COVID-19: Current situation

L'Italia "virtuosa" col Covid-19


Published by Poncione, 22 May 2020, 22h50. This page has been displayed 392 times.

L'Italia è la nazione più "virtuosa" nelle politiche-Covid. Questo ripete il popolo belante seguendo le narcisistiche parole governative...

Vediamo un pò qualche dato "a caso", da buon qualunquista...

I dati che riporto sono ufficiali ed aggiornati a pochi minuti fà (22-05-2020, circa h.19,00-20,00) e mi son permesso talora di arrotondare le cifre per eccesso o difetto.

E' una ricerca davvero macabra, ma visto che questi confronti non li fa nessuno (troppa fatica...) tocca farli a un qualunque "qualunquista" preso a caso.

Ci vorrebbe una bella tabella chiarificatrice, ma mi limito ai dati.

La "virtuosa" Italia (60.400.000 ab.) registra 228.000 contagi e 32.500 decessi.

Esaminiamo "a caso" altre otto nazioni europee, di cui una sola di superficie e abitanti limitata rispetto alle altre, cioè la Svizzera, scelta non casualmente poichè al centro di tre nazioni ampie e popolate quali Italia, Francia e Germania, tutte e tre molto colpite da Covid-19.

La Russia (ab.144.000.000) è la più contagiata in assoluto (326.000) ma i decessi limitati a 3.249, cioè 29.000 meno della "virtuosa" Italia.
La Gran Bretagna (ab.64.500.000) registra più contagi (254.000) e decessi (36.400) dell'Italia ma anche 4 milioni di abitanti in più.
La Spagna (ab.47.200.000) ci supera nei contagi (235.000) ma non nei decessi (28.600), comunque molto alti. In rapporto è al nostro stesso livello, senza essersi mai definita "virtuosa".
La Francia (ab.68.300.000) vede quasi dimezzarsi i contagi rispetto alla Spagna (144.000) a fronte tuttavia di una mortalità quasi pari (28.200), ma pur sempre inferiore all'Italia e con 8 milioni di abitanti in più.
La Germania (ab.83.000.000) è la vera "virtuosa" pur registrando più contagi della Francia (179.000, ma 15 milioni di abitanti in più) e un drastico calo di decessi rispetto alle nazioni enunciate sopra (8.300).
La Polonia (ab.38.500.000) tuttavia vede cifre davvero ridotte in proporzione a chi abbiamo letto sinora, sia nei contagi (20.400, ovvero meno del 10% totale rispetto Italia e Spagna) che nei decessi (1000).
La Romania (ab.19.600.000) registra 17.700 contagi (poco meno della Polonia, nonostante la popolazione sia la sua esatta metà) superandola addirittura nei decessi (1200).
La Svizzera (ab.8.400.000) infine risale bruscamente rispetto alle due nazioni precedenti nonostante il basso numero di abitanti con 30.700 contagi e 1650 decessi.

Di fatto dietro all'Italia possiamo registrare solo Spagna e Regno Unito. Sembra tuttavia che questo strano virus colpisca soprattutto le aree più produttive d'Europa, tralasciando quelle un pochino più indietro, un pò a macchia di leopardo... tanto che bisognerebbe chiamarlo "Leovid-19".

Ma vediamo come va nel resto del pianeta, sempre scegliendo "a caso", da buon "qualunquista".

Vediamo, vicino a noi, in Africa settentrionale.

Algeria (ab.42.000.000) e Marocco (ab.37.000.000), registrano rispettivamente 7.900 e 7.300 contagi, mentre i decessi risultano 600 e 200. Se riguardiamo solo i numeri della Romania si direbbe che il Terzo Mondo si sia trasferito sulle rive del Danubio.
In Egitto (ab.101.600.000) si raddoppiano i contagi (15.000) e anche gli abitanti, ma i decessi non sono di molto superiori all'Algeria (700).
In Nigeria (ab.201.000.000) ci si avvicina curiosamente ai dati del Marocco, con 7000 contagi e 210 decessi, ma con una popolazione quasi sei volte superiore. Il confronto con la Russia è crudele verso quest'ultima... il Terzo mondo ha scelto come nuova residenza anche la Moscova.

