Svizzera, l’orso M13 è stato abbattuto


Publiziert von Francesco, 20. Februar 2013 um 17:53. Diese Seite wurde 736 mal angezeigt.

POSCHIAVO, Svizzera — M13 non c’è più. L’orso che abitava le Alpi al confine tra la Lombardia e e il Canton Grigioni è stato abbattuto ieri mattina in Val Poschiavo. Le autorità elvetiche cantonali,  responsabili della decisioni e dell’atto, avrebbero dichiarato che il provvedimento è stato reso necessario dall’atteggiamento dell’orso, considerato “problematico” e quindi un rischio per la sicurezza delle cose e delle persone.

Il provvedimento era nell’aria e la vita di M13 sembrava appesa a un filo da giorni. Secondo quanto raccontano i giornali svizzeri il 9 febbraio il plantigrado si era svegliato dal letargo e si era spostato verso sud, facendo poi ritorno alla sua tana invernale dopo qualche ora. Successivamente era stato visto da una coppia sul sentiero che porta da Poschiavo a Miralago, poi da una ragazza che si era spaventata a tal punto per l’avvistamento dell’orso da essere stata ricoverata in stato di choc. Tuttavia è da rilevare che in nessuno dei due casi l’animale aveva attaccato le persone.

Di diverso avviso sono state fin da subito le amministrazioni svizzere che hanno ricominciato a ventilare l’ipotesi di allontanare M13 per la sicurezza di cose e persone. Poi ieri le parole sono diventate fatti, e di quelli irreversibili.

“Nella regione di Poschiavo si è spinto sempre più sovente fino nei centri abitati alla ricerca di cibo e senza mostrare alcun timore dell’uomo anche dopo il letargo – avrebbero dichiarato le autorità cantonali nei comunicati stampa ufficiali diffusi dalla stampa svizzera -. Le ripetute azioni di dissuasione volte ad allontanarlo dai villaggi non si sono rivelate efficaci. L’orso non ha modificato il proprio comportamento. Dopo che a partire da ottobre 2012 si era spinto sempre più sovente nelle zone abitate, i responsabili a livello federale e del Cantone dei Grigioni hanno deciso di farlo rientrare nella categoria degli orsi problematici e, di conseguenza, di tenere conto in modo particolare del rischio che esso costituiva per la sicurezza delle persone. Il radiocollare ha consentito di sorvegliare da vicino M13. Dopo che nel novembre 2012 era entrato in un’abitazione alla ricerca di cibo e che al termine del letargo si è avvicinato di giorno a persone senza dimostrare alcun timore è stato dichiarato pericoloso per la sicurezza delle persone. Conformemente alla Strategia Orso Svizzera, l’abbattimento era inevitabile”.




Kommentare (39)


Kommentar hinzufügen

silberhorn Pro hat gesagt:
Gesendet am 20. Februar 2013 um 18:15
Würden Bären genug Nahrung in der "Wildnis" finden gefiele es ihnen vermutlich dort besser als bei den Menschen.

Wölfe, Biber etc werden zuerst mit grossem Aufwand und hohen Kosten angesiedelt, danach erschossen weil sie von eineigen Menschen als Problemtiere eingestuft werden. Statt vorwärts in die Zukunft zurück in de Vergangenheit ist ihr Motto!

Die Jenigen die die Abschüsse bewilligen.... behalte ich für mich.


Francesco hat gesagt: RE:
Gesendet am 20. Februar 2013 um 20:17
Silberhorn

I agree with everything you say, it is much easier to kill than keep alive.

