Pizzo Recastello, 2886m


Publiziert von Barbacan , 23. August 2012 um 15:19.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum:22 August 2012
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Hochtouren Schwierigkeit: WS
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 8:00
Aufstieg: 2066 m
Abstieg: 2066 m
Strecke:Valbondione - Rif. Curò - Val Cerviera - Pizzo Recastello
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Da Bergamo seguire la tagenziale sud in direzione Val Seriana. Superato Ardesio prendere per Valbondione. In paese proseguire dritto ignorando i cartelli dei rifugi, passare in una via stretta (via Pianlivere) e raggiungere il parcheggio alla fine della strada.
Unterkunftmöglichkeiten:Rifugio Curò: 100 posti letto
Rifugio Consoli U.E.B: 27 posti letto
Rifugio Barbellino: 72 posti letto

Kartennummer:Kompass n°104 "Alpi Orobie Bergamasche"

Sto cominciando a prender gusto nell'affrontare le cime. Sono partito dal livello facile e pian piano sto aumentando la difficoltà, ma sempre senza esagerare e con sale in zucca. Ecco perchè per quest'inaspettata visita al Recastello (in programma c'era il brembano Diavolo di Tenda) ho voluto con me Cristian Riva (il suo sito) che gentilmente mi ha scortato, rendendo sicuramente più piacevole la salita.

Abitare in mezzo alla pianura padana non giova a noi appassionati di montagna che per andar su tocca partire a orari balordi. Stavolta la sveglia suona alle 4:00, la voglia c'è ma la stanchezza si sente. Dopo una bella tazza di caffè, mi metto in auto in direzione Valbondione dove miracolosamente arrivo verso le 6. Mi rifiondo in un bar e faccio colazione, giusto per tirare le 7, ora dell' incontro. Più tardia, alla Cappella Lisandèr, mi ritrovo con Cristian e partiamo in direzione del rifugio Curò mentre la valle si sveglia.

Nonostante l'ora ci sono già un sacco di escursionisti che salgono al Lago del Barbellino e molti li reincontreremo scendendo. Facciamo la classica via panoramica ma poi taglieremo lungo una sorta di direttissima che ci farò risparmiare diversi minuti. In rifugio beviamo un bel thé freddo che ci rigenera e ammiriamo l'incredibile verde smeraldo del Lago del Barbellino. Ci condediamo giusto qualche minuto, poi sacco in spalla e via. Il meteo è buono, durante la salita Cristian ed io chiacchieriamo un sacco di montagna, vita personale, escursioni... è veramente bello andare in giro con qualcuno, specie dopo quasi dieci mesi che esci da solo. Seguendo il sentiero per il rifugio Barbellino, in corrispondenza di un ponte, pieghiamo a destra lungo una ripida traccia che porta il Val Cerviera. Il sole si fa sentire.

Ci concediamo qualche sosta perchè il caldo oggi è veramenet tosto, anche in alta quota. Superato diversi pianori, arriviamo all'inizio del ghiaione. Piccola sosta, quattro foto e via su per sto malefico ammasso di gera e sfasciumi dove fai un metro in su e due in giù. Più in alto vediamo tre grossi stambecchi che passeggiamo allegramene in costa e comincia una gragnuola di sassi; cerchiamo di stare alla larga e di evitarli. Di fretta raggiungiamo l'attacco del canalino dove siamo meno esposti al tiro dei cecchini ungulati.
Indossato il caschetto e parcheggiati i bastoncini, cominciamo la salita. Il canalino è divertente, in alcuni tratti bello verticale e la provvidenziale catena aiuta molto. Un quarto d'ora dopo, raggiungiamo una selletta dove già si gode un'anteprima dello stupendo panarama. Con la carica addosso, attacchiamo la cresta e arriviamo in vetta sotto la croce, dove salutati altri due escursionisti, scattiamo le foto di rito e pranziamo. La vista è eccezionale, peccato solo per i giganti orobici che oggi coperti da un cappello di nuvole. Si distinguono benissimo il Diavolo della Malgina, il Tre Confini, la Valmorta e il lago annesso.