Cambiamo continente, ma sempre vicini all'Europa.

In Turchia (ab.82.000.000) abbiamo il perfetto metro di paragone asiatico della virtuosa Germania, contando 154.000 contagi (25.000 in meno) ma 4.200 decessi, cioè l'esatta metà.
In India (ab.1.380.000.000, poco meno della Cina) 118.000 contagi e 3600 decessi, numeri inferiori alla appena citata Turchia.
In Iran (ab.81.670.000) abbiamo 132.000 contagi e e 7300 decessi, con numeri e medie prossimi alla Turchia e la Germania.
La nazione del "popolo eletto" (ab.8.350.000, non a caso simile alla Svizzera) registra tuttavia 16.700 contagi, metà della Confederazione, e un numero assai irrisorio di decessi (280). Non si nasce "eletti" a caso...
In Giappone (ab.126.440.000) tuttavia sono quasi più "eletti" visto che i contagi sono poco inferiori (16.500) ma la mortalità è superiore tre volte tanto (800).
In Cina (ab.1.433.784.000), dove è nato il Covid-19, registrati 83.000 contagi, cioè 35.000 in meno dell'India, e 4600 decessi, poco più della Turchia.

Virus Leopardo e pure un pò nazionalista...

Vediamo il Continente più isolato...

In Australia (ab.25.200.000) sono 7.100 i contagi e 100 i decessi, meno della metà in ambedue i casi della "nazione eletta", ed inferiore anche alla Romania, il meno colpito stato europeo qui analizzato.

Chiudiamo col "Nuovo Mondo"...

Gli USA (ab.328.200.000) è di gran lunga la nazione più colpita del pianeta con 1.620.000 contagi e 94.500 decessi, numeri impressionanti rispetto alla Cina e l'India, che hanno popolazione 4 volte superiore e anche maggior densità. 
In Messico (ab.128.600.000) si scende drasticamente con 60.500 contagi, quasi 4 volte meno di Spagna e Italia, e 6600 decessi (1700 meno della Germania).
In Brasile (ab.210.000.000) abbiamo 312.000 contagi, meno della Russia, e 20.100 decessi, cioè 12.000 meno dell'Italia "virtuosa".
Infine in Argentina (ab.43.500.000) abbiamo cifre poco dissimili alla ben lontana Algeria con 10.000 contagi e 416 decessi.

Ognuno tragga la propria conclusione sulle politiche "virtuose" - romane o milanesi che siano - dell'Italia.

Io ne traggo che siamo e saremo sempre uno stato e popolo da Operetta, materia in cui non temiamo rivali e siamo davvero "virtuosi". Anzi i primi ed unici al mondo. Chapeau.

Giù il sipario. Fuori le marionette. Applausi.

https://www.youtube.com/watch?v=5FsKXrLMBt4



Comments (14)


Post a comment

paoloski Pro says:
Sent 23 May 2020, 13h06
Sarei anche d'accordo con te ma fare confronti con le statistiche presuppone un'uniformità nella raccolta dei dati: sull'affidabilità tanto dei nostri dati quanto, soprattutto, di paese dove democrazia, libertà di informazione e libertà tout-court sono un optional, io non ci farei proprio affidamento.
Certo poi fa specie sentire politici, o meglio politicanti, affermare che l'emergenza è stata ottimamente gestita e che non hanno niente da rimproverarsi... ci si pone delle domande. Di fronte a fenomeni nuovi e (quasi) inaspettati ognuno fa il possibile e l'impossibile ma poi le persone serie e responsabili ammettono i propri errori e chiedono scusa, si spera che al momento in cui si andrà a votare il popolo si ricordi delle manchevolezze e dell'arroganza di alcuni personaggini. Se così non fosse concorderei con il tuo giudizio sullo stato da operetta.
Ciao, Paolo

