Tragedia in val d'Agnel


Publiziert von nano, 3. April 2010 um 14:37. Diese Seite wurde 1798 mal angezeigt.

Questa doveva essere una   relazione normale di una bella escursione al Julier pass in un ambiente fantastico e con un sacco di neve fresca per divertirsi.Ma il destino ci ha messo lo zampino e la gita si è trasformata in tragedia.
Con il mio socio storico Rino partiamo per il piz d'Agnel, saliamo spediti e in circa 1.30 siamo nei pressi della fourcla d'Agnel a quota 2800. Rino è sempre stato davanti a fare il passo. All'ultimo pianoro prima della forcella decidiamo di fare una piccola sosta, lui mangia una barretta, beviamo qualcosa e poi io faccio qualche passo avanti a lui. Sento che mi chiama< Giuliano, non sto per niente bene, non riesco a respirare>. Mi avvicino a lui e stiamo fermi per un minuto . Rino si inginochia sugli sci e mi dice < ho un forte dolore al petto> < Sarà una congestione gli dico io>allontanando il terribile pensiero di un infarto. Lui si tiene il petto si lascia cadere nella neve e perde i sensi.
Arriva in quel momento una giovane coppia Svizzera, la cosa sembra grave. Decidiamo immediatamente di chiamare i soccorsi, il ragazzo scende verso valle per cercare un posto dove il telefonino prende. Io e la ragazza copriamo Rino con i teli termici.
Lui è esamine per terra e ci accorgiamo che non respira più. Gli pratico la respirazione bocca a bocca, il massaggio cardiaco. A volte sembra che lui faccia un respiro, allora lo prendo a schiaffi e gli urlo< non mollare Rino, fallo per la tua famiglia>  Ma lui non rinviene e allora continuo a cecare di rianimarlo aiutato dalla ragazza.
Saranno passati 10 minuti e finalmente arriva l'elicottero rosso della Rega. Tiro un sospiro di sollievo< ora ci penseranno loro a riportarlo in vita> Adrenalina in vena, flebo, ventilazione , defribillatore e massaggio cardiaco. I medici si affannano . Ad ogni scossa elettrica il suo cuore ha un sussulto e poi si ferma.
Dopo 30 minuti di tentativi la giovane dottoressa mi guarda e mi dice< noi stiamo facendo tutto il possibile ma il suo cuore non reagisce> la guardo sgomento  e la prego di fare tutto ciò che è possibile. Loro riprendono ancora i tentativi per rianimarlo. Ogni scossa fa sussultare il corpo ormai esamine di Rino, ma il suo grafico è piatto.
Prego, imploro i dottori di tentare di portarlo in ospedale., loro decidono per Coira dove c'è la rianimazione. Rino viene messo sulla barella, la trasportiamo a fatica fino all'elicottero affondando nella neve fino alla vita.
L'elicottero rosso parte , io piangendo mi siedo nella neve. I ragazzi che mi hanno aiutato rinunciano a proseguire la gita e scendono con me dopo avermi visto molto scosso. Veramente due angeli
Arrivati al parcheggio avviso mia moglie dell'accaduto e le lascio il tremendo compito di dirlo alla moglie di Rino. Io scendo più in fretta che posso all'ospedale di Coira. raggiungo il pronto soccorso sperando sia accaduto il miracolo. Non c'è stato nessun miracolo, Rino è giunto morto all'ospedale. Un dottore molto gentile mi dice che non ha potuto fare niente, lo avviso che a ore arriverà la moglie e che dovrà dire la stessa cosa a lei.
Giro tutto il pronto soccorso per ritrovare le attrezzature di Rino che avevano viaggiato con lui in elicottero, un personale molto gentile mi aiuta a dispetto dei problemi della lingua. metto tutto sulla mia auto e poi ho il triste compito di aspettare Elettra ( sua moglie) che ancora non sà che lui non ce l' ha fatta.