Francesco hat gesagt: Dove sono i luminari ????
Gesendet am 20. Februar 2013 um 19:48
...Possibile che la "grande" mente umana non abbia trovato un'alternativa a questa morte innocente.
Soffermiamoci su qs. domanda !!!!!!

heliS hat gesagt: RE:Dove sono i luminari ????
Gesendet am 21. Februar 2013 um 08:00
Quoto in toto
Era quello che volevo commentare io
:(

Daniele66 hat gesagt: RE:Dove sono i luminari ????
Gesendet am 21. Februar 2013 um 18:45
Come succede nei grandi parchi Africani,non era proprio il caso di sedarlo e portarlo in una qualsiasi riserva dove,poteva continuare la sua gia'travagliata esistenza? cose da pazzi............Daniele66

akka hat gesagt: Verantwortung u
Gesendet am 20. Februar 2013 um 22:47
Pech für den Bären, der nun mal kein Teddy war. Das Raubtier wurde für Eltern in Sorge um ihre Kinder zur unkalkulierbaren Bedrohung. Vor Ort Erleichterung - in der Ferne Entrüstung.
Vielleicht trösten sich jene, die klagen der Abschuss war ein Fehler damit, dass es schon verantwortungslosere Fehlentscheidungen in der Weltgeschichte gab.

MicheleK hat gesagt: RE:Verantwortung u
Gesendet am 20. Februar 2013 um 23:19
Lieber akka,

this is testimony to authorities who are absolutely clueless, unable and overwhelmed to find viable alternatives for the management of this situation. Of course the densely populated valley and extensively used alpine territory in Val Poschiavo is unsuitable for a bears habitat! and of course one cannot change a bears behaviour! anyone who has been to US national parks or watched hanna&barbera cartoons must know this. despite I don't know the precise legislation I am sure there might have been ways to decide otherwise and transport M13 in a safe place where he can be bear...

In Switzerland compromises are always found when it's about the own wallet. Here, I am afraid, the cost of the operation and political pressures killed the bear!

sorry to say this - another example of stubborn Swiss public service mentality !

Michele

Francesco hat gesagt: RE:Verantwortung u
Gesendet am 21. Februar 2013 um 06:35
....Michele se fosse stato un orso degli Emirati, e con un conto in banca a 12 cifre, di sicuro l'avrebbero tenuto in vita in qualche bunker.

Amedeo hat gesagt: Scelte
Gesendet am 21. Februar 2013 um 06:30
Se si abbatte un orso, benchè fuori habitat e potenzialemente pericoloso, quanti uomini politici e banchieri dovremmo abbattere, responsabili di povertà, suicidi, dissesto sociale, disoccupazione!?? E' una posizione dura, lo so, ma si tratta di sopravvivenza e forse, questi comincerebbero a trattare gli altri uomini da pari e non da schiavi. Povero orso.....e poveri noi!!
Amedeo

Simone86 hat gesagt:
Gesendet am 21. Februar 2013 um 08:55
Nel 2013 l'abbattimento di un animale raro nelle nostre zone non dovrebbe esistere, da decenni gli animali che si allontanano dalla propria area vengono riportati indietro dopo essere sedati, ma ovviamente resta più comodo (ed ignorante) risolvere la cosa in questo modo.

Montanaro hat gesagt:
Gesendet am 21. Februar 2013 um 09:30
Dico solo che capire la mente umana è davvero difficile. Abbattere un animale che sulle Alpi si era praticamente estinto è folle. Non me ne vogliano gli amici della Svizzera, ma uno stato che ha fatto della montagna e della natura un orgoglio nazionale e un marketing sfrenato, possibile che non ha altre soluzioni etiche al di fuori dell'abbattere un orso. Voglio ricordare che l'Orso Bruno molto difficilmente attacca l'uomo, abbiamo l'immagine del Grizly in America che è ben diverso e senz'altro più pericoloso e grosso. L'Orso Bruno non ama l'uomo perchè lo vede come un predatore quindi tende a non condividerne l'ambiente a meno che non è costretto. La stessa cosa vale per il Lupo! Il problema dei pastori e delle greggi a mio giudizio è risolvibile, diamine abbiamo varcato la soglia del 2000 siamo andati sulla luna, abbiamo fatto scoperte rivoluzionarie e non siamo capaci di risolvere un problema di convivenza??? mah

Francesco hat gesagt:
Gesendet am 21. Februar 2013 um 09:45
.....L'uomo è prepotente,non è in grado di adattarsi alla natura, ha dovuto creare degli accessori "elettrodomestici" affinchè le giornate fossero piu' confortevoli. Qs. ha creato un caos, e pian pian la natura ha dovuto inchinarsi alla bestialità dell'ominide...... fino a quando ????
....A che prezzo ????
L'orso, la lince ,il lupo.... esistevano prima degli esseri umani!!!!