Poncione says: RE:
Sent 23 May 2020, 17h31
Sul discorso dell'uniformità dei dati numerici purtroppo va tenuto conto che non possiamo inventarceli e tenere per buoni quelli che le fonti riportano. E' ovvio che in tal caso darei più affidamento ai paesi democratici che ai regimi (Cina, Cuba, ecc.).
Per il resto, quando sentirò UN politico italiano - non importa se nero rosso, verde, amaranto, azzurro o blu cobalto - chiedere scusa per qualcosa o ammettere errori gestionali accenderò un cero alla madonna...
Allo stato attuale vedo solo una manica di incapaci che, con la scusa dell'epidemia, stanno riducendo al lumicino la libertà dei popoli. Che in Italia lo si sia fatto in modo del tutto vergognoso è sotto gli occhi di tutti... il Covid-19 è appurato che prende soprattutto il cervello prima dei polmoni, vista la reazione delle genti in Italia.

Sent 23 May 2020, 13h13
Ciao Emiliano...

serve a poco o a niente comparare i meri numeri dei vari Stati a seguito delle drammatiche conseguenze del Covid-19 che ci sono state e ci saranno in Italia e nel mondo intero.
I motivi sono tanti:
• Il diverso numero di tamponi eseguiti...
• La diversa pericolosità del coronavirus in presenza di diverse temperature ambientali (...e tra le regioni del Nord Italia e del Sud Italia il divario, in termini di contagiati e di decessi, è quasi imbarazzante...)
• Con le temperature "giuste" a rendere meno pericoloso il Covid-19, occorre però dare la giusta valenza ed importanza alle reali difese immunitarie dei vari popoli e alla corretta nutrizione.
I popoli africani o quello brasiliano, in teoria, dovevano subire molto, molto meno questo Coronavirus, viste le temperature favorevoli...
Ma la malnutrizione... la povertà... lo scarso igiene... e le difese immunitarie rese deboli dai suddetti fattori hanno dato una "mano" al Covid-19
• Nei Paesi ricchi ed industrializzati la differenza di numeri posti disponibili nella VITALE terapia intensiva è stata determinante, purtroppo...!!!

Quindi tante e troppe variabili per fare un serio e corretto paragone tra ciò che è accaduto in Italia e ciò che è accaduto negli altri Paesi.

Rimane un dubbio...
Cioè ciò che è accaduto in Lombardia.
L' incapacità gestionale di Attilio Fontana... le scelte criminali operate nelle RSA... l'aver tenuto aperte aziende "troppo importanti" nel bergamasco e nel bresciano... i pochi posti di terapia intensiva presenti in Lombardia (...e in Sicilia o in Calabria allora...?!) sono tanti motivi a cui aggrappare polemiche infinite (...e futuri processi) ma NON credo siano sufficienti a spiegare completamente la drammatica realtà lombarda.
...e da qui il dubbio...
Un grande ed inquietante dubbio...
Probabilmente, in Lombardia, le persone o una consistente percentuale di abitanti hanno (... a loro insaputa) difese immunitarie più basse.
...e ciò fa venire i brividi!
Sia per le conseguenze e sia per le cause, da quelle note... a quelle taciute e ignorate da tutti.

CONCLUSIONE:
La Sanità, in Italia, negli ultimi 20 anni ha subito tagli "criminali" operati da TUTTI i partiti.
...e in questi mesi abbiamo, finalmente e purtroppo, visto le drammatiche conseguenze!
Chissà se, nelle prossime elezioni, ci ricorderemo tutto ciò...???

Salutoni e buon week...

