Angelo, posso solo dirti che Pompei se stava in Svizzera di sicuro non crollava a pezzi... e neanche se stava in Germania sotto il regime della Cancelliera...
Sappiamo giudicare gli altri ma non diamo mai un resoconto veritiero sulle attuali qualità degli Italiani...un popolo di cacasotto telecomandato dalle televisioni e preso per i fondelli da tutto quanto il resto del Mondo... questo è quello che ci meritiamo quando mandiamo a conferire con Capi degli altri stati un personaggio al quanto astruso neppure capace di allacciarsi da solo la giacca.

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 14. Februar 2015 um 18:06
Caro "Ciolly" (perdonami ma non so il tuo vero nome...),

capisco e comprendo il tuo sfogo e la tua rabbia... sacrosanta!

Ma la deriva estremamente politica di questo forum non mi permette di risponderti in modo adeguato e corretto nei tuoi confronti... io avevo cercato di dare un' impronta e una direzione dapprima si politica ma poi realmente più profondamente filosofica e più profondamente sociale e morale.
Perchè la politica è stata... è... e sarà la nostra rovina, purtroppo!

Su alcune riflessioni sono pienamente daccordo con te, su altre assolutamente no...

Sappi solo che, grazie alla complicità di tutti noi italiani (politici, economisti, finanzieri, persone comuni...), se l' Italia non fosse entrata nella Comunità Europea... beh ora saremmo stati dilaniati e massacrati dagli amorali e criminali "squali" della Finanza creativa... e qua mi fermo!!!

Ripeto un concetto che ho già espresso in questo Forum...:
cioè che quando tutta l' Umanità capirà realmente la Verità secondo cui finchè ci sarà una qualsiasi forma di divisione, continueranno ad esserci superficiali egoismi... continueranno ad esserci miserabili conflitti politici, economici e militari...

La Divisione, caro "Ciolly", ci porterà solo alla più infima miseria umana... e alla nostra lenta ma inesorabile distruzione.

...e forse i nostri pronipoti tutto ciò un giorno finalmente lo comprenderanno...

Cari saluti e buone montagne a Te...

Angelo

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 14. Februar 2015 um 19:11
Ciao,
condivido pienamente il tuo sfogo, ma certo non è solo colpa dei nostri governanti. Quando si fa parte di un sistema politico "globalizzato" (una rete, anzi groviglio immane) malato non è possibile altro che ammalarsi e morire.
A meno di spezzare la rete, liberarsi e fare da sè, come abbiamo saputo fare (e brillantemente) in passato: ma qui più che andare in piazza e gridare Vaff... non si è capaci di fare.
Condivido anche Angelo, la politica è la nostra maledizione... come da riflessione di Napoleone Bonaparte che più elegantemente parlò di "destino". Ma di fatto essa non è che espressione malata della filosofia stessa, purtroppo.

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 14. Februar 2015 um 19:38
Ciao Emiliano,

ho volutamente limitato la mia risposta a Ciolly proprio per sublimare la politica e la visione ovviamente soggettiva di ognuno di noi...

Hai ragione a definire la politica stessa come una sorta di maledizione e, per concludere il discorso definitivamente, un vero saggio o un vero filosofo o un vero mistico ci sorriderebbero e esclamerebbero una reale e sacrosanta verità:
cioè che la Politica è diventata anche e sopratutto il nostro alibi... e tu già sai chi nè fruisce e chi subisce...

Spero che non mi porti rancore, visto le iniziali e diverse vedute, e se un giorno ci incontreremo in montagna al bando la politica... al bando l ' economia... al bando la moralità e la filosofia... e quindi spero mi farai sentire le dolci e avventurose melodie dei tuoi Poncioni... :-)

Ciao e buona serata...

Angelo

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 14. Februar 2015 um 20:13
Ciao Angelo,
grazie per la risposta. Figurati se me la prendo per così poco: e a che pro? Per darla vinta a questi briganti?
Ben venga l'incontro su Poncioni, Pizzi, Cime e Torroni...

A presto

Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 14. Februar 2015 um 20:23
Bene... :-)

Giuan hat gesagt: RE:
Gesendet am 6. März 2015 um 21:55
A Poncione e agli altri bravi ragazzi dico: grazie per la bella chiacchierata sulla Svizzera. Leggendole non mi sono affatto messo a ridere, come temeva uno. Stringendo : noi che amiamo la montagna, la bellezza della natura, sappiamo goderla e rispettarla, davanti a lei spesso non ci sono parole, tanto è bella. Guardandola bene capiamo dove possiamo passare, ma diffidiamo di ogni pregiudizio. E i pregiudizi non servono nemmeno per capire il mondo la Svizzera, che non è fatta solo di ricchi o di banchieri (le banche sono al contempo un bene e un tumore del misto tempo, ma voluto da tutti, svizzeri e non), né per capire l'Italia, che non è affatto come sembrerebbe guardando la Tv o leggendo i giornali. C'è anche un popolo in tutti e due i posti, ricco di cultura e di tradizione, capace di vivere amando il proprio paese, capace di solidarietà e di inventiva. Noi della montagna lo possiamo capire bene, perché siamo la stessa gente, parliamo la stessa lingua, usiamo anche il silenzio, quando serve. Ciao ragazzi, speriamo di incontrarci sulla Grigna o sul Pizzo di Claro.
Giovanni ( Bellinzona )