Durante in pranzo, purtroppo vediamo un elicottero del 118 in hovering sul sentiero che collega il Coca al Curò; più tardi scopriremo che un'escursionista è perito cadendo dal sentiero. Davvero sconfortante. Prima dell' una il cielo comincia a coprisri e per precauzione decidiamo di scendere mentre un gentile signore si offre di venire con noi. Apre lui. Peccato che dopo una manciata di minuti lo vediamo praticamente già sul ghiaione! Uno stambecco camuffato da pensionato!!! Tornati in Val Cerviera facciamo il pieno alle borracce e nell' aria rieccheggiano due tuoni secchi. Ok, di corsa!

Scendono le prime gocce di pioggia e noi attraversiamo di fretta i pianori e raggiungiamo le rive del Lago del Barbellino. Proseguiamo per il Curò, sosta caffè e via verso Valbondione dove arriveremo prima delle 16. Massima soddisfazione, cima conquistata tempo clemente. Potrebbe andare storto qualcosa proprio ora? Ma certo! Una bella coda di 8km al ritorno a casa, sotto il caldo della pianura che pian piano prendeva il posto della fresca aria di montagna.

Alla prossima!

Tourengänger: Barbacan

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Geodaten
 12584.gpx Percorso principale

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

T4- L I
10 Aug 08
Pizzo Recastello, 2886m · RORI66
T4 L I
T5- WS+ I
T4
21 Sep 13
Pizzo Tre Confini e Pizzo Recastello · Abominevole
T5 WS+ II

Kommentare (10)


Kommentar hinzufügen

heliS hat gesagt: Complimenti
Gesendet am 23. August 2012 um 20:17
Ti sei portato a casa una gran bella cima ... ma credo che una gita con Cristian (che non conosco ma ammiro molto) sia la cosa più appagante :)
Il Recastello sono convinta di averlo salito, ma una vita fa (pre-digitale) ma di certo non ho fatto tutto quel dislivello, quindi: o non è la stessa cima e io mi confondo o c'è un'altra via di salita ... boh, mi sa che non lo scoprirò mai.
A noi oggi è andata meravigliosamente, fresco fresco fresco ... il resto a più tardi!
Ciao
S.

heliS hat gesagt: RE:Complimenti
Gesendet am 24. August 2012 um 11:43
Mi rispondo da sola: era il Re di Castello (http://www.vienormali.it/montagna/cima_scheda.asp?cod=360) ed era il lontano 2004 ...

Barbacan hat gesagt: RE:Complimenti
Gesendet am 25. August 2012 um 10:35
C'è solo qualche spazio e una parolina in più... quando vuoi provare il Redorta chiamami. Se ci sono vengo volentierissimo (porta anche il Nano visto che l'ha già salito!)

heliS hat gesagt: RE:Complimenti
Gesendet am 25. August 2012 um 10:51
E cambia anche regione :)
Il Nano l'ha già salito ... non credo voglia rifarlo :( Cmq te lo dico, appena me la sento per la caviglia ... e smette un po' questo caldo porco :(
Ciao
S.

stefano58 hat gesagt:
Gesendet am 24. August 2012 um 15:11
Io lo avevo tentato con Maurizio nell'agosto 1996, ma in una settimana passata al Curò di sole quasi non ne abbiamo visto, e non era certo il caso di andare a infognarsi tra nebbia e sfasciumi; alla prima occasione ci torno, ma la lista di attesa è lunghissima!
Stefano

Barbacan hat gesagt: RE:
Gesendet am 25. August 2012 um 10:39
Le cime non si spostano Stefano! Anch'io ho cominciato da poco a ridurre la mia infinita lista :)

Luca_P hat gesagt: Bravissimi...
Gesendet am 24. August 2012 um 20:30
Bravi Alberto e socio, gran bella cima, una delle più eleganti e rinomate delle Orobie.
La salii molti anni fa in una gelida giornata di Novembre ed ancora ne ho un caro ricordo.
Ciao, Luca

Barbacan hat gesagt: RE:Bravissimi...
Gesendet am 25. August 2012 um 10:38
Grazie Luca, è stata veramente bella come salita!

Mauro hat gesagt:
Gesendet am 27. August 2012 um 10:46
Ciao e complimenti, una bellisima cima e bel dislivello. Continua così che il divertimento è assicurato.
Mauro.

Barbacan hat gesagt: RE:
Gesendet am 27. August 2012 um 11:11
Ad maiora! Grazie Mauro!


Kommentar hinzufügen»