Angelo


Poncione says: RE:
Sent 23 May 2020, 17h57
Credo che invece i numeri siano fondamentali Angelo, a prescindere dal fatto che siano stati divulgati dagli stati in maniera veritiera o fallace, cosa che non ci è purtroppo dato sapere.
Poi, francamente, mi interessa poco - vista la nessuna stima che ho dei partiti e politici attuali - stabilire se sia peggio Fontana o Conte, perchè comunque hanno tutti ereditato - come ricordi - una situazione precedente fatta di tagli alla sanità. Il guaio è che chi verrà dopo difficilmente eliminerà quei tagli, perchè è ormai da troppi anni che la politica taglia a destra e a manca. Ma quando l'opposizione protesta per un taglio e la volta dopo va al governo, quel taglio col cavolo che lo toglie... Se un governo fa danni, il governo successivo non li ripara mai. Questo l'andazzo che va avanti da troppi anni. Ma fiduciosamente la gente spera e continua a votare secondo la propria fede o "dogma" che sia... Burattini eletti da altri burattini.
Le differenze tra paesi caldi o freddi, tra maggiore o minore industrializzazione non tiene e se in Italia son morte 32.000 persone e in Nigeria poco più di 200 - se permetti - mi viene da dire che laggiù abbiano una sanità ben migliore della nostra, altro che povertà. O che - come insinuato da alcuni - in quei paesi si faccia ancora il vaccino-TBC che probabilmente è un ottimo antidoto. Nei paesi europei il richiamo-TBC non si fa più da anni.
Probabilmente le cure esistono già... ma ci ripetono che per il vaccino ci vorranno mesi... in cui morirà ancora parecchia gente. Tra qualche mese quel vaccino potrebbe valere un zero, ma evidentemente ci sono dietro grossi o enormi interessi e la gente non aspetta altro che quel vaccino... anche se magari è sufficiente qualche farmaco anti-infiammatorio o cortisonico già esistente.
I numeri attuali ci dicono che in tutto il mondo - con numeri irrisori di decessi rispetto all'Italia - non si è chiuso tutto come da noi... ma, tranne 3-4 nazioni, nessuno registra un bollettino di guerra peggiore del nostro.

Angelo & Ele says: RE:
Sent 23 May 2020, 18h21
Torno a ripetere e a ripeterti che non serve a nulla questo tuo confronto di dati, sia che tali numeri siano veritieri e sia che non lo siano affatto...
Sono state (...e forse saranno in futuro) le condizioni diverse che stabiliscono il numero dei contagiati e dei morti e ciò vale per ogni Stato nel mondo.
Noi Italiani abbiamo avuto una realtà così drammatica "grazie" al ridicolo numero di posti nella fondamentale terapia intensiva e, sopratutto al Nord, condizioni ambientali favorevoli al virus + errori di varia natura.
Con questi poveri mezzi, cioè:
• Terapie intensive insufficienti
• Pochi infermieri
• Pochi medici
+ Condizioni ambientali favorevoli al virus
...nessun governo al mondo avrebbe fatto meglio, perchè per combattere questo sconosciuto Coronavirus occorrono solo le "giuste" armi...
I confronti di dati e le relative polemiche non servono a nulla...
Ciò che conta veramente è che QUALSIASI futuro governo in Italia decida di ripristinare e rinforzare la nostra ormai tanto bistrattata Sanità Nazionale.
...e sarà il popolo italiano che dovrà rammentarglielo in ogni modo e con tutti i mezzi disponibili...

Poncione says: RE:
Sent 23 May 2020, 21h31
I numeri servono per capire e confrontare, dire che sono inutili è come scansare responsabilità e nascondersi dietro un dito.
Il mio intervento serviva solo a sfatare questo narcisismo auto-celebrativo intento a far credere che in Italia si siano seguite le migliori politiche, che è una truffa colossale cui molti italiani piace credere.
I numeri smentiscono e stop.
I fatti pure.
In un tale stato di emergenza un governo non può approfittarne per fare tante carognate ai danni dei cittadini, insinuando panico e impedendo loro di vivere e lavorare ed imponendo ridicole carnevalate utili a farci deridere dal mondo intero. Nessuna politica seguita ha apportato miglioramenti, morti e contagiati continuano a esserci (oggi altri 119 decessi tanto per dire). Chiudere tutto non è servito a nulla se non a mettere in ginocchio aziende, lavoratori e famiglie.
Tutto il mondo era impreparato ad affrontare questa arma chimica chiamata virus, ma nessuno ha inscenato il macabro teatrino all'italiana affrontando con equilibrio e non a caso il problema. Chi meglio (Germania) e chi peggio (Gran Bretagna). E' stato come essere in guerra e, non sapendo che pesci prendere, puntare i fucili contro il proprio popolo che tanto non si ribella mai ed anzi segue belando per bene.