GAQA hat gesagt:
Gesendet am 10. Februar 2015 um 14:15
Comprendo e approvo la meditazione estatica di Emiliano,posso solo immaginare che il "Mondo Svizzero" per lui possa essere qualcosa che visto dall'esterno è il riflesso di una civiltà in termini estetici Apollinei o semplicemente perfetti,razionali,idilliaci.Dal punto di vista soggettivo credo di aver capito che la "Svizzera Naturalistica" possa essere fonte d'ispirazione con funzione pacificante e di benessere interiore in armonia con la Natura.

Ma il tema centrale e il succo del discorso credo che l'abbia centrato Angelo nella prima parte del suo commento..." Ma fermiamoci qua"..chi ha orecchie per intendere intenda !

Sudditi o liberi ?? Non lo decidono loro sicuramente.Esistono popolazioni "predestinate" e popolazioni "meno predestinate" alla LIBERTÀ. !!

Visto che il discorso è confluito in Geo-politiche,io ancora oggi mi chiedo e mi domando : " i 500.000 bambini morti in Iraq in questi 10 anni,avrebbero ancora giocato con Saddam?" E Abu Bakr al Baghdadi il " successore" che ha colmato il vuoto della Democrazia,chi l'ha creato ?? U.S.A. e company??

Credo che tutti noi " sottomessi" da un società basata su disinformazione,corruzione dobbiamo ancora ritenerci fortunati,sotto molti punti di vista.
I MOSTRI SONO TANTI ,ma dobbiamo andare avanti e combatterli e dire " SI ALLA VITA".


Angelo & Ele hat gesagt: RE:
Gesendet am 10. Februar 2015 um 18:11
Interessante il tuo emotivamente intelligente spunto sulla Libertà e sulla aspettativa di vita dei cittadini appena liberati...

Occorrerebbero numerose e profonde.. profondissime riflessioni filosofiche.. ma non è questa la "sede" opportuna.

Permettimi solo una microscopica divagazione:
...in questa nostra vita la Verità ci può apparire solo rarissime volte... ad alcuni numerose volte... e ad altri ancora questa velata Verità non apparirà mai...
Ma quando questa Verità "bussa" alla nostra porta spesso non la capiamo perchè per scoprirla e comprenderla occorre essere in molti...:
Uno per raccontarla...
Uno per scriverla...
Uno per subirla...
Uno per capirla...
Uno per nasconderla...
Uno per piangerla...

Cari saluti anche a te Alessandro...

Angelo


Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 10. Februar 2015 um 21:01
Ciao Alessandro,
la mia visione della Svizzera è dovuta anche e soprattutto da visuali "interne": quando la vivi, e vivi le sue genti, la sua civiltà, posso dirti che tornare nei miei confini a volte mi pesi. La "meditazione estatica" non è che una semplice e dovuta manifestazione d'ammirazione.
In Francia, benchè anch'essa anni luce sopra l'Italia, non ho avuto la stessa sensazione.

Ciao grazie

Poncione hat gesagt:
Gesendet am 10. Februar 2015 um 20:51
Scusatemi, ma credo che gli svizzeri di Hikr si stiano facendo delle sane e robuste risate. Noi italiani ci facciamo sempre riconoscere, ed ogni scusa diventa buona per parlare di politica, purtroppo. Lungi da me, Vade Retro.

Non mi resta dunque che ribadire quanto volevo dire col primo messaggio e nulla più, complimentandomi ancora per il coraggio degli svizzeri nel restare se stessi, semplici, senza grilli per la testa, sostanzialmente impermeabili all'esterno. In una parola, neutrali, proprio come la loro nazione.

http://www.youtube.com/watch?v=osNDoDN_vtc

"À nos accents religieux, Liberté, redescends des cieux, Et que ton règne recommence!"

MicheleK hat gesagt: RE:
Gesendet am 15. Februar 2015 um 01:33
Ciao Emiliano,
ho la netta impressione che questo thread su hikr non c'entri molto... ma quale cittadino di doppia Nazionalita' Svizzera e Italiana, bilingue di famiglia Svizzero tedesca ma cresciuto e radicato a due chilometri dalla ramina, che ha vissuto in vari paesi Europei negli ultimi 10 anni, permettimi un breve commento.

In effetti il contesto storico Elvetico ha creato una societa' con fortissimo federalismo e basata sulla sovranita' dell' individuo; e' vero che ha creato una societa' dove tutto funziona in base al consenso e quindi un certo tipo di solidarieta' e rispetto del prossimo. Sono questi aspetti guadagnati in 700 anni di democrazia di base in uno stato federalista unico al mondo.