grandemago hat gesagt:
Gesendet am 21. Februar 2013 um 10:23
.......E' l'arroganza becera e ignorante della specie eletta, fatta ad immagine e somiglianza di Dio!

silberhorn Pro hat gesagt:
Gesendet am 21. Februar 2013 um 10:25
Der Artikel vom Zoologen Jörg Hess drückt exakt meiner Meinung aus.
[bazonline.ch/panorama/vermischtes/So-wird-jeder-Baer-zum-Ris...].

Vielleicht hat ein Hikr-Mitglied Zeit und Lust den Artikel ins Italienische zu übersetzen.

MicheleK hat gesagt: RE:
Gesendet am 21. Februar 2013 um 20:58
tja - leider zu viele Problemmenschen!
Michele

Winterbaer Pro hat gesagt:
Gesendet am 21. Februar 2013 um 13:28
Quando ieri ho letto del povero orso M13 ho pensato: una storia esattamente identica a quella di JJ1/Bruno abbattuto nel 2006 alla Rotwand/Mangfallgebirge in Baviera. Quando Bruno si era mostrato la prima volta in Baviera tutti i politici dicevano "benvenuto". C`è il discorso famoso del ex-primo ministro Stoiber da ridere. Poi anche Bruno era un orso problematico e non sono riusciuti di prenderlo vivo con una fugile narcosi. Hanno ordinati gli specialisti della Finlandia con i "cani d`orso"...Nessuno è riusciuto a prenderlo. Anche il direttore del Zoo di Monaco, esperto di narcosi con cerbottana, aveva offerto i suoi servizi, man non l`hanno chiesto. Bruno invece è camminato tra le città e ha dormito davanti il posto di polizia di Kochel am See. Ha saccheggiato alcuni alveari, sbranato alcune pecore, ma non ha mai attaccato un uomo. Quando si è preparato a stare nella regione della Rotwand l`hanno abbattuto. A me è dispiaciuto moltissimo di sentirlo. E anche lui è stato impagliato ed è mostrato adesso nel museo a Monaco. Anche lui prima aveva un incidente con una macchina. Bruno era camminata essattamente per le nostre montagne delle Alpi dell`Ammergau e abbiamo fatto delle gite lì in questo tempo senza paura dell`orso. L`orso si era sempre scapato dagli uomini. Ma naturalmente anch`io so che un orso non è un Teddy!
Mentre le discussioni succedenti con tante persone ho dovuto sapere che la mia opinione non è quella degli altri. Mi sono attirata la rabbia di tante persone. È molto triste per gli orsi. Ma ho dovuto capire che il mondo qua (Germania, Svizzera, Italia) non ha più posto per gli animali come orso, lince, lupo etc.
Mi piacciono tanto le parole di Francesco e Grandemago e condivido il parere in questione dell`aroganza della specie umana. L`uomo "l´incoronazione della creazione", la specie più sviluppata e più intelligente...che si leva sopra tutti gli animali e tutta la natura... si dovrebbe vergognare. Ma ognuno di noi è parte di questa specie. Anch`io ho bisogno delle conquiste moderne che agevolano la nostra vita quotidiana. A me rincresce tanto ogni animale morto in strada...perché secondo me gli animali c`erano prima dell`uomo. Abbiamo costruito le case e le strade, abbiamo spostato loro che erano qua prima di noi "uomini in somiglianza di Dio"... Che povera specie che siamo, ma purtroppo anch`io sono un pezzo di essa. Il mondo non avrebbe affatto avuto bisogno di noi uomini. E secondo me è già troppo tardi per un orso o un lupo qua da noi. Mi dispiace tanto per gli animali!
In questo mondo siamo solo degli ospiti e chissà che cosa il mondo una volta parlerà di questa specie che c`era:-) Un grande problema: non un orso, ma l`uomo. Peccato che neanch`io ho l`idea di risolvere questo problema. Ma credo che "dovranno" abbattere ogni orso e lupo nel futuro da noi. Metterlo in un giardino zoologico sarà ancora più brutto. È troppo tardi e siamo già troppi esemplari di questa "specie eletta" sul mondo.
Mi dispiace e mi dispiace il mio italiano male per esprimere bene che cosa vorrei dire!
Vivano gli animali, vivano gli uomini, viva il mondo...ma tutti insieme come fare? Nessuno lo sa!