Angelo & Ele says: RE:
Sent 23 May 2020, 23h21
Tu affermi:
"...I numeri servono per capire e confrontare, dire che sono inutili è come scansare responsabilità e nascondersi dietro un dito...."

I numeri e i dati si possono parametrare solo quando ci sono le medesime condizioni e solo quando ci sono le medesime "armi" per combattere il virus...
Non è difficile da comprendere!
Ovviamente sei libero di non voler comprenderlo!

Tu affermi:
"...Il mio intervento serviva solo a sfatare questo narcisismo auto-celebrativo intento a far credere che in Italia si siano seguite le migliori politiche, che è una truffa colossale cui molti italiani piace credere."

Cio vale per l' Italia...
Ma vale anche per tanti Paesi europei, americani ed asiatici...
Trattasi di mezzi per condizionare la massa e NESSUN Stato al mondo né è esente...
Quindi indignati anche per ciò che fanno credere ai cinesi, ai coreani, agli americani, agli spagnoli, ai francesi e ai russi i rispettivi Governi e i rispettivi mass media.

Tu affermi:
"...In un tale stato di emergenza un governo non può approfittarne per fare tante carognate ai danni dei cittadini, insinuando panico e impedendo loro di vivere e lavorare ed imponendo ridicole carnevalate utili a farci deridere dal mondo intero. Nessuna politica seguita ha apportato miglioramenti, morti e contagiati continuano a esserci (oggi altri 119 decessi tanto per dire). Chiudere tutto non è servito a nulla se non a mettere in ginocchio aziende, lavoratori e famiglie."

I politici italiani e i politici degli Stati più colpiti dal Coronavirus hanno seguito le direttive dei rispettivi scienziati e virologi.
Persone che né sanno moooolto più di te e me, riguardo a ciò che va fatto per fermare una pandemia.
L' unica vera ALTERNATIVA era aspettare che si conclamasse la "famosa" immunità di gregge che, nella migliore delle ipotesi, avrebbe prodotto decine di migliaia di morti in più in ogni Paese.
Medesima sorte se, in Italia e nei Paesi più colpiti, il governo avesse adottato le blandissime disposizioni che hanno adottato in Svezia o in Germania, visto che il virus in Italia (sopratutto al Nord) ha fatto una vera carneficina.
Purtroppo...!!!

Infine Emiliano tu spesso fai riferimento ai BURATTINI e al popolo che bela...

...e tu che NON hai seguito tali divieti allora cosa sei...?

...e se TUTTI noi avessimo fatto ciò che hai fatto tu...???

Se NON avessimo fatto i "BURATTINI", se NON avessimo belato e se, invece, avessimo fatto come te ora:
• saremmo molto più allenati fisicamente...
• avremmo avuto più soldi...
• non avremmo perso neanche un giorno... che dico, neanche un minuto della nostra libertà.

Questo nostro governo ha preso decisioni giuste e decisioni sbagliate... proprio come è accaduto per gli altri governi in tutto il resto del mondo.

Ma se solo il 10 o il 20% degli italiani avesse infranto tutti i divieti, visto la drammatica situazione, e quindi se avesse fatto ciò che voleva... dando poi dei burattini a tutti gli altri italiani... beh le conseguenze sarebbero state realmente catastrofiche.

CONCLUSIONE:
Meglio essere un civile "burattino", in un contesto assolutamente drammatico e tragico, che fare ciò che si vuole fregandosene altamente dei divieti per un' amorale propria libertà che, ovviamente, avrebbe prodotto solo tantissimi altri contagiati in più e, quindi, tantissimi altri morti...
La Libertà per me è assolutamente fondamentale...
Ma la Vita delle persone, in questa tragica situazione, era ed è mooolto più importante...!!!

