Rifugio Pozzolo m.1640 (VB),al confine con la Valgrande!


Publiziert von Alberto , 30. Mai 2013 um 13:58. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Italien » Piemont
Tour Datum:26 Mai 2013
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 3:45
Aufstieg: 1575 m
Abstieg: 1556 m
Strecke:Beura m.257 - Alpe Cresta o Caggiani m.477 - Alpe Fiesco m.625 - Alpe Vaccareccia m.885 - Alpe Prov m.1060 - rifugio Pozzolo m.1640
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Milano - autostrada per Gravellona/Sempione uscita Villadossola, Dirigersi verso Beura. Parcheggio gratuito davanti al municipio
Unterkunftmöglichkeiten:rifugio Pozzolo (sempre aperto)
Kartennummer:kompass Domodossola 1: 50.000 - Parco Nazionale Val Grande 1: 30.000 - cns n° 285 Domodossola 1: 50.000


 

Vista da Alberto: Mauro chiede se farò qualcosa e gli propongo,vista la meteo favorevole,un'escursione in Valgrande,scegliendo tra 4 rifugi che non ho ancora visitato,valutando anche il fattore neve che in questa settimana è sceso fin verso i 1200 m. Ovviamente,le ore di cammino sono di quelle che richiedono gambe e fiato.....e un orario consolo al caso,quindi gli dico alle 6,30 a Saronno (e sono già stato elastico) e che comunque sarei andato in ogni caso.

Gli amici propongono nel frattempo altre escursioni a cui io avviso che non partecipo per la ragione sopra citata ed è inutile che propongo la mia data l'ora tarda di partenza,evitando inutili disagi a loro in particolare.

Gabriele il centralinista e coordinatore di telefonate,mi chiede dove ho intenzione di andare,nel contempo vengo a sapere che non hanno ancora deciso dove andare: probabilmente c'è chi vuole vedere fino all'ultimo l'evoluzione meteorologica,ma qui si tratta più che altro di non commettere l'errore di dover rinunciare nel proseguire proprio causa della neve,non solo,dato il freddo e il vento annunciato,è il caso di trovare la possibilità di un ricovero (ed è ciò che io ho fatto). Comincia con il discorso da Divina Commedia tant'è vero che per tenere la cornetta del telefono,devo prendere i guanti ignifughi he he he,poi finalmente riesco a fargli capire (alleluia!) il perché il mio agire in quel modo. Quindi avrebbe sentito il resto del gruppo per l'eventuale opzione aderendo alla mi proposta nel caso Mauro vi rinunciasse,attendendo ovviamente anche fino ad ora di cena.

Mauro decide di abdicare visto il dislivello o forse per l'orario troppo anticipato (io cerco di andare incontro il più possibile agli amici finché posso....) e allora avviso Gabriele: comincia a fare proposte di ritrovo senza senso (troppo lunghe da spiegare) alla fine ci accordiamo per trovarci alle 6,20 a Gallarate (cioè quello che io avevo detto....) luogo che in questo caso era il preferito per tutti. Dopo le varie peripezie che Gabri ha fatto per capire più che altro,cosa volesse fare Angela (CIP è unica nel suo "stile"),risolvo il tutto con un sms che mando ad Angela,con le specifiche inerenti all'escursione.....mi chiama dicendomi che ci sarebbe anche Ugo (il papà) che eventualmente a causa del ginocchio e visto il dislivello,si sarebbero fermati prima: a me spiace tirare in ballo una cosa abbastanza tosta (perché 1400 m. di salita non sono bazzecole) e vedere il rinunciare per un motivi più che ovvi,fermandosi magari in luoghi poco belli,al freddo e magari senza sole.

Quindi,fino ad allora,non fasciamoci la testa: si prova,con passo tranquillo e poi si valuta.

Così a Gallarate ci troviamo con Gabriele,Ivan,Beppe,Lella e Raffaele e ci avviamo per la meta nuova a tutti,con la speranza almeno da parte mia,che non vi siano sorprese poco piacevoli lungo il percorso che possano mettermi in crisi (tecnicamente parlando: viste le abbondanti piogge di questi tempi): stando alla cartina e le informazioni raccolte,non vi sono torrenti da attraversare e il tacciato è segnalato.