Il dottore le parla e poi la scena straziante quando lei rivede il corpo. Rino lascia 3 figli tutti sotto i 6 anni
Quasi 20 anni di montagna mi legano a Rino. abbiamo cominciato con semplici escursioni e poi via via attraverso corsi e nostre esperienze abbiamo praticato alpinismo anche ad un buon livello. La montagna ora per me sarà diversa. Non ci sarà la solita telefonata del venerdì sera e le discussioni accese per la meta e sopratutto per l'orario di partenza.
Ma questo è un discorso da egoista, io in qualche maniera tornerò ad andare in montagna, lui però è morto e la cosa che mi angoscia è il futuro della sua famiglia. Quando ho capito che per lui era finita mi sono chiesto perchè è toccato a lui e non a me. Io non ho figli piccoli da mantenere, i miei avrebbero pianto ma si sarebbero fatti una ragione
un ringraziamento particolare va agli angeli della Rega. Non potevano fare di più di quello che hanno fatto. Veramente grazie di cuore

 Ciao Giuliano



Kommentare (40)


Kommentar hinzufügen

Floriano hat gesagt:
Gesendet am 3. April 2010 um 14:55
Sgomento, rabbia, dolore ...non mi vengono altre parole ...
Le più sentite condoglianze alla moglie e una carezza, che non sostituirà mai quella del padre, ai figli.


heliS hat gesagt: Sono sconvolta.
Gesendet am 3. April 2010 um 15:07
E' vero, lo conoscevo poco, ma conosco bene Giuliano.
Rino mi piaceva, mi piaceva chiacchierare con lui, andare in montagna tutti e 3 insieme. Mi divertivo quando mi raccontavano le loro discussioni sugli orari di partenza o i progetti campati per aria che abbiamo fatto salendo al Legnone.
Piango per la moglie ed i figli che rimangono qui ... non ci sono parole.
Questa volta non è colpa della montagna, anche se è morto nell'ambiente che amava. L'assassino è stata la natura ... una natura che non concede grazie e che non guarda in faccia a nessuno.
Ciao Rino ... un abbraccio a tutti quelli che lasci qui.

Un abbraccio forte anche a Giuliano, che ha dovuto vivere questa tremenda esperienza da solo. Essere da soli in macchina scendendo verso Coira ed essere da soli la, mentre il dottore ti dice che non ce l'ha fatta. Essere da soli mentre aspetti la moglie ... Un abbraccio forte forte.

Anna hat gesagt:
Gesendet am 3. April 2010 um 15:32
È difficile trovare le parole ... perfino non conoscendo per niente il povero Rino.

Le mie più sentite condoglianze alla sua famiglia ed ai suoi amici ed un abbraccio forte forte a te, che hai vissuto questa esperienza difficilissima.

Che Rino riposi in pace, il suo ultimo sguardo sulle montagne che amava...

Anna

UpTheHill hat gesagt: Vorrei poterti dare...
Gesendet am 3. April 2010 um 21:04
...le lacrime che mi sono uscite leggendo quando successo da portare alla moglie e ai figli di Rino. Un abbraccio forte anche a te Giuliano, per rinsaldare il tuo coraggio e la tua forza nell'aiutare te stesso e loro a superare questo tragico momento.

Con amicizia

Nino

nano hat gesagt: Grazie a tutti
Gesendet am 3. April 2010 um 22:20

Vi ringrazio veramente tanto di essermi vicino in questo mio momento difficile.
Porterò le vostre condoglianze alla sfortunata moglie di Rino . Lei ora ha davanti una montagna enorme da scalare, speriamo ne sia all'altezza.

Ancora grazie

Giuliano

MicheleK hat gesagt: senza parole
Gesendet am 4. April 2010 um 01:17
Caro Giuliano,
su questo sito con grande rispetto ho seguito molte delle vostre escursioni - specialmente mi avete portato piu vicino alle vostre amate montagne Lariane...

Sentite condoglianze alla famiglia e tutti gli amici stretti.

Michele

beppe hat gesagt: senza parole
Gesendet am 4. April 2010 um 07:21
un forte abbraccio giuliano per questi tremendi momenti .
Sentite condoglianze alla famiglia.

Francesco hat gesagt: Cordoglio!!!
Gesendet am 4. April 2010 um 08:39
La montagna con un grande abbraccio ha deciso di tener con se Rino,per sempre!!
Quelle montagna da lui tanto amata!!!
riposa in pace Rino,ogni qualvolta saliremo sulle cime sarai nei nostri cuori.
Cosa dire a Giuliano, son tracorsi 8 anni dalla mia tragedia sullo Stralhohorn la ricordo come fosse stata ieri, si forte, essa vivra' con te!!!