CONSIGLIO:
L' Italia è un Paese pieno di assurdi difetti e di gigantesche contraddizioni ma, sinceramente, sono pochissimi i Paesi dove si vive nettamente meglio sotto ogni punto di vista...
Se non vuoi vivere in un Paese di "burattini" e di gente che bela, allora cambia Paese e, stanne certo, che dovunque andrai non troverai MAI e poi MAI le tue regole.

Riguardo a questa lunga ed appassionata discussione (da parte di entrambi) vista la siderale distanza delle nostre idee e quindi vista la reale impossibilità di un dialogo costruttivo, per me termina qua...!!!

Ciao...





andrea62 says:
Sent 23 May 2020, 15h35
Quando mi sono ricordato di aver letto questa frase, di uno storico americano, ho subito stabilito una correlazione: "Nè i leader a Washington nè i comandanti sul campo avevano compreso le capacità militari dei giapponesi".
La mia versione attuale: Nè i governi dei Paesi occidentali nè la maggioranza di quelli regionali avevano compreso la gravità della situazione.

Sulla sanità sono d'accordo che disastri sono stati combinati da tutti i partiti oltre che da governi tecnici, però due giorni fa ho sentito alla radio a un gr regionale il governatore della Lombardia rispondere punto per punto alle accuse mosse alla sua gestione. Io non sono in grado di stabilire da che parte e su cosa stiano il torto e la ragione però la difesa del governatore non ha avuto la stessa visibilità mediatica di chi accusa.
Non dimentichiamo che fino a febbraio accadeva che persone venissero a farsi curare in Lombardia da altre regioni e non viceversa quindi attenzione a non buttare il bambino con l'acqua sporca. O se preferite alcune regioni sono come delle Mercedes che sono partite in ultima fila per fattori casuali e non per colpe loro, poi qualche pilota ha corso bene e qualche altro no.

Sono d'accordo sul fatto che i dati di certi Paesi non sono attendibili ma anche su discorso "macchie di leopardo" con il virus che sembra colpire di più dove è favorito dall'inquinamento e dove ci sono stati più contatti commerciali con la Cina e le due cose spesso coincidono.

Poncione says: RE:
Sent 23 May 2020, 18h02
Riguardo al "leopardo" basta vedere i dati della Cina e confrontarli coi nostri e si capirà quanto questo virus si comporti in modo anomalo... e la Cina è sicuramente più inquinata dell'Italia.

andrea62 says: RE:
Sent 23 May 2020, 18h39
Io però ai dati della Cina ho smesso di credere. È una opinione strettamente personale.
Ciao

Poncione says: RE:
Sent 23 May 2020, 21h06
Non ti do affatto torto... a partire dai dati sulla popolazione. Far credere al mondo intero di essere così tanti è un'arma psicologica mica da poco d'altronde. E in un regime di ormai lunghissimo corso queste cose le sanno benissimo.

GAQA says:
Sent 24 May 2020, 08h36
Prima di scrivere questo messaggio ho riflettuto molto se farlo o meno, visto che trascende la condivisione della montagna nelle sue varie forme. Ad ogni modo, visto la storica situazione che tutti noi abbiamo vissuto ed interpretato ho deciso di rispondere anche io.

Premetto che vengo da una famiglia che malauguratamente è stata colpita dal Covid-19 e che ha vissuto il dramma e l'angoscia della terapia intensiva (visto la difficoltà di informazioni in pandemia). Fortunatamente, grazie alla Fede e alla volontà d'azione da parte di chi ha veramente combattuto, ovvero: medici ed infermieri subordinati e non le ciniche case farmaceutiche che fondono principi sul materialismo e cinismo, il tutto si è risolto con la guarigione, lasciando comunque strascichi importanti e si spera non di rilievo per il futuro.

