Punta dell'Orso 1906 m e Sacra di San Michele 960 m


Published by cristina , 14 May 2019, 11h27. Text and phots by the participants

Region: World » Italy » Piemonte
Date of the hike:11 May 2019
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Access to start point:Milano-Torino-Val di Susa

Per provare a sfuggire alla pioggia, tentiamo un giro all’imbocco della Val di Susa che ha come scopo anche la visita alla Sacra di San Michele.

Lasciata l’auto a Villar Focchiardo saliamo con bella mulattiera che taglia inizialmente la strada asfaltata, alla Certosa di Monte San Benedetto dove, causa a un cane poco accogliente, non riusciamo ad avvicinarci.

Proseguiamo quindi su sentiero, sempre ben segnato, per Pian dell’Orso.

La giornata è molto variabile ma, per nostra fortuna, nel momento in cui siamo al Pian dell’Orso, il cielo si apre e ci appare un panorama eccezionale. Su quell’ampio colle sorge una bellissima chiesetta con piccolo bivacco di fortuna sempre aperto.

Dopo una breve pausa saliamo alla vicina cima omonima e quindi prendiamo il sentiero per il Colle Bione. A un certo punto lasciamo il sentiero ufficiale per salire alla Monte Luzera. La traccia inizialmente è ottima ma ben presto sparisce. Finiamo su di una pietraia, stabile e di ottima roccia cosa che però non ci aspettavamo, pensavamo fosse una sorta di panettone erboso. Per quanto la pietraia sia ottima ci porta via parecchio tempo cosa che non pensiamo di avere tra la lunghezza del giro e il tempo che, se dovesse andarci bene, dovrebbe essere asciutto almeno fino al primo pomeriggio.

Raggiunta la cima Luzera, pensando, da quel poco che vediamo, che la cresta diventi più camminabile, decidiamo di non abbandonarla. Purtroppo non sarà così. Alterneremo ora pietraia e boscaglia più o meno in "pulita" fino a raggiungere un’altra cima forse cima del Lospo ma non sono sicura. A questo punto cerchiamo il modo più veloce per scendere sul sentiero ufficiale che, per quanto non sia lontano, non riusciamo a intravvedere.

Prima su pietraia poi su paglione scendiamo i 50 m o poco più e incrociamo il sentiero che, effettivamente, anche con più visibilità sarebbe difficile da distinguere dall’alto.

Raggiungiamo Colle Bione dove c’è un’altra bella chiesetta. Breve sosta e quindi ripartiamo. Pochi minuti e comincia a piovere, farlo prima quando eravamo al riparo????

Copriamo solo gli zaini e prendiamo l’ombrello tanto siamo su comodo sentiero ora.

Lasciamo l’ampia sterrata per salire alla Roccia Corba su evidentissima traccia e, proseguendo, andiamo riprendere quello ufficiale poco sotto. Ora siamo più su un percorso per bici che non su sentiero. Intanto ha smesso di piovere e sta ritornando il sole, con esso però comincia ad arrivare anche un "leggero" venticello.

Facciamo sosta pranzo in un’area pic-nic poco prima del Colle Braida dove ci fermeremo per prendere un caffè.

La Sacra di San Michele, dista 2 km dal Colle Braida, su strada asfaltata però. Noi grazie al GPS individuiamo il sentiero, poi mulattiera che, passando dalla Borgata Basinatto ci porta verso la Sacra. Facendo ciò però, siamo obbligati a una risalita di circa 100/150 m.

Giunti alla Sacra costatiamo che è impossibile fare anche solo una breve visita. L’entrata è a pagamento e il tempo di vederla per bene purtroppo non l’abbiamo, tra l’altra c’è parecchia gente in attesa. Facciamo un po’ di foto all’esterno e quindi andiamo a prendere l’antica mulattiera per S. Ambrogio di Susa.

Passiamo la Borgata San Pietro e continuiamo la discesa per la bella mulattiera incrociando tantissima gente che, nonostante l’ora, sta salendo. Compreso un gruppone di scout.

Giunti al paese, chiediamo subito le indicazioni per raggiungere la stazione nella maniera più veloce, e tanto che ci siamo, anche  il motivo di tanto movimento, scopriamo così che in serata, da San Pietro, scenderà la processione che porterà a S. Ambrogio la statua della Madonna e che la settimana successiva ne faranno un’altra per riportarla su.

Arriviamo in stazione mentre il nostro treno sta partendo…ahinoi ci aspetta un’ora di attesa.

Intanto il vento sta diventando sempre più forte…un anticipo per domani!

Interessante percorso. Sicuramente la parte più bella escursionisticamente è stata quella fino al Colle Bione. Molto bello deve essere andare nel senso opposto una volta giunti a Pian del'Orso. In questo momento però ancora con neve.

P.S.: Arrivati alla stazione di Borgone, non abbiamo riacceso il GPS, per cui manca la traccia di rientro al posteggio.


Hike partners: cristina, Marco27


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

PD-
T2 AD-
T2 PD
30 Jun 18
Ferrata Carlo Giorda · Giaco
T1
11 May 14
Sacra di San Michele · paoloski
T1
T1 PD-

Comments (10)


Post a comment

Sent 14 May 2019, 12h16
Non ci credo....non ci siamo "beccati" per poco ....:)))

cristina says: RE:
Sent 14 May 2019, 12h21
Ma dai anche tu da quelle parti?

Cosa avete fatto?

Sent 14 May 2019, 13h23
La ferrata e la visita alla sacra.... guardando l'orario delle foto ci siamo evitati per un soffio....:)

cristina says: RE:
Sent 14 May 2019, 13h25
Avevo immaginato...ma dove arriva la ferrata?

Con il casino di gente che c'era giusto perchè sei alto forse ti avremmo visto...siamo arrivati con un pullman penso :-(

froloccone says: RE:
Sent 14 May 2019, 14h00
La Ferrata parte dal basso e arriva alla sacra più o meno vicino al Bar.......anche noi abbiamo beccato un sacco di gente per la processione. Meno male che a parte 2 gocce verso le 13/13:30 il meteo è stato discreto. Ciao
ALE

cristina says: RE:
Sent 14 May 2019, 14h02
Infatti una vera botta di c..o.

Quando siamo arrivati a casa ci hanno detto che dalle nostre parti c'era stato il disastro...una breve ma intensa grandinata, sembrava avesse nevicato :-(

froloccone says: RE:
Sent 14 May 2019, 14h51
Ho visto!!!? Ogni tanto un po' di culo non guasta......:))

cristina says: RE:
Sent 14 May 2019, 20h37
Se vi avessimo incontro sarebbe stato un c.. o enorme. Magari vi avremmo fatto pietà e ci avreste riportato a Villar Focchiardo evitandoci l'ora di attesa del treno.... Magari invece ci avreste lasciati alla nostra sorte, rimarremo con il dubbio :-D

andrea62 says:
Sent 15 May 2019, 09h37
Giro copiabile dalla prossima primavera, per vedere una zona che conosco poco, naturalmente ci sono arrivati prima "loro" :D
Andrea

cristina says: RE:
Sent 15 May 2019, 09h41
Deve essere molto bella la parte alta...questa estate andremo ad esplorarla durante il nostro lungo trekking...sperando in un tempo migliore!


Post a comment»