Durante il viaggio Ugo mi spiega il possibile problema che potrebbe causargli la rinuncia,mentre a posteriori Angela chiacchera con Raffaele,che scopriamo essere anche uno sci alpinista che ne ha fatte di tutti i colori.....Paolinoooooo,può interessare?

Alle ore 7,30 partiamo da Beura,l'aria è frizzante,si sta bene con camicia a maniche lunghe e giunti al primo cartello noto le tempistiche: 3 ore per il rifugio Pozzolo.....ma è fuori di testa.....secondo i parametri standard per tale dislivello,occorrono almeno 4 ore....anche se Beppe ritiene,calcolati i km. più che normale,ma caso vuole,qualcuno ha modificato il successivo cartello situato a 15 minuti dopo,sovrascrivendo al 2,un bel 3,45. Anche i successivi cartelli,hanno alcune irregolarità: ma correggere il primo e via discorrendo?

Comunque,il passo lo fa il Bradipo che lo tiene fino a quota 830 circa,mentre in coda si ode Angela che se la ride alla grande.....e chiacchera pure tanto.....ha un gran maestro in questo campo,il Gabri,oppure è di natura così,ma cerca di trattenersi.....sono propenso alla seconda he he he! Breve sosta perché Angela deve farsi una "dose"......di potassio e magnesio causa pressione bassa.....man mano che la frequento scopro che ha delle "amicizie" che io farei volentieri a meno.....penso che un escursione a Lourdes potrebbe essere la futura meta: Ebbene dopo il pit stop il bradipo viene superato e lasciato dove si ritiene più adatto al caso,ultimo con Angela la quale vestiva come se stesse andando a Portofino,nonostante l'aria fredda e il forte vento.....di stranezze ne vedo sempre più.....poi ecco che decide di mettersi "la mitica merinos azzurro speranza" he he he!

All'inizio pensavo,visto la larga mulattiera,una possibile ciaspolata in zona,ma prima di arrivare a Cresta,già diventava sentiero e in molti punti era erto e non proprio "scorrevole" come intendo io,del resto vi erano tratti di tracciato che avrebbero bisogno di manutenzione,scavando a monte allargandone il percorso: fortuna che la segnaletica era spesso posta su alberi,perché in molti casi era difficile capire,a causa delle forti piogge che hanno portato a valle di tutto e di più,dove passasse il tracciato.

Giunti a quota 1400 nei pressi di una cascata,il sentiero piuttosto stretto e già con neve presente,prende decisamente a destra con un lungo traverso dove va a risalire un costolone che ci fa pervenire al rifugio Pozzolo che raggiungiamo alle ore 11,10 dopo ben 3 ore e 40 minuti e un dislivello di ben 1383 m.: è vero,nonostante il passo tenuto dal Bradipo,il possibile problema di ginocchio di Ugo,la rinuncia da parte di Angela dovuta alla pressione bassa,siamo stati sotto di gran lunga alle 4 ore "normali" che comunque restano come riferimento "standard".....c'è chi è arrivato 15 minuti prima,volendo avrebbe potuto benissimo,se partiva al proprio passo dall'inizio,arrivare in sole 3 ore.....ma chi legge (per gli inesperti) è meglio specificare dando tempistiche il più possibile consoli alla realtà come il CAI e guide alpine insegnano.

Qui troviamo un gruppetto di 7 amici del Cai Milano sezione "il sentiero" che hanno pernottato in cui vi era uno (com'è piccolo il mondo) che ha lavorato nello stesso posto di Gabriele....perché Gabriele lavora?.....lui è un ricercatore.....nel lavorare il meno - meno possibile he he he!!!!! Lunga chiaccherata e poi ripartono,mentre noi ci godiamo il tepore della stufa (20° gradi nel rifugio) mentre fuori fa ancora freschino. Il rifugio è attrezzato con il necessario (pure di catino per la toilette.....) peccato che il camino era inutilizzabile causa fumo stando a uno dei numerosi biglietti esposti......o per risparmiare legna,visto che la canna fumaria della stufa usava quella finale del camino!

