Anello artistico e naturalistico della Val Cavaione.


Publiziert von paoloski Pro , 24. Juni 2015 um 11:27.

Region: Welt » Italien » Piemont
Tour Datum:21 Juni 2015
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 7:15
Aufstieg: 1150 m
Abstieg: 1150 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Autostrada A26, uscita di Romagnano Sesia, seguire le indicazioni per Alagna, a Balmuccia (Guaifola) prendere per Rossa, Boccioleto, parcheggio, gratuito, presso la chiesa parrocchiale di Boccioleto.
Zufahrt zum Ankunftspunkt:Gita ad anello.
Unterkunftmöglichkeiten:Rifugio "La Baita" all'Alpe Secchio tel. 346 4050369 www.seccio.it
Kartennummer:CNS 294 Gressoney

La domenica si preannuncia soleggiata, Anna è intenzionata a proseguire l'esplorazione delle valli laterali della Valsesia. La scelta cade sulla Val Cavaione, a sua volta laterale della Val Sermenza, il nostro circuito prende avvio da Boccioleto, bellissimo paese ricco di testimonianze artistiche: dopo una visita alla parrocchiale imbocchiamo il sentiero 387 che ci porterà a risalire la valle percorrendo una delle più belle e meglio conservate mulattiere che abbia mai visto.
Lo svolgimento della gita lo si può dedurre dalle didascalie alle numerose fotografie, devo aggiungere che la valle per quanto appartata è un vero scrigno di gioielli artistici, l'oratorio di San Lorenzo all'Alpe Secchio poi è un autentico capolavoro del gotico posto in una località assolutamente discosta.
Non sono da meno le peculiarità botaniche: raramente ho osservato una tale varietà di fiori.
Per quanto riguarda le difficoltà: la mulattiera che sale all'Alpe Secchio (segnavia 387) è veramente ben tenuta e, nonostante qualche tratto sia un po' invaso dall'erba alta, perfettamente e facilmente percorribile.
Si incontrano dei tratti di strada asfaltata nei pressi di Ronchi e della nuova pista forestale, in prossimità della cappella del Selletto, ma la percorrenza si limita a qualche metro, per il resto mulattiera o buon sentiero. Difficoltà T2.
La discesa sull'altro versante è meno agevole: il sentiero è sempre buono ma molto più articolato, con il superamento di molti impluvi e una miriade di saliscendi. Difficoltà T3.
Comunque poco prima di Rainero, all'incirca dalla deviazione per l'Alpe Selletto, ridiviene comunque agevole e da Rainero diviene un'ottima mulattiera.
A Rossa le difficoltà sono date dalla pressochè totale mancanza di indicazioni: trovare l'inizio della mulattiera per Oro è stato possibile solo grazie alle indicazioni degli abitanti.
Decisamente una gita da consigliare a tutti gli amanti dell'arte e dei fiori.

Tourengänger: paoloski, annna

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (4)


Kommentar hinzufügen

micaela hat gesagt:
Gesendet am 24. Juni 2015 um 22:36
Molto bello, il tuo racconto fotografico: me lo sono lentamente goduto, immergendomi passo dopo passo nel fascino dell' arte religiosa dei nostri antenati, come di quello di Madre Natura, così generosa in questo inizio d' estate...
Grazie, Paolo!
Ciao, Micaela

paoloski Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 25. Juni 2015 um 14:33
Grazie Micaela, è veramente una gita appagante siua dal punto di vista artistico che naturalistico. Buone gite. Paolo

Poge Pro hat gesagt:
Gesendet am 24. Juni 2015 um 23:11
Messo nelle "cose da fare" .... grazie!!!

paoloski Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 25. Juni 2015 um 14:33
Merita veramente! Ciao, Paolo


Kommentar hinzufügen»