turistalpi Pro hat gesagt: tragedia in val d'agnel
Gesendet am 4. April 2010 um 09:50
Sentite condoglianze alla famiglia di Rino ed a Te Giuliano. Devono essere stati momenti molto brutti e tristi su in val d'Agnel. Forza Giuliano fatti animo perchè Rino sarà sempre in montagna con Te.Enrico

siso Pro hat gesagt: Ciao Rino!
Gesendet am 4. April 2010 um 10:15
Caro Giuliano,
leggo il tuo messaggio con una forte fitta al cuore. Hai tutta la mia solidarietà per la terribile esperienza vissuta, nella consapevolezza che può capitare a tutti noi, amanti della montagna. Ti auguro di ritrovare presto maggior serenità! Porgo alla famiglia le mie più sentite condoglianze e un abbraccio ai piccoli, con l'augurio che possano crescere ancora più forti. Coraggio!!!

grandemago hat gesagt:
Gesendet am 4. April 2010 um 11:40
La commozione m'impedisce di trovare parole......
Un abbraccio.
Aldo

clotilde hat gesagt: x Rino e Giuliano
Gesendet am 4. April 2010 um 12:07
Che dire non ci sono parole, mentre leggo mi scendono le lacrime. Cosa ci può consolare Rino è salito in cielo tra le sue montagne ora avremo un amico in più quando cantiamo Signore delle Cime:
la cosa più importante per chi conosce la moglie è stare vicino a Lei e sostenerla:
Io ultimamente ho passato dei momenti tristi,avendo da poco perso un nipotino che ha vissuto solo per poche ore, ma fortemente voluto da mia figlia, la fede ci ha molto aiutato e la vicinanza degli amici, non tanto con le parole ma con la loro presenza:
Coraggio Giuliano, un grande abbraccio e lascia che le lacrime corrano sul tuo viso:

Ciao Tilde

ivanbutti hat gesagt:
Gesendet am 4. April 2010 um 13:04
Giuliano,
ho sempre letto con interesse ed ammirazione le vostre escursioni, ed ora questa notizia tragica.
Una preghiera per Rino e soprattutto per la sua famiglia che ne avrà tanto bisogno, e tanta solidarietà per te, perchè penso che d'ora in poi ogni volta che tornerai sulle tue amate cime non sarà più come prima.

Con affetto, Ivan

gbal hat gesagt:
Gesendet am 4. April 2010 um 15:33
Non lo conoscevo, come non conosco personalmente i membri di questa bella comunità di persone eterogenee ma accomunate da una grande passione che è anche la mia. Ma i miei molti anni mi hanno insegnato che le sciagure possono essere in agguato quando meno te lo aspetti, anche quando sei prudente o conscio della tua preparazione. A dispetto di quanto si legge spesso sui media a proposito di "montagna assassina" o di "chi glielo ha fatto fare" so che nulla ci distoglierà da continuare a cercare i nostri ideali in montagna e che se la sfortuna ci colpirà, come per il povero Rino giungeremo in un mondo migliore sapendo che comunque abbiamo inseguito le nostre aspirazioni e trovato spesso le nostre ricompense. Per Rino ed i suoi la vicinanza di chi capisce.
Giulio

gebre hat gesagt: Destino
Gesendet am 4. April 2010 um 18:21
Purtroppo il destino è stato crudele con Rino, forza e coraggio Giuliano anche se un avvenimento così lascerà il segno, sentite condoglianze alla famiglia di Rino.
Alberto

bertic hat gesagt:
Gesendet am 4. April 2010 um 20:46
Sentite condoglianze a Giuliano e alla fam. di rino. Forza Giuliano il modo migliore di ricordare Rino è di continuare a frequentare la montagna che vi ha unito.

Massimo hat gesagt: Tragico destino
Gesendet am 4. April 2010 um 22:13
Caro Giuliano;
non ti conosco ma riesco ad immaginare cosa stai provando in questi terribili momenti.
Io ho vissuto un’esperienza simile perdendo tre care amiche in un incidente stradale mentre ero con loro.
Sarà difficilissimo tornare alla normalità ma alla fine ti renderà più forte.
Sentite condoglianze a tè e alla famiglia di Rino sperando che i suoi cuccioli un domani possano ricordare loro padre imitandolo sulle montagne da lui tanto amate.

Massimo

nano hat gesagt: Sono commosso
Gesendet am 4. April 2010 um 23:16
Veramente! sono commosso dalle vostre parole e dalla vostra voglia di starmi vicino.
Vorrei rispondere a tutti, ma sono ancora molto scosso. Nonostante io cerchi di pensare ad altro ho sempre davanti il corpo del mio amico esamine sulla neve.
Grazie ancora a tutti anche a nome della famiglia di Rino.

