Monte Baldo - Punta Telegrafo 2200 e Cima Valdritta 2218


Published by ralphmalph , 9 June 2024, 20h22.

Region: World » Italy » Veneto
Date of the hike: 5 June 2024
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 7:00
Height gain: 1200 m 3936 ft.
Height loss: 1200 m 3936 ft.
Route:Ad anello 13 km
Access to start point:Uscire dall' autostrada a Peschiera del Garda, prendere superstrada per Affi, da qui proseguire per Caprino Veronese, Spiazzi e Ferrara di Monte Baldo, passato questo ultimo paese dopo qualche km si giunge al rifugio Novazzina, superarlo e parcheggiare nei pressi di un tornante a destra con paline indicanti rifugio e Punta Telegrafo.

....dissero le ciaspole: ” non chiuderci nella nostra custodia fino al prossimo inverno!!… le nostre amiche stanno ancora facendo escursioni sulla neve…. che è ancora tanta..!!!!! ”
Ma la ciaspolik femmina (io....) aveva ormai preso la sua decisione….” Abbia inizio la stagione estiva”…..!!!!!!
Certo un giro sulla neve si sarebbe ancora potuto fare… ma è da anni che avevamo nel cassetto la salita al Monte Baldo e questo ci è sembrato il momento giusto… visto che causa la presenza di neve conviene rimanere a quote basse.
Insieme a noi oggi il nostro amico Samuele.
Purtroppo il meteo non è stato dei migliori… nebbia e nuvolaglie....le solite guastafeste…. ma qualche sprazzo di sereno c’è anche stato....
Ci sono tante vie per salire al Baldo, noi partiamo dalla Valle di Novezza, dopo avere oltrepassato il rifugio Novezzina, dove la strada forma una curva ad U.
Iniziamo risalendo il sentiero CAI 657, arriviamo in località Pianetti, dove la salita si interrompe arrivando a una piccola piazzola con panca e tabella informativa.
Continuiamo sempre su sentiero 657 salendo a zig-zag tra cespugli di pini mughi.
Al termine della lunga salita, il CAI 657 s’innesta sul CAI 658 a mezzacosta.
Lasciamo il largo sentiero a mezzacosta, che ora prosegue come CAI 651, stiamo sul CAI 658 che risale a sinistra in direzione di un grande traliccio della teleferica, fino ad arrivare al rifugio  Gaetano Barana, situato appena sotto la cima del monte Telegrafo, accanto al rifugio c’è la chiesetta di Santa Rosa.
Risaliamo dietro l’edificio per sentierino non segnato per raggiungere l’evidente Punta del Telegrafo.
Le nuvolaglie purtroppo ci impediscono la vista del lago ..ma ogni tanto appare…
La sosta che facciamo è più lunga del solito...la nostra intenzione è di compiere un giro ad anello ed invece poi durante il cammino ha preso sempre più corpo la decisione di salire alla cima Valdritta che è la punta più alta della catena del Monte Baldo.
Dalla grande Croce di vetta  del Monte Telegrafo scendiamo su buona traccia di crinale non segnata per riportarci sul largo CAI 651 a mezzacosta.
Si passo sotto a Punta Pettorina, il sentiero  651 bypassa infatti la cima.
Arriviamo ad un  bivio: a destra scende il CAI 66 per malga Novezza che sarà il nostro ritorno, noi invece andiamo dritto a mezzacosta sempre sul sentiero CAI 651.
Il sentiero è evidente, ma troveremo un’indicazione  per la cima Valdritta solo alla fine....
Ed eccoci sulla Valdritta, massima elevazione della catena del monte Baldo, sulla cima una bella Croce di vetta e alcuni cunicoli della guerra mondiale.
Il tempo di fare qualche foto e poi iniziamo subito la discesa, che sarà lunga.
Arriviamo al bivio per il sentiero 66, lo imbocchiamo, all’inizio è un po’ dissestato, poi migliora.
Il sentiero ci porta sulla strada a malga Novezza, oltrepassata possiamo notare nella prateria un vecchio osservatorio, poi il  Rifugio Cedron, che però sembra abbandonato.
Eccoci alla macchina…. oramai per un giro al lago è tardi....lo vedremo solo dall’auto…….Punta San Vigilio.... Bardolino....Lazise…sarà per un’altra volta….!!!

Hike partners: ralphmalph
Communities: Hikr in italiano


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (4)


Post a comment

Sent 10 June 2024, 08h05
Complimenti bella escursione.
Ciao

ralphmalph says: RE:
Sent 10 June 2024, 13h12
Grazie Luciano!! Detto da te ci fa veramente tanto tanto piacere!!!
Buona continuazione anche a te!!
Ciao
Graziano e Nadia

Emanuela says:
Sent 12 June 2024, 14h32
Ma che bel giro!
Io vi pensavo tra praterie e invece avete scelto un'altra tonalità e consistenza di bianco: il calcare.
Complimenti per la scelta e la lunghezza dell'itinerario...soprattutto quello da casa ;-P
ciao ciao
Emanuela

ralphmalph says: RE:
Sent 13 June 2024, 18h34
Grazie Emanuela!!
Si, è stata proprio una bella scoperta!! Un gran bel bel bosco di pini mughi all' inizio e poi rocce calcaree...proprio un bell' ambiente con vista lago....( quando le foschie lo permettevano...).
...e adesso vorremmo ritornare da quelle parti per il Carega...nel gruppo delle Piccole Dolomiti Vicentine....:))
Un salutone!!!
Ciaooo!
Nadia e Graziano


Post a comment»