Comunque ci bastava,verso le 13,00 il sole cominciava a dominare sull'ambiente circostante,preannunciando un deciso miglioramento della giornata (alcuni hanno indossato pure i guanti,al faseva un bel frec),mentre io ero titubante se mettermi il pigiama felpato.....a cui ho rinunciato.

Il panorama che offre questo luogo,sinceramente non me lo aspettavo: il Monte Rosa è proprio li davanti,il Pizzo Andolla,poi si vedeva benissimo (è stato il Bradipone a segnalare la cosa agli amici) il Pizzo Diei e Monte Cistella,mentre il Monte Leone era sovrastato da alcune nubi.....ottimo panorama. La neve che abbiamo pestato per salire quassù era dura (infatti speravo che per il rientro si smollasse un po) e alcuni amici che son saliti all'alpeggio poco sopra,ci riferiscono che la neve è proprio da ramponi,quindi il tentativo per la Punta Pozzolo (ancora ore 1,10) è da escludere oltre al fatto che alcuni dovevano rientrare non troppo tardi per votare. Quindi ce la godiamo in rifugio ridendo e scherzando come al solito,mettendo un po di allegria,quel che ci vuole in una buona compagnia.

Personalmente ritengo di essermi tranquillizzato dopo aver visto che Ugo andava più che bene e non ha riscontrato alcun dolore e Angela nonostante il possibile "collassare" causa pressione bassa non avvenuto,fortuna vuole,è riuscita ancora una volta a effettuare un dislivello non da poco conto,che probabilmente prima di conoscere questo gruppo di HIKRniani mai avrebbe pensato di fare una cosa simile.....in 2 o 3 giorni sì,ma in un giorno.....! A tavola non manca nulla,in più vi sono grappa e amaro ben apprezzati,non solo,tutti non vedevano l'ora di abbuffarsi di gallette di riso (o segatura compressa he he he) che ci vengono offerte da Angela,la quale vorrebbe convertire lo Scoiattolo ad una dieta sana,leggera.....molto leggera.....per star meglio con se stessi.....il Gabri?.....ma se alle 11,15 chiedeva se mangiavamo.....e se avessi proposto di cucinare della pasta se magnava pure quella!!!!!!

Ebbene,il sole attrae all'esterno i gitanti,mentre una volontaria si prestava a fare del caffè: vi era il problema dello zucchero finito dagli amici del Cai,ma al Bradipo che osserva scrutando bene i più svariati angoli nascosti,ecco che trova un altro barattolo (almeno mezzo chilo) di zucchero,sotto agli occhi dei molti......distratti! Dopo aver lavato e rimesso a posto le precedenti stoviglie e Ugo nel resettare dando una bella pulita al pavimento,ci mettiamo fuori a godere del caldo sole,che stimola Ivan a farsi la gradita pennichella sul morbido prato.

Strano ma vero,il personaggio che sembra voler smuovere le terga dei gitanti che se la stanno godendo,oggi in via ECCEZZIONALE è Angela: il cartello da 2 ore ma come ho scritto,vi sono un pochino di errori di calcolo (chi ha scritto tali orari non aveva la cognizione della "normalità"),quindi calcoliamone almeno 2,30 e alle 14,00 ci rimettiamo in marcia. Lungo il percorso Angela da dimostrazione come attutire la caduta del corpo su terreno sconnesso,usando al 100% le terga,cosa che gli riesce molto bene,visto che se la ride alla grande e io con Gabri pure,la quale riesce a immortalarla in questa mossa di grande stile (invece io purtroppo non ho immagini a riguardo da farne dei poster).

Poco dopo anche Gabriele si applica in questa tecnica sportiva che pare prenda piede in coloro che se la ridono del Bradipo,i quali disattenti non badano alla natura che fa scherzi he he he!

