Monte Rai


Publiziert von stefano58 , 8. Januar 2012 um 20:09. Text und Fotos von den Tourengängern

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum: 7 Januar 2012
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 1 Tage 4:30
Aufstieg: 1031 m
Abstieg: 1034 m
Strecke:Valmadrera, San Tomaso, Acqua del Tufo, Bocchetta di San Miro, Monte Rai, Rif. Marisa Consiglieri, Civate.
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Ferrovia Milano - Lecco, poi Lecco - Valmadrera
Unterkunftmöglichkeiten:Rifugio Marisa Consiglieri
Kartennummer:Kompass n° 91, Lago di Como - Lago di Lugano

Monte Rai; 2a escursione e 1a cima dell'anno.
Martedì mi sono dovuto accontentare di un'escursione breve, ma oggi mi sono imposto di fare qualcosa in più.
Si aggrega Fabrizio, che è da poco diventato "papà", ed oggi può trascurare i suoi impegni di neo-genitore.
Arriviamo col treno a Valmadrera; sui monti non si vede neve, e l'aria è insolitamente calda, nonostante il vento; un termometro indica 7°C, ma sarà sicuramente qualcosa di meno.
Prendiamo la stradina per San Tomaso, cominciando subito a spogliarci, siamo già bagnati di sudore.
Dopo 1 ora siamo a San Tomaso, facciamo una breve sosta e ripartiamo prendendo il sentiero per l'Acqua del Tufo; qui facciamo rifornimento d'acqua, il vento tiepido disidrata velocemente.
Riprendiamo la salita arrivando in una zona all'ombra; qui il vento diventa freddo, ma ogni volta che si calma si riprende a sudare; troviamo qualche tratto ghiacciato che si aggira senza difficoltà, arrivando alla Cà Rotta.
Il terreno è lastricato di ghiaccio, ma è granuloso, e si passa senza difficoltà.
Subito oltre si comincia a calpestare la neve; prima poca e con sotto insidiose lastre di ghiaccio, poi più abbondante e compatta; il vento riprende forza ed è molto più freddo.
Arriviamo alla bocchetta di San Miro, dopo 2h 15min, escluse soste; facciamo una sosta per mangiare al riparo degli alberi, ma siamo all'ombra ed il freddo comincia a farsi sentire.
Riprendiamo la salita al Monte Rai; io metto i ramponcini, ma dopoun po' la neve diminuisce, e sulla cima c'è solo erba (10 minuti).
Ci ripariamo dal forte vento poco sotto la cima sul versante sud, ci riposiamo una mezz'ora, poi si inizia la discesa, Fabrizio deve essere a casa presto.
Passiamo dal Rifugio S.E.C, che è chiuso; lasciamo perdere il sentiero per San Pietro che probabilmente è ghiacciato, scendendo per la cresta S.E. che è pulita.
Riprende a farsi sentire il caldo, e poi il ginocchio che mi ha dato dei fastidi martedì, ma ormai siamo quasi arrivati; una breve sosta ad una casa poco sopra Civate, ed in breve siamo alla stazione, 2h 10min. dalla cima.
La giornata è stata bella, con vento a tratti molto forte, ma in compenso il panorama era splendido; peccato che ci fosse poca neve, sarebbe stata ancora più bella.
Alla prossima.

Ciao
Stefano


Tourengänger: stefano58, bicio310


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (2)


Kommentar hinzufügen

Barbacan hat gesagt:
Gesendet am 9. Januar 2012 um 05:16
La zona sopra Valmadrera è sempre piacevole da girare; personalmente ho fatto sola una volta il giro sul Monte Rai/Sec ma mi sono ripromesso di tornare sperando di trovare una giornata come la vostra!

stefano58 hat gesagt: RE:
Gesendet am 9. Januar 2012 um 12:51
E' anche una zona dove si può arrivare senza un programma preciso, allungare, accorciare o variare a piacere il percorso, soprattutto se si è in treno.
Ciao
Stefano


Kommentar hinzufügen»