Quello che però suscita rabbia in me e me la porterò a lungo dentro di me, nasce da questo quesito: come è possibile che la nostra società, teoricamente basata su principi egualitari possa aver negato tamponi e test a chi avrebbe dovuto usufruire per vera urgenza e necessità a favore di persone altolocate, appartenenti alla ricca borghesia, senza magari un vero motivo ma solo per privilegio. In questa categoria spiccano: VIP, calciatori, giornalisti, parlamentari, ministri ecc ecc ?? Tanti proclami da parte dei mass media con slogan "andrà tutto bene", ma in che senso mi chiedo io? Nel momento in cui equipe mediche importanti del nostro paese grazie alla dedizione e l'amore per il proprio lavoro trovano cure innovative come il plasma a costo 0€ fondata sulla solidarietà umana, quella vera, si trovano a combattere contro presunti virologhi sistematicamente ben posizionati davanti alle telecamere di Stato per sostenere il contrario. Stessi presunti virologhi che sostenevano a febbraio (quando il virus già circolava nella penisola italiana da ottobre/novembre) che il Covid-19 non potrà arrivare in Italia, anzi si invitava la comunità internazionale a venire in Italia per sostenere il turismo in quanto era un paese sicuro dopo lo scetticismo di chi ci guardava da fuori. Per non entrare in argomenti politici e per non fare "nomi e cognomi" io personalmente ho trovato mal gestito il MODO DI COMUNICAZIONE da parte di chi dovrebbe tutelarci, senza continuare a guardare le spalle e il passato additando governi passati. La gente ha sete di verità, non di giri di parole atti a "sedare" la popalazione. Tuttora, Maggio 2020 sono in attesa di CIG e in attesa di capire come possa ripartire il piano scolastico di istruzione. Essendo padre di un minore, non ho mai sentito in tutte le conferenze serali in prima TV, in diretta Nazionale, qualcosa in merito. A me interessa la disciplina e l'attività sociale non l'effimero bonus baby-sitter come paracadute al non saper gestire l'emergenza (visto lo stipendio dei ministri e i loro privilegi).

Probabilmente mi sono dilungato troppo. Spero non entrare in conflitto di idee con la gente del sito Hikr. Era solo una considerazione personale per esperienza vissuta e di quanto ho interpretato in questo delicato momento.
Saluti.