Giunti allo stesso punto dell'andata,facciamo sosta e Angela,oramai esperta nelle tempistiche (beata lei che ci crede) mi dice che da qui in 30 minuti siamo all'auto......ma dove hai letto tale tempo,gli dico....risponde lassù....diciamo che gli sbalzi termici influenzano molto sui neuroni di alcuni he he he,gli ribadisco che secondo il mio altimetro vi occorrono almeno 45 minuti,infatti riprendiamo il cammino alle 15,55 e alle 16,48 siamo alle auto....(sulle tempistiche: non sfidatemi he he he!).

Nonostante il gran caldo che troviamo,la voglia di birra o gelato (bar in centro non se ne vedevano) riprendiamo i mezzi e ci avviamo.....ecco un bar aperto.....ma oramai,un altra volta con più calma.

Siamo a casa,ancora una volta entro le tempistiche previste senza problemi di traffico.


E' stato un piacere aver condiviso questa bella giornata in compagnia di tutti Voi,che non sapevate cosa ci riservava questa escursione a "sorpresa" mancandone le documentazioni fotografiche,ma affidandovi,come me del resto,allo spirito della scoperta che può riservare in certi casi delusioni.....ma se mai si prova,mai si può dire!

 

Ciao a tutti e alla prossima!

 
 

Questa settimana la pazza meteo di maggio ci complica un po la scelta della meteo ma alla fine convergiamo sulla proposta del Bradipo e andiamo a fare un giro in Val Grande al Rifugio Pozzolo.

Per me poi è un'ottima occasione perchè in Val Grande ci sono stato poco.

La meteo prevede sole ma arrivati a Beura il sole latita e il grigio domina.

Saliamo sulla bella mulattiera e poi nel bosco, a tratti rinfrescati da un bel venticello passando per vari alpeggi,alcuni diroccati ma comunque molto caratteristici e muti testimoni di un tempo antico di dura fatica.

Parlando allegramente e seguendo il passo bradipesco la salita non si sente e senza problemi arriviamo al Rifugio Pozzolo.

Ci accomodiamo al calduccio perchè al rifugio la stufa è gia calda. Alcuni escursionisti hanno trascorso la notte in questo bel posticino e guarda il mondo come è piccolo , uno di loro ha lavorato alcuni anni fa con me a Bollate!

Oggi il pranzo prevede dieta rigida,manca l'Elefante, e allora mangiamo le gallette di Angela!

Io non ho problemi, mangio anche quelle  ma bisogna avere molta fame per mangiarle!!

Per fortuna che abbiamo portato qualche ingrediente meno salutare che aiuta eh eh !

Suni oggi è in perfetta forma e mangia un po di tutto.

Poi in attesa del buon caffè fatto da Angela salgo all'Alpe Pozzolo per fare un po di foto con Suni.

Ormai il sole è uscito e l'azzurro ha sostituito il grigio facendo cambiare completamente il volto alla valle!

Poi relax davanti al Rifugio, che è una vera e propria balconata con notevole vista sul Rosa, parlando e scherzando con gli amici e degustando la grappa e l'amaro che il Bradipo ci ha offerto.

Viene poi l'ora di scendere ormai sempre baciati dal sole per tornare a Beura dove il caldo ci attende!

Una bella escursione nella magica Val Grande alla scoperta di un accogliente rifugio in ottima compagnia.

Un grazie a tutti gli amici per la bella giornata trascorsa insieme; un grazie a Suni, anche oggi perfetta compagna di escursione!

  

beppe
Bella escursione al Rifugio Pozzolo nella selvaggia Val Grande, il panorama sul Rosa dal Rifugio è molto bello come mostrano le varie foto.
Grazie a tutti gli amici per la bella e allegra giornata trascorsa insieme.

  

ivanbutti
 meritano senz'altro un'altrper cuiperNonostante il meteo, che per tutta la mattina è stato certamente inferiore alle attese (dopo pranzo il sole è arrivato), bella gita ai bordi della Val Grande, in un'area che non conoscevo. Le cime intorno al rifugio, che oggi non erano sicuramente raggiungibili causa neve, vanno considerate per future escursioni. Il gruppo è stato come sempre molto affiatato, per cui divertimento assicurato; alla prossima. 

