COVID-19: Current situation

Cima Piana o Mont de Panaz -2512 mt (da Mont Blanc Champorcher).


Published by GAQA , 25 October 2018, 00h06.

Region: World » Italy » Val d'Aosta
Date of the hike:21 October 2018
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 4:00
Height gain: 750 m 2460 ft.
Height loss: 750 m 2460 ft.
Route:Sentieri numero: 10 - 10C - Tracce di sentiero e ometti in pietra.
Access to start point:Da Gallarate - Autostrada A26 Genova / Gravellona Toce - direzione Genova - deviazione A4 Torino - deviazione A5 Aosta - uscita Pont Sant Martin - forte di Bard - Hone - Champorcher - frazione Mont Blanc parcheggio con paline gialle segnavia quota 1760 mt.
Accommodation:Rifugio Barbustel e Rifugio/Ristoro Muffè.

Dal parcheggio quota 1760 mt di Mont Blanc frazione alta di Champorcher, si individua il sentiero numero 10 (ottima segnaletica) che transiterà per l'alpeggio Cort e mediante un bel itinerario boschivo composto da larici e pini si raggiunge in breve tempo il Rifugio Muffè 2076 mt dove nei paraggi giace un bellissimo laghetto.

Il facile sentiero si dirama ad un bivio: il segnavia numero 10 prosegue verso il Col du Lac Blanc a sinistra, mentre a destra si stacca il segnavia numero 10C per il Col de Croix. Proseguire a destra con la numerazione 10C che in poco tempo valica e perviene al Col de Croix 2287 mt. Il panorama è molto vasto e la zona è puntellata da una serie di piccoli laghetti molto suggestivi.

Dal Col de Croix 2287 mt si individua una freccia gialla, verso destra, che rappresenta il sentiero intervallivo numero 102 verso il Col de Panaz. L'ambiente diviene più pietroso, ma sempre di agevole percorribilità e traversa la base del pendio della Cima Piana. Giunti a quota 2400 mt, un ometto abbastanza alto, in pietra, ben riconoscibile, ci invita ad abbandonare il sentiero numero 102 e, risalire verso sinistra, l'erta friabile, sdrucciolevole, ma ben supportata da una sequenza di ometti segnavia che indicano il percorso migliore. La traccia rimane comunque ben visibile anche se il tratto è abbastanza ripido ma breve in ogni caso. Dopo questo tratto di marcia faticosa, il pendio si raddrizza e l'inclinazione cessa notevolmente nei pressi di un anticima. Sempre seguendo gli ometti in pietra, senza problemi si giunge in vetta: Cima Piana / Monte de Panaz 2512 mt. Eccellente balcone panoramico!
Discesa medesimo itinerario di salita.

NOTE: Fantastica gita all'interno del Parco Monte Avic. I sentieri sono ben battuti e segnalati, eccetto il breve, friabile e ripido tratto finale verso la Cima Piana, dove è presente a supporto un ottima serie di ometti in pietra segnavia che agevolano il proseguimento senza grosse complicazioni.

Hike partners: GAQA


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (9)


Post a comment

Sent 25 October 2018, 11h57
Sempre fantastica quella zona, in autunno specialmente con quei colori, ancora più bella!!!
Graziano

GAQA says: RE:
Sent 25 October 2018, 13h33
Posto bellissimo! I colori stagionali hanno reso speciale ancora di più questo luogo.
Alla prossima.
Alessandro

andrea62 says:
Sent 26 October 2018, 09h33
Vorrei tornarci ma stavolta salendo tutta la valle di Champdepraz.
Ciao.

GAQA says: RE:
Sent 26 October 2018, 10h15
Gita più completa così, con un dislivello e sviluppo maggiore. Quest'estate ero in vacanza qualche giorno a Champdepraz e ci avevo pensato. Poi ho optato per andare al Lago Gelato e Col Raye Chevrere....tutti bei posti :)
Buone gite.
Alessandro

andrea62 says: RE:
Sent 26 October 2018, 11h41
Effettivamente mi hai ricordato che da Champdepraz mi manca ancora ... tutto! Quindi devo prima almeno andare al Gran Lago.
Ciao

Poncione says:
Sent 26 October 2018, 13h37
Gita davvero spettacolare, Ale, posti stupendi.
Ciao

GAQA says:
Sent 26 October 2018, 14h22
Zona che merita, ottima rete di sentieri. Giro più appagante sarebbe stato scendere poi alla conca del Barbustel e fare il giro attorno ai grandi laghi del parco.
Se il prossimo anno ci tornerò magari metterò il muso della Punto sulla strada dissestata verso Dondena, visto che c'è tanto anche di là:)
Alessandro

Panoramix says:
Sent 28 October 2018, 20h16
Massimo risultato con (un quasi) minimo sforzo. In autunno queste zone danno il meglio di se' . Non credevo ci fosse gia' neve in particolare mi ha colpito vedere la Rosa dei Banchi cosi' bianca. Ciao. MARCO

GAQA says: RE:
Sent 28 October 2018, 20h54
Tutte le montagne oltre Dondena erano già innevate: Rosa dei Banchi, Costazza, Tour Ponton, Glacier ect ect ect in quel settore ha preso bene la prima nevicata.
Zona fantastica per gli ambienti visitati e giustamente presa d'assalto visto la bellezza del luogo. Al Ristoro Muffé credo aver visto una cinquantina di persone, oltre a tanta gente sui sentieri:)
Alessandro


Post a comment»