Magnodeno e Resegone (1.875m) : Cresta Giumenta + Via del Caminetto


Published by Simone86 , 13 March 2012, 01h23.

Region: World » Italy » Lombardy
Date of the hike:26 December 2011
Hiking grading: T3+ - Difficult Mountain hike
Via ferrata grading: F
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 7:30
Height gain: 1550 m 5084 ft.
Height loss: 1270 m 4166 ft.
Route:Park Funivia Piani D'Erna - Costa - Magnodeno - CRESTA DELLA GIUMENTA - Passo del Fo - VIA DEL CAMINETTO - Vetta Resegone - SENTIERO 1 - Rifugio Stoppani - Parcheggio
Access to start point:Autostrada in direzione LECCO - a Lecco 1ma uscita VALSASSINA - Uscita PIANI D'ERNA, seguire la strada fino al parcheggio della funivia (a pagamento?? noi non abbiamo trovato nessuno)

Lasciata la macchina al parcheggio della funivia per i Piani D'Erna (Malnago Q600) proseguiamo dietro la suddetta tra rocce in discesa, incontriamo una carrozzabile e proseguiamo a destra seguendo le indicazioni classiche per il Resegone (Sentiero 1).    Arrivati alla località Costa Q760 si prende prima il Sentiero 1A e poi il 25A in direzione Magnodeno, i cartelli non mancano. Aggirando la conca inizia la salita tra erba rinsecchita verso il Magnodeno Q1241.

 Si prosegue imboccando il Sentiero 24. Ad un bivio troviamo una fontanella e la deviazione verso sinistra per il Sentiero 23 o "Cresta della Giumenta" in direzione Passo del Fo.  La cresta è ricca di divertentissimi saliscendi, i punti piu delicati sono dotati di catene, ma quasi mai risultano indispensabili. La seconda metà è decisamente divertente e l'ultimo tratto permette una deviazione bassa a destra per chi non volesse affrontarne l'esposizione. Ma ovviamente vogliamo, vogliamo!  A metà percorso inoltre troviamo una croce.  

Alla fine si giunge sulla Cima del Fo.  Da essa si intravedono un paio di costruzioni tra cui la Capanna Sociale Ghislandi.  Scendiamo dunque alla capanna, posta proprio sul Passo del Fo Q1284.  Un nostro compagno non ce la fa, per lui non è proprio giornata oggi, decide di prendere il sentiero per il ritorno diretto.  Rimaniamo in due decisi ad arrivare in cima. Non conoscendo le difficoltà della Via Del Caminetto decidiamo comunque di imbragarci.

Iniziamo il ripido sentiero e a breve inizia il tratto attrezzato. La prima parte è molto facile e leggermente esposta, finchè in breve il sentiero non si butta in un vero e proprio camino/fessura per non uscirne più. Per i timorosi di vertigini è il giusto approccio ai sentieri attrezzati. Nessuna difficoltà particolare, solo a tratti le catene risultano indispensabili. Usciti dal canale vero e proprio la vista sul resegone semi imbiancato è fantastica. Da qui si prosegue per il sentiero normale (numero 1) che porta al rifugio Azzoni. E' più lunga di quanto ricordassi, è necessaria più di un'ora per raggiungerlo e alcuni tratti ghiacciati non sono molto simpatici. Prima della cima improvvisiamo un po di "fuoripista" su roccia, tant par fa' i' stùpid. Oggi la giornata è molto pulita e la vista è eccezionale. Peccato per il nostro compagno. La croce di vetta è a Q1875. Tempo complessivo di salita: circa 5h.

 Il ritorno alla macchina, come ben ricordavo, è assai lungo.. probabilmente sopra le 2h 30', non ho tenuto conto precisamente, nonostante l'ultima ora è stata fatta praticamente di corsa. Nella parte alta invece il sentiero (con pendenza rivolta a N) era totalmente ghiacciato (come mostrato nelle foto) ed impraticabile, quindi ha rallentato un po' il passo.

---------------------------------------------------------------------------------

Bellissima escursione di buona lunghezza, consigliata a tutti quelli che vogliono avvicinarsi a facili ferrate e sentieri attrezzati.  Purtroppo ho cancellato la traccia GPS di recente salvando solo un immagine JPEG..

Hike partners: Simone86


Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window


Post a comment»