Punta Grober


Publiziert von Poge Pro , 9. April 2014 um 19:15.

Region: Welt » Italien » Piemont
Tour Datum: 6 April 2014
Ski Schwierigkeit: ZS+
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Aufstieg: 2160 m
Strecke:10,7 km (solo andata)
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Macugnaga, frazione Pecetto. Strada per Domodossola, uscita Piedimulera e poi in fondo alla Valle Anzasca.

Grandioso itinerario.

Dopo l'ottima notte trascorsa a Macugnaga, partiamo sci ai piedi dal paese risalendo le piste verso la stazione superiore Belvedere. Senza arrivarci, deviamo verso il Rifugio Zamboni-Zappa e lo passiamo con le belle luci di primo mattino.

Oggi tutta la nostra attenzione si divide tra il percorso di salita e la favolosa parete est del Monte Rosa. In lontananza vediamo alcune persone partite stamattina dal rifugio (senza metterci d'accordo, siamo venuti a sapere che nei nostri amici hanno dormito al rifugio per salire anche loro la Grober).

Per un tratto seguiamo la pista tracciata per le ciaspole dal Gatto-delle-nevi poi quando questa finisce, inizia la vera salita. Dal basso il percorso sembra bello ripido e con un passaggio obbligato per superare una balza del ghiacciaio, vedremo come si svilupperà la salita.

Continuiamo di buon passo (qualche amica si lamenta che non aspettiamo mai) e poco sopra quota 3000 raggiungiamo il gruppetto che ci precede. Salutiamo Tiziano e Marta e altri due che non conosciamo e, passando avanti, diamo il cambio a batter traccia.

Non vediamo gli altri amici che dovevano essere qui e Tiziano ci indica la cresta che collega il Pizzo Bianco con la  Grober ... eccoli là, contro cielo a salire sci in spalla. Sempre forti e originali loro.

Tracciare è abbastanza disagevole perché praticamente ad ogni passo lo sci a valle scivola un po' e bisogna continuamente riportarlo "sulla retta via". Ma sempre con passo costante superiamo anche il "passaggio obbligato" che risulta molto più semplice del previsto.

Tutti i crepacci sono chiusi, ne vediamo soltanto uno lungo la salita ma con gli sci lo passiamo senza problemi. Nel frattempo continua ad aumentare la distanza con il resto del gruppo.

Con un ultimo sforzo su neve molto dura arriviamo al Colle delle Locce, giusto il tempo di bere e mangiare qualcosa e parto con ramponi e picozza per l'ultimo tratto. Leggendo varie relazioni non ho ben capito le difficoltà di questo tratto, quindi non so bene cosa aspettarmi.

Il primo tratto su neve procede velocemente, poi affronto un breve passaggio su roccia e capisco che sarebbe meglio stare sulla neve: è più veloce e sicura e, anche se è dura, i ramponi e la picozza fanno buona presa.
Quindi traverso ancora su roccette per portarmi su una sorta di canalino/pendio che dovrebbe portare direttamente in vetta. Raggiunta la neve tiro su dritto, si sale benissimo e la cima si avvicina rapidamente.

Supero un ultimo breve muretto di neve e ... sbuco in CIMA!!!

Gli amici che percorrevano la cresta sono arrivati da pochi minuti, quindi quando spunto fuori è una sorpresa per tutti. Ci salutiamo (è un po' che non ci si vede) e ci scambiamo reciprocamente i complimenti per la bella salita, siamo tutti gasati dalla stupenda giornata e dallo stupendo percorso, per non parlare del panorama sul Rosa.

E' una piccola festa sulla Punta Grober, a quota 3497.

Nell'attesa degli altri abbiamo tempo per guardarci attorno. Ora è ben visibile la Capanna Margherita, poco prima si intravedeva il Bivacco Resegotti con la Signal, Punta Dufour, Nordend, in fondo spunta una bellissima piramide che sembra essere il Weisshorn con a fianco il Bishorn e poi una moltitudine di cime tra cui ipotizziamo lo Stralhorn, Rimpfishhorn, forse l'Andolla e ...siamo euforici per la bellezza .... di tutto!!!

Scopriamo inoltre che Giovanni ha prenotato anche lui la Konkordia Hutte in alcuni giorni nel ponte del 25 aprile e già ci mettiamo d'accordo per una salita insieme.

Gli altri ancora non arrivano quindi iniziamo a scendere. Per la discesa decido di sfruttare tutto il pendio di neve per poi traversare, sempre su neve, a riprendere la traccia dell'andata. Intanto vediamo che ci sono gli altri del gruppo che stanno salendo. Andando sulle rocce si sono un po' complicati la vita ma sono bravi scalatori e in qualche modo faranno.

Torniamo agli sci dove aspettiamo definitivamente tutti per scendere insieme.

Quando partiamo con gli sci è una goduria, neve stupenda e pendenze super. Facciamo anche una piccola variante in un breve e ripido canalino (come hanno fatto tutti del resto). Si passa un tratto di crosta per poi trovare neve trasformata fino a ricongiungersi con la pista battuta dal gatto che velocemente ci riporta al rifugio Zamboni-Zappa.

Mentre i nostri amici riprendono le loro cose dal bivacco invernale, noi scendiamo a Macugnaga, questa volta su neve papposa, ma fortunatamente le piste ci permettono di non soffrire troppo.
Torniamo al nostro hotel dove ci hanno gentilmente lasciato l'opportunità di sfruttare ancora le camere nel pomeriggio. Quindi possiamo cambiarci comodamente e soprattutto farci una rilassante doccia.

Aspettiamo anche le nostre donne ciaspolatrici che per poco non abbiamo incrociato al rifugio e poi ci troviamo tutti insieme per bere qualcosa prima di riprendere la macchina per tornare a casa ... con ancora negli occhi e nel cuore la bellissima giornata trascorsa sui monti.

Tourengänger: Poge

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (6)


Kommentar hinzufügen

danicomo hat gesagt:
Gesendet am 9. April 2014 um 20:18
bellissimo e bravissimo,
belle foto,
aspetto la konkordia.
daniele

Poge Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 9. April 2014 um 20:42
Grazie.
Speriamo nel tempo.
Sono 2 anni che prenotiamo ... e disdiciamo per il brutto tempo.
Andrea

tignoelino hat gesagt:
Gesendet am 9. April 2014 um 20:42
Che dire: complimenti sinceri.
roby

Poge Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 9. April 2014 um 20:51
Grazie. è stata una giornata fantastica.
Andrea

maxcross1 hat gesagt:
Gesendet am 10. April 2014 um 07:59
complimenti per tutto. un'impresa. ancora complimenti e tanta ...invidia.

Poge Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 10. April 2014 um 08:08
Ti ringrazio.
Andrea


Kommentar hinzufügen»