stefano58 hat gesagt: RE:
Gesendet am 21. Februar 2013 um 13:43
Il tuo Italiano, anche se non perfetto, esprime bene quello che intendi dire.
E lo condivido perfettamente.
Sperando che terminino queste uccisioni di animali considerati pericolosi, quando l'unica specie veramente pericolosa è la nostra.
Ciao
Stefano

Winterbaer Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 21. Februar 2013 um 15:53
Grazie Stefano per avere capitomi:-)

Francesco hat gesagt: RE:
Gesendet am 21. Februar 2013 um 15:21
....Sapevo di toccare il tuo cuore Ushi, mi spiace.
Ciao.

Winterbaer Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 21. Februar 2013 um 15:52
Ma tu non hai ucciso l`orso, Francesco! E si può leggere la triste notizia anche qua. Guardando la TV da noi si vede trottare il bel orso M13.
Sapete tutti che a me piacciono tanto gli orsi in particolare. Ma cosa fare. Il prossimo orso che arriverrà dal Trentino avrà lo stesso destino. Potrebbero narcotizzarlo e portarlo in Canada. Magari lì sarà felice?
Nel momento non si deve guardare la TV affatto. Si vede gli orsi e lupi che non hanno più posto qua. È si vede i cavalli maltrattati in Romania da dove viene la carne bon mercato nelle lasagne del "cibo pronto" dichiarato da bovino. Gli animali maltrattati non posso sopportare, meglio non guardare più la televisione affatto.
C`è scrittto nella Bibbia che " l`uomo dovesse far il suo suddito l`animale"? Cosa vuol dire? Non l`ho mai capito. Magari è un errore delle varie traduzioni dell`originale! Magari c`era scritto: devi rendere onore alla natura e agli animali!

Ciao Francesco! Stai bene!

Uschi

Francesco hat gesagt: RE:
Gesendet am 21. Februar 2013 um 16:22
..Uschi,un suddito è costretto per tutta la vita ad essere sottomesso dalla fascia gererchica superiore. Il Re o la Regina.

Morale... è esattamente cio che stiamo facendo.

Winterbaer Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 21. Februar 2013 um 17:03
Siccome sono un pò "semplice e rivoltanta" (ma come esprimere in italiano!?) per me tutti gli uomini sul mondo, non importa chi è, sono uguali dalla nascita. Ognuno deve sentire dalla sua coscienza morale cosa fare e non fare. La buona coscienza dovrebbe esser formata dall`educazione buona. E si dovrebbe sentire in se stesso come trattare- meglio rispettere!- gli altri uomini o animali e la natura. Non si avrebbe affatto bisogno di una chiesa con le sue regole, di un re, regina o di un` altro "guida". Ma io so, che questo mondo sarebbe solo una fantasia. Che peccato!
Magari adesso hai finito di capirmi:-) Scusa! :-)

Ciao!
Uschi

silberhorn Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 21. Februar 2013 um 18:31
Uschi winterbear hast die dem Artikel von J.H. nachfolgenden Leserbriefe gelesen?

Winterbaer Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 21. Februar 2013 um 20:43
Hallo Maria!
Nein bisher nicht. Aber eben hab ich sie gelesen:-) Danke für den Hinweis.
Ja ist alles nicht so einfach auf der Welt, leider! Wenn ich zaubern könnte, würde ich diese "Probleme" einfach alle wegzaubern und ich hätte gern das "Paradies" in friedlicher Einigkeit mit Natur, Tier und Mensch. Das ist leider nicht möglich, das weiß ich doch:-( Sehr traurig!

silberhorn Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 22. Februar 2013 um 11:24
Sali Uschi

bestimmt haben Dir die meisten Lesebriefe von Gleichgesinnten gut getan.