Amedeo says: Banane e pere
Sent 25 May 2020, 14h12
Non basta citare i numeri, devono essere confrontabili, veritieri e citare da che fonte sono stati presi. Dati così e come confrontare banane con pere. Di fake news è piena le rete e non solo!
Esiste una sanità gestita bene e un meno bene, la Lombardia ha tagliato molti miliardi alla sanità pubblica dandola al privato, i risultati si sono visti. Non c'erano neppure i DPI per i sanitari, non parlando poi dei medici di base.
la Regione Lombardia ha fatto errori gravissimi con persone incapaci a gestire l'emergenza
1) Non ha fatto diventare zona rossa Nembro e Alzano lombardo. Io ho una spiegazione, Fontana aspettava che lo facesse il governo così la confindustria bergamasca poteva attaccare Conte e non Fontana.
2) Ha riaperto l'ospedale di Alzano Lombardo che accusava una serie di malati covid-19 in attesa nella sala del P.S. da un giorno e mezzo, così è riuscita a espandere il contagio in tutta la Valle Seriana e il bresciano (zone con la maggior mobilità d'Europa)
3) Dopo il DCM 8marzo 2020 la Regione lombardia ha emanata una ordinanza che andava in contrasto con il DPCM e che prolungava anche le restrizioni, non potendo, dal 3 aprile al 15 aprile ;
4)La Reg. Lombardia intimava i comuni a non fare test sierologici perchè fino ad una certa data non ne avevano validato uno, però se qualcuno lo faceva e risultava positivo doveva andare in autoquarantena;
5) I test si possono fare ma a pagamento , cari amici l'eccellenza lombarda vale solo per malattie gravi e rare ma la sanità di base fa paura, come ha confermato il virus
6) Non parliamo delle dichiarazioni "va tutto bene" di Gallera o Fontana, per non parlare di Rt 0 0,51 che per Gallera vuol dire che ci vogliono due infettati per contagiare una persona negativa!
7) Informatevi da qualcuno che lavora nella sanità privata e vi dirà che c'erano posti di terapia intensiva bloccati con ingenti somme da persone molto benestanti che li tenevano nel caso fossero stati infettati.
6) Zaia ha seguito Crisanti è vero che il Veneto ha metà popolazione della Lombardia, ma con la tecnica dei tamponi ha limitato il contagio. A febbraio Crisanti produceva e ordinava reagenti (sono brevettati) e allertava i laboratori di analisi, 12 in Veneto 2(!!) in Lombardia
Parliamo del Governo:
a)il 30 gennaio 2020 Speranza ha parlato in Parlamento di virus pericoloso come la peste, è stato sbeffeggiato dall'opposizione e dalla maggioranza però Conte, che non è stupido ha emesso ulna legge per stato di emergenza in Italia per 6 mesi, fino al 31 luglio 2020.
b) ha fatto una commissione di esperti che hannon gestito il Lockdown e la riapertura, non so se tu Poncione abbia letto il documento con più dio 50 scenari di riapertura con Rt, contagiati e malati in terapia intensiva per ogni scenario;
la riapertura graduale era fatta per controllare Rt e eventuali focolai di contagio;
c) Limitazioni gravi della libertà? Si, lo prevede anche la Costituzione, prima si tutela la salute, cosa confermata anche dal costituzionalista Zagrebelsky
d) Le misure sono state prese per difendere i più deboli! la mascherina serve poco a chi la porta, serve a non contagiare l'altro e se la portiamo tutti il virus potrà quasi finire

Gli errori li hanno fatti tutti perchè in presenza di una malattia nuova, chi ha sbagliato meno sono stati Germania e Nuova Zelanda, la prima perchè a fine gennaio aveva un test con la formula pronto, aveva allertato medici di base e ospedali e aveva comprato reagenti per fare i i tamponi. La seconda perchè hanno fatto un locdown totale per un mese filato e poi sono cinque milioni. qualcuno ha chiesto scusa per gli errori fatti,
Sono stufo dei complottisti e dello spettro del regime, io non sono un burattino io nel lockdown ho letto tantissimo sul virus e anche sul 5g. Documenti scientifici, non chiaccihiere da bar, come qualcuno che non produce documenti (Luc Montagnier, ad esempio. cercate ol sito Entropy for life). Andate su medical facts di Burioni e vedrete il confronto tra cura la plasma e vaccino, costi, possibilità, ecc.
Il governo ha sbagliato sulla comunicazione proveniente da troppi esperti, ce ne doveva essere solo uno solo a fare da portavoce.
Io non mi sento un burattino io partecipo attivamente alla democrazia non mi sono rinchiuso in un piccolo mondo dorato, la democrazia è lettura, studio, partecipazione se no delega ad un dittatore. penserà lui per te: no grazie!
Mi fermo qui perchè è già troppo lungo quello che ho scritto, caro Emiliano per me rimani un qualunquista, uno che da fuori critica tutto, facendo di tutta l'erba un fascio e non facendo niente di attivo nella società per cambiare le cose.
Bisognerebbe impegnaarsi, leggere, studiare e poi portare avanti delle ipotesi, altrimenti sono "chiacchieie da bar", piacevoli ma senza costrutto!
Un saluto a tutti
Amedeo

p.s.: con questa chiudo il mio intervento se qualcuno volesse confrontarsi scriva un messaggio in privato.

Poncione says:
Sent 26 May 2020, 23h44
https://gazzettadimantova.gelocal.it/mantova/cronaca/2020/05/26/news/dagli-usa-un-plauso-al-carlo-poma-la-terapia-col-plasma-e-sicura-1.38891041


Post a comment»