Rosso 2604 m


Publiziert von skiboy1969 , 3. September 2010 um 22:01.

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Locarnese
Tour Datum: 1 September 2010
Hochtouren Schwierigkeit: ZS-
Klettern Schwierigkeit: IV (UIAA-Skala)
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Pizzo Castello 
Zeitbedarf: 4:00
Aufstieg: 1600 m
Abstieg: 1600 m
Strecke:Piano di Peccia, Corte di Fondo, Corte di Mezzo, Piatto di Sovenat, Bocc. di Sovenat q 2489 m, cima
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Locarno, Valle Maggia, Val Lavizzara, Peccia, Piano di Peccia
Kartennummer:CNS 1271

.................Lo vedo arrivare........col suo nuovo giubbetto carminio, a bordo del nuovo carro armato targato IRON MAIDEN 666.........diavolo di un Peppo.
Scende......è incazzato......ha appena bruciato un semaforo, gli occhi inniettati di sangue.
E' tutta l'estate che è in ebollizione, è tutta l'estate che la montagna la vede solo sulle pagine di Hikr.
Impossibilitato a venire per colpa di troppa luce incandescente presa a fine maggio.
Da quel momento, solo la notte poteva essere il suo mondo, come un dracula alla ricerca di linfa vitale........
Un quarantenne votato alla movida e alle regole del gioco "bevereccio"
........A furia di Happy hour colorati di Martini e barbera barricato, anche il suo conto in banca ora piange tempi migliori.
Si avvicina.....mi chiede dove andiamo..........
Lo guardo, un sorriso malizioso prende forma, e mentre arrossisco, dalle mie labbra esce la sola parola che può venire in mente dopo questa prefazione:
"ROSSO!!!!!!!"................
"ROSSO?????"..........
"ROSSO!!!!!!!"...........
.........E DOVE CAVOLO ROSSO......SI TROVA????????"......
.......................Partiamo...........
Navighiamo sul suo barcone, prima il lago, poi il lungo fiume Maggia.
Saliamo a Peccia, svolta.....Piano di Peccia (idea lungimirante chiamarlo così).
Siamo a 1000 metri (con le nostre infradito), e messi gli scarponi, cominciamo a salire su per l'abetaia.
Incontriamo la corte, entriamo nel circo glaciale (anni fà feci una cascata da queste parti, sotto una nevicata copiosa), risaliamo il ripido sentiero e con una larga curva superiore ci indirizziamo verso l'alpeggio ancora abitato da vacche desiderose di ritornare a casa dopo l'ennesima vacanza al solito albergo.
Il percorso lo conosco, è la terza volta che passo di qui, così senza riflettere, puntiamo diretti verso la bocchetta di Sovenat, quota 2470 m.
Peppo tiene duro, è tre mesi che è fermo come un bradipo attaccato ad un eucalipto, ma la sua voglia di visitare l'alto è vasta come questa tavolozza cerulea sopra di noi, così in due ore e mezza e quasi 1500 m di dislivello disfiamo lo zaino e tiriamo fuori l'armamentario alpinistico.
Imbrago, cordino, 3 friend, 4 moschettoni, 4 fettucce...........
"MARCO, HO PORTATO ANCHE IL SECCHIELLO!!!"...
"PEPPO......GUARDA CHE IL CASTELLO ANDIAMO A FARLO MAGARI UN'ALTRA VOLTA!!!!!".....
Attraversiamo la placconata iniziale sul versante est, superiamo una facile dorsale tra erba e rocce e stando a circa trenta metri dal profilo di cresta, cominciamo ad attraversare tutto l'anfiteatro della montagna zig-zagando tra le "placche erbose". Quando la cresta si raddrizza, puntiamo verso di essa, dove si trova un camino di circa tre metri non difficile, ma faticoso, III+ - IV.
Sbuchiamo in cresta, versante ovest, facile camino orizzontale, spiazzo da grigliata con gli amici.
Da qui però le cose cambiano.
......La placcca è sui 15 metri, bella, verticale con una fessura al centro creata ad arte da un colpo secco di scalpello nell'era quaternaria.
Sembra facile ma sotto di essa un salto di un centinaio di metri può riuscire a soggiogare qualsiasi mente (a parte quella di Ueli Steck).
La salgo mentre Giuseppe mi assicura, metto un friend, salgo, stop...c'è una calata antidiluviana davanti a me.
Mi assicuro, faccio salire il mio compagno e dopo 5 minuti di facile cresta siamo Rossi di soddisfazione....SIAMO IN VETTA!!!!.
"BRAVO PEPPO SEI STATO UN GRANDE!!!".....
I 30 minuti sulla cima sono guadagnati e dopo un'altra ora e mezza ritorniamo alla bocchetta per poi scendere felici a sollazzarci le papille gustative in tappeti verde-blu di mirtilli succosi.........
......il massimo serebbe stato di trovare una bella piantagione d'angurie d'altura tutta per noi..........
.....Ma non si può avere tutto............
............CHE BEL COLORE IL ROSSO!!!!!....................

MARCO E GIUSEPPE  E DUE BIRRE..............QUALI???????????


PS......Spero di essere stato chiaro nel descrivere l'itinerario.
Consiglio una corda da almeno 40 metri per la calata in doppia (noi siamo scesi disarrampicando perchè la nostra era di 30. Buone ripetizioni.

TOUR NUMBER:
10,60 km
1605 m disl
4,00 h up
8,30 h total time


                          NOW THE RAINMAN GAVE ME TWO CURES
                          THEN HE SAID "JUMP RIGHT IN"
                          THE ONE WAS TEXAS MEDICINE
                          THE OTHER WAS JUST RAILROAD GIN
                          AND LIKE A FOOL I  MIXED THEM
                          AN' IT STRANGLED UP MY MIND
                          AN' NOW PEOPLE JUST GET UGLIER
                          AN' I HAVE SENSE OF TIME
                          OH! MAMA, CAN THIS REALLY BE THE END
                          TO BE STUCK INSIDE A MOBILE
                          WITH THE MEMPHIS BLUES AGAIN
 
                                                              (B.Dylan)

Tourengänger: skiboy1969

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (6)


Kommentar hinzufügen

Zaza hat gesagt: Bravi!
Gesendet am 3. September 2010 um 22:17
siete dei grandi!

Comunque, in Ticino dovresti scegliere la Birra del Gottardo...almeno dov' è disponibile ;-)

A+

zaza

skiboy1969 hat gesagt: RE:Bravi!
Gesendet am 3. September 2010 um 22:46
Grazie Zaza, sei molto gentile
per la birra la proveremo stai sicuro!!!!
goodnight!
Marco

adrimiglio hat gesagt:
Gesendet am 4. September 2010 um 18:11
Grande Marco, spettacolare escursione e descrizione da sballo, mi sa che è giunta l' ora di cambiare gli scarponi...
Adry.

skiboy1969 hat gesagt: RE:
Gesendet am 4. September 2010 um 19:20
Grazie mille Adry, riferirò all'interressato!!!
un saluto
Marco

gbal hat gesagt:
Gesendet am 4. September 2010 um 21:45
Ti conoscevo come hiker, come ciclista, come scialpinista ma ora devo farti i complimenti anche come climber! Non ho (più) parole.
Bravi.
Giulio

skiboy1969 hat gesagt: RE:
Gesendet am 5. September 2010 um 08:03
Sei sempre molto elogiativo, molte grazie Giulio.
un saluto e buone camminate!
Marco


Kommentar hinzufügen»