G, maria

Winterbaer Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 22. Februar 2013 um 11:51
Hi Maria!
Teilweise habe ich gedacht, die schreiben ja genau das gleiche, was ich grad hier abgelassen habe.... Und ich setze mich damit dauernd irgendwo in die Nesseln! Besonders damals, als sie hier den Bruno abgeknallt haben, als er friedlich an der Rotwand seinen Platz gefunden hatte. Seitdem hängt an unserer Haustür ein Bild vom ihm. Oft denke ich, ich habe eine ganz andere Einstellung zu Natur und Tier als die meisten und habe dafür auch schon viel Hass abbekommen. "Wirst schon sehen, wenn der Bär mal einen anfällt" usw. Bisher hat keiner der "gestörten Problembären" je einem Menschen was getan. Im Gegenteil sind sie in der direkten Konfrontation mit einem Wanderer immer abgehauen.
Natürlich tut es gut, von gleicher Ansicht zu hören. Aber, wir werden leider alle die Welt nicht ändern können! Ich meine, es sind schon "zu viel Menschen" auf der Welt und deren Ansprüche werden sich immer mehr durchsetzen, nicht die der Tiere, die vorher da waren.
Sehr traurig!
VG Uschi

Amelia hat gesagt: M13
Gesendet am 21. Februar 2013 um 17:24
... l' Orso ritornerà..
sarà grande e possente...
si moltiplicherà e vivrà libero e selvaggio...
...ogni Monte conoscerà il suo Nome...
Questo accadrà quando l'Uomo sentirà la responsabilità della sua felicità e di quella di tutto il creato...

homo selvadego hat gesagt:
Gesendet am 21. Februar 2013 um 18:52
solo in Svizzera possono succedere queste cose...vi ricordo solo la famosa "Tour Eiffel" sul Piccolo Cervino...
E’ questo il modello di montagna svizzera? Sono fiero di essere italiano con tutti i nostri difetti...ma anche i nostri pregi...!!!

Winterbaer Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 21. Februar 2013 um 21:12
> solo in Svizzera possono succedere queste cose
Anche in Germania, purtroppo de.wikipedia.org/wiki/JJ1.
La densità della populazione qui è semplicemente troppo grande. Ci sarano sempre più di voci contro un orso, come credo. La Finlandia (400-1000), Svezia (1200 orsi) sono diverse. Ci sono grandi boschi e laghi e abbastanza posto per tutti gli orsi. Nella Finlandia un orso è "l`animale nazionale" ed è "santo". Perché non portare tutti gli orsi di qua ai laghi di Finnlandia invece di abbatterli? Poveri orsi....

heliS hat gesagt:
Gesendet am 21. Februar 2013 um 19:00
Intorno al minuto 22 ... "l'intervista" con M13 ...
https://soundcloud.com/millevalvole/millevalvole-20-11-2012

MicheleK hat gesagt: RE:
Gesendet am 21. Februar 2013 um 21:04
Ciao Silvia,
ma come fai a scovare sta cosa - con tanto di accento poschiavino ... forse e' l' M13 di FB?

Saluti,
Michele

heliS hat gesagt: RE:
Gesendet am 22. Februar 2013 um 13:00
E' una trasmissione di una radio di MI che ascolto regolarmente e credo di si, che sia M13 di FB

akka hat gesagt:
Gesendet am 21. Februar 2013 um 20:26
Nun, mir tut es ja auch ganz fest leid um den Bären. Ob es besser gewesen wäre, ihn in den Zoo zu schicken, mag ich bezweifeln.
Zum Glück bin ich nicht verantwortlich für den Abschuss. Für die Entscheidung habe ich aber Verständnis, ebenso für die Personen, die sich daran stossen, dass sich der Mensch zum Herrscher über Flora und Fauna aufschwingt. Letzteres liegt daran, dass der Mensch Teil der Natur ist und seit mehreren tausend Jahren seine mehr oder weniger existentiellen Interessen "mit grosser Durchschlagskraft" zu wahren pflegt. Sicherlich dachten sich auch die Schafe, welche gerissen wurden, in ihrem letzten Moment, was muss sich dieser Bär zum Richter über meine Existenz aufschwingen…

I wish all participants a relaxing evening.

