Con l'anello, prima l'Hoabonti e poi il Cola per finire nelle Carezze


Publiziert von Amadeus , 1. Februar 2017 um 17:00.

Region: Welt » Italien » Trentino-Südtirol
Tour Datum:29 Januar 2017
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 5:15
Aufstieg: 750 m
Abstieg: 750 m
Strecke:Km 16 circa, Agriturismo Rincher, Malga Prese vecchia, Val Portela, Passo Portela, cima Hoabonti, cima Cola, Malga Tezze, rifugio Serot Agr. Rincher

Ancora Lagorai, ancora la zona W, la più semplice per far fare le gambe ai miei tre amici Serena, Davide e Renato, circa 800 mt di dislivello, non tenendo conto dei saliscendi, ma con buoni 16 km(veri questi, non misurati con Endomondo, ne Menego!) che ci hanno portato dall'agriturismo Rincher all'inizio della Val Portella, con un anello che ha toccato le cime dell'Hoabonti e del Cola, a chiuderlo.
Saliamo dunque lungo la valle, giornata con classica inversione termica, seguiamo un pò a ravano la salita fino alla malga Prese, quì intercettiamo il sentiero e iniziamo a percorrerlo con le cime del Fravort e del Groenlait alla nostra sinistra che osservano la nostra salita che ora si fa "accaldata" per il sole battente delle 10.
Arriviamo al passo dela Portela, uno sguardo al gruppo dell'Adamello e poi iniziamo a salire per il sentiero EEA verso l'Hoabonti, il sentiero si presenta per alcuni tratti sdrucciolevole, buon per noi che lo facciamo in salita, ma tranne qualche tratto lungo i canali in cui si presta la dovuta attenzione tutto fila liscio, la salita si fà sempre più ripida, fino a sbucare su una selletta che ci permette la vista della cima, già frequentata da 4 giovanotti.
Percorriamo qualche cresta esposta e poi raggiungiamo i 4, che presentano un armamentario da fotografi professional, infatti sono arrivati alle 4,30 per fotografare l'alba; sosta spuntino e svaccamento(Renato), foto di rito, piacevole osservazione del giro d'orizzonte con relativi zoom delle nostre piccole compatte, poi iniziamo la cresta che con diversi saliscendi fra vecchie trincee e strutture militari ci porta ad "assaltare" la cima del Monte Cola.
Bella vista anche da quì, effettivamente già l'avevo salita con Luciano nel 2016 (http://www.hikr.org/tour/post106577.html), ma dal versante W e con una giornata di Aprile pessima, oggi arriviamo da Est ed il sole brilla in alto.
Ci sbizzarriamo con le foto, poi prendiamo la lunga cresta che dal Cola, passando per il Col dei Omeneti, scende e si getta verso il lago delle Carezze facendoci percorrere in discesa una paretina di 20 metri abbastanza antipatica e che percorriamo con cautela aiutandoci in alcuni passaggi con le mani.
Questo passo e la salita all'Hoabonti classifica il T3, per il resto è un tranquillo T2. 
Il ghiaccio del lago ci accoglie con relativo pattinamento(si può rinunciare ???), poi ancora giù verso la malga Trenca e da lì al rifugio Serot, che se anche sono le 15, è pieno da delirio, birra per tutti e poi via l'ultimo "miglio" verso il Rincher e la macchina.

Che dire, primo approccio per Serena e Davide di alcuni passaggi rognosetti in cui se la sono cavata bene, Renato è ormai ossidato, e bei 16 km nelle gambe, alla prossima ragazzi, e sarà Brenta.........

Tourengänger: Amadeus

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (4)


Kommentar hinzufügen

Menek hat gesagt:
Gesendet am 1. Februar 2017 um 17:54
Veramente un bel giro...bella Alex!

Menek hat gesagt: RE:
Gesendet am 1. Februar 2017 um 18:01
Dimenticavo...in c..o a Endomondo!!! :)))

Amadeus hat gesagt:
Gesendet am 1. Februar 2017 um 18:02
Grazie Menego, si Endo non ha colpe semmai è il mio Asus che perde il segnale...a volte

gbal hat gesagt:
Gesendet am 5. Februar 2017 um 18:00
Bel giro, bella gente, belle foto.


Kommentar hinzufügen»