Giuliano

giorgio59m hat gesagt: Un abbraccio
Gesendet am 5. April 2010 um 10:39
Caro Giuliano,
mi trovo a disagio a lasciare un commento dopo la tua dolorosa risposta.
Un forte e sincero abbraccio, a te e alla famiglia.
Purtroppo bisogna gurdare avanti, senza dimenticare il passato.
Con affetto ...
Giorgio

skiboy1969 hat gesagt:
Gesendet am 5. April 2010 um 11:41
mi dispiace molto.

cimaxi hat gesagt:
Gesendet am 5. April 2010 um 17:58
Coraggio Nano!
cimaxi

mmaino hat gesagt: Caro Giuliano e fam. di Rino
Gesendet am 5. April 2010 um 21:38
Caro nano,
non mi sarei mai aspettato di dover leggere una testimonianza così drammatica anche se da te descritta con estrema delicatezza. Sono anch' io padre di due figli e mi immagino cosa significhi rimanere senza padre, io che il padre l' ho perso tre mesi prima che nascessi. Non posso pertanto che augurare a Te, alla moglie e ai figli, di trovare sempre il coraggio di andare avanti,anche se a volte questa vita ci riserva eventi strazianti.

Delta Pro hat gesagt: Herzliches Beileid ...
Gesendet am 5. April 2010 um 21:51
... auch von meiner Seite.
Delta

simo66 hat gesagt: Molto toccato e addolorato
Gesendet am 5. April 2010 um 22:14
di ritorno da una bella giornata, contento di vedere se anche voi avevate potuto godere di questa tregua del maltempo, mi sono messo a far scorrere alcune foto di gite fatte nei giorni precedenti, poi sono entrato in comunità per vedere le ultime news,...........anche se non vi conoscevo di persona, sono rimasto con il groppo alla gola per quanto vissuto da te Giuliano, è proprio vero:
- la vita è fatta di attimi - non sai mai quello che potrà capitare, per questo vorrei rincuorarti con un forte abbraccio che ti prego di portare anche alla familia di Rino che ne avranno sicuramente bisogno.
Fai sincere condolianze alla moglie e ai figli di Rino, e tu Nano, fatti forza e cercate con tutte le vostre forze il coraggio di andare avanti .

Simone

Alberto hat gesagt: forza e coraggio
Gesendet am 6. April 2010 um 10:03
Ciao Giuliano.o letto la tua relazione: con molta emozione! Sentite condoglianze alla famiglia di Rino e a Te,suo grande amico,con cui condividevi la grande passione per la montagna!

ale84 hat gesagt: Condoglianze
Gesendet am 6. April 2010 um 12:05
Si spera sempre di non trovarsi mai confrontati con cose simili, invece purtroppo accadono! Non ci conosciamo, ma leggendo di questa bruttissima esperienza mi viene spontaneo fare le condoglianze a te e alla famiglia d Rino.

Cari saluti,
Ale

gonzo hat gesagt:
Gesendet am 6. April 2010 um 13:02
Ciao, volevo darti 1 abbraccio. Ti chiedi perche' sia capitato a lui e non a te.....non credo ci sia una risposta, di certo siamo fortunati, ogni momento trascorso su questo mondo in buona salute, con persone care, sono "solo" tanti infiniti istanti di fortuna

Nevi Kibo Pro hat gesagt: Parole
Gesendet am 6. April 2010 um 18:54
Quando ci si confronta con una cosa così, uno vorrebbe avere la capacità di trovare delle belle parole. Ma le parole che vengono fuori son sempre troppo piccole per l'enormità che abbiamo davanti.
Mi sono iscritto oggi e mi trovo, pur non conoscendo i protagonisti, a voler fare i conti con una cosa troppo grande per me e probabilmente troppo grande per tutti. Auguro a Giuliano che il ricordo dei bei momenti passati con l'amico Rino lo aiutino a scalare questo macigno a cui non deve permettere di fargli ombra per sempre.
Ma è alla famiglia che va il pensiero. Cosa può dire uno sconosciuto? Io ho tre bambine e ogni volta che vado in montagna, penso che devo tornare a casa per loro e non mi sorprende di trovarmi commosso per una tragedia che avrebbe potuto restarmi totalmente estranea. Auguro a tutti di trovare la forza per continuare e, col tempo, per farlo con serenenità.
Mi sembra però che si possa fare anche qualcosa di concreto: questo sito mi pare raccolga molti "amici". Io non ho titoli e non saprei come organizzare la cosa, ma penso che tutti insieme si possa dare un piccolo aiuto alla famiglia, per affrontare i problemi materiali che inevitabilmente, al di là del dolore, emergeranno.
Un abbraccio.
Paolo