@Michele K:
Sorry, in this context, personal attacks seems to me embarrassing.

MicheleK hat gesagt: RE:
Gesendet am 21. Februar 2013 um 20:54
Hallo Akka,
keine persoenliche Attacke - wie koennte ich - da wir uns ja nicht kennen. Ich kann dein Verstaendniss fuer die Entscheidung nicht nachvollziehen. Unter Zugzwang haben die Behoerden das fuer sie am einfachsten gemacht - ginge es um irgendeine Heilige Kuh waeren Alternativen moeglich gewesen.
Let's agree to disagree...
Gruss, und wuensch dir einen schoenen Abend,
Michele

silberhorn Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 21. Februar 2013 um 21:26
Tierarzt Martin Wehrli des Tierparks Goldau meint. "Ein Leben im Tierpark wäre für M13 nicht in Frage gekommen". ... wäre mit den Tierparkbedingunge nicht zurecht gekommen... . Beitrag (21.02.2013) in "Schweit aktuell". Bei SFR Player abrufbar.

Winterbaer Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 21. Februar 2013 um 21:40
Ne so ein armer Bär im Tierpark...furchtbar. Dann lieber tot als verzweifelt! Oder ab in den Flieger nach Finnland:-)

Henrik Pro hat gesagt: Russische Republik Jakutien lässt Wölfe töten
Gesendet am 21. Februar 2013 um 21:06
Unter der sibirischen Bevölkerung sind Wölfe trotzdem unbeliebt. Im vergangenen Jahr haben sie in der russischen Teilrepublik Jakutien mehr als 16.000 Rentiere und 3.000 Pferde gerissen. Außerdem suchen Wölfe besonders im Winter immer wieder in der Nähe von Siedlungen nach Nahrung. Deshalb will die Regierung von Jakutien die Zahl der Tiere reduzieren. Maximal 500 sollen noch übrig bleiben. Derzeit sind es noch mehr als 3.500 Tiere. Um das zu erreichen, hat die Regierung Abschussprämien in Höhe von umgerechnet 750.000 Euro ausgesetzt.

(Quelle: http://wissen.dradio.de/nachrichten.59.de.html?drn:news_id=193172) - 20.2.2013

Zioulcera hat gesagt: Re :
Gesendet am 21. Februar 2013 um 23:39
Sapevo da tempo che sarebbe finita così per un " orso comunitario " in Svizzera non è il primo caso da fastidio lo abbattiamo !!! Ritorna il lupo in Vallese, da fastidio li abbattiamo, a oggi sono almeno una decina di esemplari uccisi tutti protetti da convenzioni internazionali .. che la Svizzera ignora continuamente. Abbiamo le scorie nucleari da smaltire !! non c'è problema avevano progettato un tunnel con deposito sotto il Piz Pian Grand peccato che questo tunnel arrivasse ben due chilometri dentro il territorio italiano così ci rifilavano anche quelle !! .. boicottiamo la Val Poschiavo .. NIENTE PIU' turismo dove la gente non riesce a convivere con la NATURA .. e che lo spirito di M13 possa tornare per mordere il culo e chi lo ha giustiziato

Sputnik Pro hat gesagt:
Gesendet am 22. Februar 2013 um 11:11
Sorry für mich gibt's nur Problemmenschen, aber kein Problembär. Das Val Müstair wäre ja perfekt für den Bär vorbereitet gewesen, wieso ging das in Posiavo nicht? ...Und in Italien haben sie ja auch den "Problembären" gehabt wo er aber gar nicht so eine Aufregung verursacht hat.

Ich finde den Abschuss eine Schande für die Schweiz und eine Katastrophe für den Bergkanton Graubünden. Ich werde bei einer kommenden Tour im Posciavo sicher keinen Rappen dort ausgeben ausser gerade für das RhB-Ticket. Eine solche grösstenteils bärenfeindliche Bevölkerung von Posciavo werde ich nicht unterstützen!


Kommentar hinzufügen»