COVID-19: Current situation

Cima di Bonze, Punta Cavalcurt, Cima Vallone


Published by Andrea! , 9 November 2015, 19h13.

Region: World » Italy » Val d'Aosta
Date of the hike: 4 November 2015
Hiking grading: T4+ - High-level Alpine hike
Mountaineering grading: F
Climbing grading: II (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Height gain: 1950 m 6396 ft.
Route:21,9 km a/r
Access to start point:Praposa - Pra Pousaz (Donnas, AO). Superato Pont Sant Martin si raggiunge Donnas. Si segue a sinistra l'indicazione per l'agriturismo Lou Rose, Montey e poco dopo Alpe Bonze. Si prosegue sulla ripida stradina asfaltata fino a Praposa dove inizia lo sterrato.

Insieme a Vincenzo raggiungiamo faticosamente (con la macchina) l'inizio della nostra escursione. Partiamo baldanzosi ma l'assenza di segnali del sentiero ci fa tribolare un pochino nella parte iniziale, fino a quando incrociamo la strada sterrata carrozzabile che seguiamo sino al termine dove imbocchiamo il sentiero vero e proprio per il Rifugio Alpe Bonze.

Questo sentiero, con lieve pendenza, si inoltra nella valle e con qualche "passo di danza" su terreno molto scivoloso, ci conduce all'Alpe Bonze. Da qui inizia finalmente la vera salita per la Cima di Bonze, in un bell'ambiente solitario. Appena usciamo al sole ci fermiamo per studiare meglio l'itinerario di salita che si svolge senza sentieri su terreno libero. Poco dopo essere ripartiti calziamo i ramponi per procedere meglio su questa dura e poca neve di novembre.

Il manto nevoso tiene ottimamente il nostro peso e la progressione risulta molto piacevole e anche abbastanza veloce, solo qualche sfondamento nella parte alta dove il sole ha scaldato di più ci fa rallentare il passo. Seguiamo quello che sembra il percorso più logico (ma senza neve potrebbe essere differente) e sbuchiamo sulla cresta che in breve ci conduce sulla Cima Bonze.

Cerco di capire quale sia il Monte Avic e il vicino Barbeston per salutare simbolicamente Max64 e Gabri che oggi so essere impegnati in quella zona e poi ovviamente lo sguardo spazia su Cervino, Monte Rosa e "compagnia bella".

Proseguiamo lungo la cresta, ora priva di neve ma più rocciosa. Qualche bel passaggio di roccia in discesa ci fa divertire finchè con l'ultimo ripido pendio erboso raggiungiamo la Bocchetta di Valbona (in territorio piemontese). Rimettiamo i ramponi e, sempre per cresta, superando un primo passaggio molto estetico, continuiamo fino a Punta Cavalcurt, su cui ero già stato ma dal versante della Val Chiusella e con una nebbia da paura.

Oggi invece il panorama è di primo ordine.

Scendiamo in direzione della Bocchetta del Lupo lungo la dorsale finchè un salto di roccia ci costringe ad un aggiramento sul versante in ombra con la presenza di neve. Anche se il tratto è breve, la neve dura ci costringe a rimettere i ramponi che toglieremo definitivamente alla Bocchetta del Lupo.
Riprendiamo la breve salita per la Quota 2162 e la Cima Vallone, cercando di ricordare se eravamo già passati da qui durante la nostra "cavalcata di cime in Val Chiusella".
Dopo qualche supposizione la memoria dice di sì e una volta a casa arriva la conferma.

Questa volta però al Colle di Pian Spergiurat svoltiamo a sinistra e scendiamo a Scalaro. Arrivati in paese, ci attendono altri 250 metri di salita che scopriamo essere su una stradina asfaltata ma che alla fine risulteranno comunque piacevoli, vista la giornata, i colori e i bei panorami.

Svalicati di nuovo in Val d'Aosta, grazie alla traccia gps, riusciamo a non perderci lungo un sentiero che non esiste più e tagliando per boschi di faggi, rimettiamo piede sulla strada sterrata carrozzabile incontrata al mattino. Per concludere in bellezza il giro ad anello prendiamo un sentiero diverso da quello della mattina che ci riporta a Praz Pousaz, non prima di essere stati al centro di una breve disputa tra una capra e il cane-pastore che cercava di riportarla verso casa.

Hike partners: Andrea!


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (2)


Post a comment

Max64 says:
Sent 9 November 2015, 20h42
Bel girone come al solito.
I saluti te li faccio reali!
Ciao Andrea
Max

Andrea! says: RE:
Sent 9 November 2015, 20h44
Grazie, giornata spaziale!!!
A.


Post a comment»