COVID-19: Current situation

Pizzo San Martino (2.734m) dal Lago di Campliccioli


Published by Simone86 , 15 September 2016, 23h24. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Piemonte
Date of the hike: 5 September 2016
Hiking grading: T4- - High-level Alpine hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 8:00
Height gain: 1460 m 4789 ft.
Height loss: 1460 m 4789 ft.
Access to start point:da VILLADOSSOLA entrare in valle Antrona e proseguire fino ad Antronapiana. Qui seguire le indicazioni per la diga di Campliccioli e seguirne la stretta ma asfaltata strada fino al piccolo parcheggino posto prima della diga stessa.
Accommodation:Bivacco Lamè (2422m) sul versante Valle Alzasca, sotto il San Martino, vicino al Lago Sfondato

Oggi, stando alla larga dalle zone a rischio pioggia, optiamo per un'esplorazione in Valle Antrona (mai vista). Si aggiungono Federico e Bruno. Bruno conosce ovviamente bene la valle e anche il Pizzo San Martino, avendolo salito in passato sia dal Campliccioli che da Vanzone. Per me e Fede un mondo nuovo, per Bruno una "nuova" sfida per rialzare l'asticella del dislivello vicino ai 1500m.

---------------------------------------------------------------------------------------------


Lasciata la macchina nei pressi della Diga di Campliccioli, q1360, si segue per l’Alpe Larciero. Risaliamo la strada (dal lato opposto al lago) di un centinaio di metri. Pieghiamo subito a W di nuovo verso il lago lungo un bel sentiero che cavalca dei vecchi binari di probabili carrelli da miniera. Attraverso gallerie e antri scavati nella roccia. Percorso tutto il bordo del lago (nei pressi del ponticello per superarne l’immissario) si punta a sinistra seguendo gli evidenti cartelli segnaletici sempre per l’Alpe Larciero, fino al bivio che indica San Martino/Alpe Valaverta (sentiero C21).

La traccia sale ripida in un bellissimo bosco di conifere e mirtilli, temperatura perfetta e nessun incontro umano da qui in poi. Sempre per ripidi tracciati, in ambiente selvaggio, raggiungiamo prima l’Alpe Valaverta Inferiore (q1797) e poi Superiore (q1974), entrambi in triste stato di abbandono.  Ora il percorso si fa più rado ma sempre ben evidente anche grazie ai numerosi ometti. Si esegue un lungo traverso con leggera pendenza al cospetto della bastionata NW del Pizzo di Ton, portandosi infine alla base del canalone d’accesso al Passo di Valaverta. La traccia è intuibile (seppur moltiplicata in tante traccette non ufficiali) e sale sempre più ripida verso il piccolo valico. Nessuna difficoltà particolare, qualche piccolo saltino di roccia e tanta attenzione ai sassi.

Raggiunto il Passo di Valaverta q2558 è in arrivo la nebbia. Questo può essere un bene, da un lato, per non vedere il mostruoso precipizio presente sul lato sud (una laterale della valle Anzasca). Ora, il San Martino può essere salito per impavidi alpinisti sull’attrente cresta ENE (così a spanne un PD+ e III). Per noialtri si sceglie invece di aggirare la base della cima sul suo lato SE, fino alla Bocchetta (senza nome) della cresta SSE del San Martino (come ben spiega la foto di Tignoelino). Percorriamo in saliscendi una esile cengia, perdendo circa 50m di dislivello complessivamente. La suddetta cengia è prevalentemente facile e discretamente larga, in diversi punti però si assottiglia e presenta un’esposizione assai marcata, soprattutto negli ultimi 10m prima della Bocchetta q2560 (unico punto che valuterei T4).

Palina segnaletica e numerosi bolli bianco rossi mostrano la via finale per la cima, senza difficoltà, se non il superamento di qualche alto gradino roccioso (assisitito da corde fisse). Dopo 4h40’ pause incluse la grossa croce di vetta è raggiunta!  Pizzo San Martino q2733. Bruno è contento per l’impresa di oggi e noi per lui.

Lunga pausa e ritorno per la stessa via, con molta attenzione alla cengia esposta.


 


Hike partners: Simone86, botticchio


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (6)


Post a comment

jkuks says:
Sent 16 September 2016, 12h54
Peccato per la meteo. Panorama superbo...
A noi settimana scorsa è andata meglio :)
ciao

Max64 says: RE:
Sent 16 September 2016, 12h56
Sono andati 2 giorni prima di noi
ciao a Tucc
Max

Simone86 says: RE:
Sent 17 September 2016, 14h17
E la vostra pure ben soleggiata ahah

Simone86 says: RE:
Sent 17 September 2016, 14h16
Eh si ho visto!! Che bella giornata la vostra!

Poncione says:
Sent 18 September 2016, 13h22
Complimenti Simone, cima Super.
Ciao

Simone86 says: RE:
Sent 22 September 2016, 15h21
Grazie Emiliano, molto battuta dagli hikrs in questi giorni eheh


Post a comment»