UpTheHill hat gesagt: RE:Parole
Gesendet am 6. April 2010 um 22:12
Ciao Paolo,

avevo pensato anch'io a qualcosa di simile. Abito abbastanza lontanto per poter dare un aiuto diretto su base continua, ma se Nano ci facesse sapere quali altri tipi di necessità ci possono essere (e penso in primo luogo alle difficoltà economiche che sorgono in un frangente del genere) sarò felice di contribuire in qualche modo per rendere un po' meno pesante la situazione.

Nano, se pensi che questo possa aiutare senza mettere in imbarazzo o fare vergognare la famiglia di Rino, batti un colpo...

Floriano hat gesagt: RE:Parole
Gesendet am 6. April 2010 um 22:56
Paolo, sebbene ultimo arrivato, ha espresso unitamente al dolore un pensiero che io personalmente non osavo esprimere: in questi frangenti un supporto di qualsiasi tipo può sicuramente essere di aiuto.
Giuliano sono pienamente disponibile in caso si decida di organizzare qlc di concreto.
Posso immaginare il tuo stato d'animo ma ti chiedo di esprimere questo desiderio alla Famiglia di Rino
Con affetto, Floriano

heliS hat gesagt: RE:Parole
Gesendet am 7. April 2010 um 08:47
Devo dire che sono anch’io molto commossa dal vedere la solidarietà di questo sito nei confronti di Giuliano, di Rino e della sua famiglia.
Giuliano è ancora molto scosso e si sta dando un gran da fare, con la sua famiglia, per le cose pratiche. Il funerale non è ancora stato fissato, a Coira le cose procedono più lentamente del previsto e immagino che Giuliano non abbia la testa per occuparsi di questa iniziativa in questo momento. Se volete, però, me ne posso occupare io. Non credo proprio che un piccolo aiuto economico sia malvisto dalla famiglia.
Pensiamoci un attimo, non vorrei che fosse solo una briciola, ma se reputate che si possa fare, posso raccogliere le offerte e portarle a Giuliano che penserà a recapitarle alla famiglia.
Altro modo per aiutare ora non vedo. La corona di fiori la escluderei a priori e avete ragione, siamo troppo sparsi per fare altro.
Silvia

Nicolas87 hat gesagt:
Gesendet am 6. April 2010 um 21:10
Ho appreso solo oggi quello che è successo e sono rimasto molto dispiaciuto. Condoglianze a Te e ai Famigliari.

Nicolas

nano hat gesagt: Sono fiero
Gesendet am 6. April 2010 um 21:40

Si! sono fiero di fare parte di questo sito e della comunità Italiana. Il calore che voi avete dato ha stupito sia me che la moglie di Rino alla quale ho girato le vostre condoglianze. Lei si è stupita di quanta umanita ci sia nel mondo della montagna anche tra gente che non si conosce. Io sono rimasto colpito di scoprire che avevo molte persone che seguivano la mia attività in montagna.
Ancora grazie a tutti
Giuliano

roberto59 hat gesagt: tragedia
Gesendet am 7. April 2010 um 13:11
Caro Nano,
le tragedie e i dispiaceri dicono aiutano a crescere e a renderci piu' forti, cosi' si dice, potra' essere vero, ma quando capitano a noi assumono un contesto molto molto diverso sopratutto quando hanno contesti cosi' tragici e difficili.
Forza e coraggio davvero di cuore, un abbraccio
Roberto59

vassena hat gesagt: ringraziamento
Gesendet am 8. April 2010 um 20:29
Sono il papà di Elettra moglie di Rino ringrazio sinceramente tutti Voi da parte di mia figlia e dei miei nipotini per le belle parole che avete scritto.
Un particolare ringraziamento va a Giuliano per la commovente cronaca:
Di nuovo ringraziamenti a Tutti:
Alberto Gatti

rosytax hat gesagt: RE:tragedia
Gesendet am 8. April 2010 um 21:28
Ciao Rino proteggi da lassu Elettra e i tuoi figli! A te Elettra mia cara e sfortunata amica a scuola abbiamo condiviso tanti bei momenti insieme ti ho sompre voluto tanto bene e te ne vorrò sempre ti sono vicina in questo momento di grande dolore e sconforto ma ricordati che hai 3 figli stupendi che ti aiuteranno con il loro affetto e la loro gioia di vivere insieme saprete superare questo terribile avvenimento. Vivi per loro e in futuro ti ringrazieranno per questo! Anche la tua famiglia ti aiuterà in tutto e per tutto. E il tuo amatissimo Rino ti illuminerà e ti aiuterà dal paradiso veglierà su di voi e vi proteggerà! Ciao Ele ti voglio tanto bene il tuo dolore è anche il mio. Ciao grande Rino!!!!!!!!!!
Riposa in pace.