Usare le visioni romantiche del Rossini pero' mi sembra un po esagerato: in un contesto globalizzato la sua ( e tua) idealizzazione del ' rimanere se stessi purtroppo ha i suoi limiti e viene spesso fraintesa per ' rimanere da soli'. Anche se lo vorremmo - anche io compro slow food e consumo prodotti locali dove posso, l' economia reale di uno stato purtroppo non si ferma alla frontiera... quello che vediamo con il cambio Euro/CHF e' un piccolo esempio dell' evoluzione in corso... A lungo termine la soluzione puo' solo essere un adeguamento, spesso doloroso, un' modello d' integrazione nel mondo circostante - la questione e' perche', come, cosa, quando... l' isola felice sta per essere sommersa... l' isolamento, come molti propongono qui, non e' un concetto sostenibile per uno stato.

In questo lungo processo ci sono molti aspetti da ritenere, come la democrazia diretta, il federalismo, etc, mentre per latri versi ci si dovra' adattare, e per altri ancora la Svizzera ha molto da imparare. Rimanere se stessi si, ma non da soli...

Un saluto transalpino,
Michele

PS: i pascoli, i monti, i laghi, i ghiacciai, oggettivamente, rimangono i piu' belli d' Europa ;) :D


andrea62 hat gesagt:
Gesendet am 11. Februar 2015 um 09:35
Scusate se intervengo in un sito dedicato alla montagna ma non ho resistito alla tentazione di dire anche io la mia. Inizio quindi da una frase di Ed Hillary : "Sono ancora tante le sfide da affrontare e da vincere." Lui la diceva per l'Everest e io la applico all'Unione Europea. L'Europa è una entità che stiamo costruendo poco a poco e con pause che durano lustri.

La Comunità Europea ha garantito la pace tra nazioni da sempre in guerra, pace che oggi diamo per scontata ma che non lo è, e che 70 anni fa sembrava una utopia.

Tante volte però la UE mi sembra una accozzaglia di Stati dove ognuno pensa a tirare acqua al proprio mulino. Dove qualcuno elabora machiavellici regolamenti per favorire se stesso a scapito di qualcun altro e cerca di volta in volta l'appoggio di altri Stati o staterelli in numero sufficiente per avere la maggioranza.

Inoltre è stata fatta una moneta comune, non per tutti, e poi il processo di integrazione mi sembra essersi fermato. Per esempio non ci sono nè una politica fiscale comune nè una politica estera comune e nemmeno le vedo all'orizzonte.

Concludo completando la frase iniziale del buon Hillary "La strada è lunga!"

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 11. Februar 2015 um 13:11
Grazie per il tuo cortese e neutrale intervento.
Staremo a vedere, e speriamo che molte cose cambino... in meglio s'intende.

Ciao

igor hat gesagt:
Gesendet am 15. Februar 2015 um 09:03
Se posso dire la mia su questo argomento anche se magari penso un po' negativo ma secondo me qua sta succedendo un casino della madonna non voglio parlare né di svizzera ne di italia e tantomeno degli altri altri stati ma star qui a parlare della storia mi sembra irrisorio qui bisogna guardare al futuro e sono certo c'è di questo passo sprofonderemo tutti e quindi dico tutti intendo tutti , forse è venuto pultroppo il momento di un altra guerra mondiale per rimettere a posto tutto , basta guardare i telegiornali ogni giorno quindi inutile pensare e scrivere cose del passato pultroppo la realtà è un altra e se va avanti così ci sarà poco fa ridere e quando dico poco intendo per tutti svizzera compresa ciao

Nevi Kibo Pro hat gesagt:
Gesendet am 15. Februar 2015 um 19:32
A malincuore, sto con Igor: temo che l'abbia azzeccata. (Ma, forse, la Svizzera è abbastanza organizzata, coesa e consapevole da riuscire a galleggiare sopra quest'altro disastro che si sta profilando.)
Riguardo all' Unione Europea e a tutti i rispettabilissimi commenti, non ho visto cenno a quello che è il male originale: la pretesa di fare un'unione economica (rigidamente regolamentata pure), prima di aver fatto una vera unione politica; da lì, nascono tutti i guai.
Godetevi le montagne, va': sono state calpestate da centinaia di guerre e sono ancora lì.
Ciao
NK

Francesco hat gesagt:
Gesendet am 15. Februar 2015 um 20:51
...Quanto pessimismo leggo in qs. righe.........
........suvvia !!!!!
La vita è una ed è bella !!!
Lunga o corta che sia viverla è un priviligio !!!

Jm Morrison diceva :

La vita è come uno specchio: ti sorride se la guardi sorridendo.

Poncione hat gesagt: RE:
Gesendet am 16. Februar 2015 um 13:06
Bravo Francesco, sottoscrivo.
Rispondo a te ma anche a chi ti ha preceduto.
Bene o male, ognuno di noi ha sia ragione che torto... ma francamente è meglio vedere il bicchiere mezzo pieno.

Ciao

turistalpi Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 17. Februar 2015 um 13:38
Concordo totalmente con Francesco e Poncione... poi siamo su un sito di montagna....cosa c'entra la politica? Cerchiamo di stare sui monti....ed in salute. Enrico


Kommentar hinzufügen»