  

  


 

Tourengänger: ivanbutti, Alberto, beppe, Lella, Gabri, angy

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (15)


Kommentar hinzufügen

Amedeo hat gesagt: Ciao a tutti!!
Gesendet am 30. Mai 2013 um 15:24
Tanti cari saluti alla bella compagnia. Io, inaspettatamente, ho deciso all'ultimo di andare alla Capanna al Legn (di fronte a casa), ventoso e nuvoloso!!
A presto
Amedeo

beppe hat gesagt: RE:Ciao a tutti!!
Gesendet am 30. Mai 2013 um 15:59
Bravo Amedeo
a presto
Beppe

giorgio59m hat gesagt: Bravi ...
Gesendet am 30. Mai 2013 um 16:59
Bravi a tutti !
Ormai siete uno zoo errante affiatato (Suni, bradipi, scoiattoli, cip, mancava l'elefante) ....
Beh Ivan potrebbe fare il Ghiro

"Ma BRADIPO !
Nun sarà un tantino lunga stà commedia?"
"Ma.. nemmeno 1 rotolo!"?

Amedeo hat gesagt: RE:Bravi ...
Gesendet am 30. Mai 2013 um 17:55
Ciao Giorgio.
A presto
Amedeo

giorgio59m hat gesagt: RE:Bravi ...
Gesendet am 31. Mai 2013 um 08:49
Ciao Bresci, è un pò che non ti si vede ....
Troppo occipato :-) ?

grandemago hat gesagt: RE:Bravi ...
Gesendet am 30. Mai 2013 um 18:02
Per fortuna gli altri sono di poche parole.....scritte!

Ciao

Gabri hat gesagt: RE:Bravi ...
Gesendet am 30. Mai 2013 um 20:52
Grazie Giorgio,
Il BRADIPO è regolare nel passo e regolare nelle relazioni su Hikr!!!
Sempre un romanzo con mai meno di 20 pagine ...
consigliato a chi soffre di insonnia eh eh eh!!!
Ciao
Gabri

Alberto hat gesagt: RE:Bravi ...
Gesendet am 1. Juni 2013 um 13:58
.....la Divina Commedia è la lunga serie di frasi che il Gabri pronuncia in pochi secondi: è come un missile.....nessuno lo ferma he he he! ciao

tignoelino hat gesagt: pozzolo
Gesendet am 30. Mai 2013 um 21:43
Complimenti a tutti!! gran bella escursione,
confermo, ciao
roby

Gabri hat gesagt: RE:pozzolo
Gesendet am 30. Mai 2013 um 22:01
Ciao Roby
posti incantevoli... peccato per la neve .
Magari più avanti si potrà tornare e salire la scala o chissà
tentare la traversata verso Trontano!!
Gabri

adrimiglio hat gesagt:
Gesendet am 31. Mai 2013 um 19:01
Sono molto attirato da questa escursione è da qualche anno che è in cantiere, eppure trovo sempre una scusa per rimandarla, mi sembra di capire che le pendenze sono notevoli, cosa mi dite?

Complimenti, bravissimi!!!

Adry

Gabri hat gesagt: RE:
Gesendet am 31. Mai 2013 um 19:16
Ciao Adry
Grazie ...
l'escursione è tranquilla, alcuni tratti un po ripidi .. ma
prendendola con calma non c'è nessun problema.
Gabri


adrimiglio hat gesagt: RE:
Gesendet am 1. Juni 2013 um 15:44
Allora appena il ginocchio farà giudizio la proverò.

Grazie, salutami Suni.

Adry.

Alberto hat gesagt: RE:
Gesendet am 1. Juni 2013 um 14:47
Ciao Adry: la salita è lunga,volendo con calma si può salire anche alla cima Pozzolo che merita. Causa neve e anche per alcuni impegni,si doveva rientrare presto,altrimenti si poteva fare. Ciao

adrimiglio hat gesagt: RE:
Gesendet am 1. Juni 2013 um 15:46
Ciao Alberto

Si l'intenzione era la Cima Pozzolo, il problema è trovare il periodo giusto considerando quota di partenza e conformazione del terreno, meglio evitare periodi caldi...

Grazie anche a te

Adry.


Kommentar hinzufügen»