peppe hat gesagt: Forza Giuliano forza Elettra
Gesendet am 8. April 2010 um 23:16
Caro Giuliano ,
sono un amico di Rino nonche' collega ex suo allievo ,tu condividevi con lui le montagne ed i sentieri d'alta quota ,io l'arte culinaria che apprezzavamo e commentavamo ogni volta che si andava a cena fuori ,io essendo originario dell'estremo sud d'italia e avendo degustato i vini prodotti nelle varie regioni d'italia solo con lui riuscivo a mettere in discussione i sapori, gli aromi ,perche' era l'unico che capiva qualcosa .
Domani i funerali ed io sto gia' in crisi e da venerdi' pomeriggio quando ci ha avvisati tua figlia Cry che non faccio altro che pensare a Lui alla moglie e figli e a te anche se ti conosco solo di vista ,che hai vissuto un momento flagellante e che non dimenticherai mai .Dio accolga Rino con tutto l'amore di cui dispone,protegga Elettra e figli .
Ciao CAPO .
Forza Giuliano .

mariomario hat gesagt: Pensieri.a Rino,Ele, Stefano,Sara
Gesendet am 9. April 2010 um 22:53
Rino se ne è andato.Non su un anonimo letto di un Ospedale ma sù in montagna,Giuliano-amico e compagno ideale- sciatori occasionali e medici della Riga hanno fatto il possibile e forse di più di un qualsiasi Ospedale"ma con più cura e Amore ne sono certo"Lo tesso che provava per le sue montagne.Parlere di belle montagne e belle salite potrebbe sembrere inopportuno almeno fuori tempo ma lo dobbiamo a Rino,Ele,Stefano,Alessandro, Sara e tutti noi che hanno avuto la fortuna di averlo conosciuto.E qui faccio miei i pensieri -condivisi da tutti noi ne sono certo- tratti da Quota 283.Che cosa mi ha portato qui ancora una volta,perchè,che cosa stò cercando,che cosa mi aspetto,che cosa cercano gli alpinisti? la montagna è una febbre che ti prende e ti resta dentro,anche se il mondo va cambiando intorno a tè,anche se i muscoli dicono basta e la"famiglia reclama i suoi spazi"e forse altre ragioni di vita meno egoistiche e più nobili vengono a sovrapporsi nel corso del tempo.Nonostante tutto alpinisti si resta,e da alpinisti fino all'ultimo,si continua a osservare.....già osservare perchè abbiamo avuto il grande privilegio do "osservarle"non semplicemente guardarle le montagne e con sguardo obliquo,cerchiamo vie di salita,vagliando i colori e la grana della roccia,vagliando le condizioni del ghiaccio nel blu cobalto di un'alba o nel riverbero di un tramonto. Perfino di fronte alla morte di un compagno,anche dopo una ragionevole scelta di abbandono dettata dl buon senso o dalla necessità,il cuore resta imprigionato nella passione originaria,esclusiva,come un amore dell'adolescenza mai del tutto consumato,un dolce rimpianto che fa male fino alla fine.L'attaccamento alle pareti non si misura con gli anni e forse nemmeno con l'azione.Si misura con la passione.Questo è il fascino della montagna,dove ha più senso quello che non si vede a quello che si vede.
Ciao Rino con infinito affetto mariomario e famiglia

Antje hat gesagt: Auch von mir...
Gesendet am 10. April 2010 um 14:20
mein herzliches Beileid an die Familie, Freunde und Kollegen.

Antje

manu74 hat gesagt:
Gesendet am 19. April 2010 um 13:49
Caro Giuliano
sconvolgente e disarmante leggere tra i tuoi bei racconti di montagna queste terribili pagine.
In questo difficile momento un caloroso abbraccio a Elettra, ai bimbi e a Te.
Manuela


Kommentar hinzufügen»