Cima d'Agrella - 1802 m


Publiziert von irgi99 , 24. Dezember 2016 um 11:29.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum:23 Dezember 2016
Wandern Schwierigkeit: T3 - anspruchsvolles Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 2:45
Aufstieg: 1290 m
Abstieg: 1300 m
Strecke:9,77 km
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Dalla Milano-Lecco prendere l´uscita per la Valsassina e raggiungere il paese di Ballabio. Da qui, proseguire fino al paese di Primaluna. Possibilità di parcheggio vicino alla Chiesa e all'oratorio o, in alternativa, presso il posteggio della scuola elementare.

La Cima d'Agrella è una modesta elevazione erbosa della Valsassina. La salita a questa vetta, seppure molto ripida, non presenta particolari difficoltà (se non nel caso di terreno bagnato e/o ghiacciato). Tuttavia, oltre al dislivello da non sottovalutare, richiede una buona capacità di orientamento, a causa dei sentieri mai segnati e, molto spesso, poco evidenti.

Percorrere la strada sotto l'oratorio di Primaluna, per poi imboccare la Via ai Monti. Nei pressi di una fontana con affresco, inizia la mulattiera acciottolata (sassi molto scivolosi) che, sempre molto ripida, conduce ad una bella radura dove sorge l'Alpe Chic (q. 1208 m)
Senza raggiungerla, prestare attenzione al sentierino che si stacca sulla destra e che, perdendo quota e con alcuni saliscendi, intercetta un sentiero più largo ed evidente che, in breve, conduce all'Alpe del Diavolo (q. 1240 m).
Abbandonare il sentiero sulla destra, quindi portarsi alle spalle dell'Alpe, dove parte un sentierino non segnato ma evidente che con un lungo traverso verso destra, in salita prima e in piano/leggera discesa poi, conduce alla località Folpiano (q. 1354 m - stagno). 
Da questa località abbiamo due possibilità per raggiungere la vetta:
1) seguire il largo ed evidente sentiero che si stacca sulla sinistra un attimo prima di raggiungere la baita fino alla vetta;
2) noi abbiamo deciso di portarci alle spalle della baita e imboccare un ripido sentiero che porta a guadagnare la dorsale alle spalle della sopracitata località Folpiano. Qui si incontrano dei radi e sbiaditi bolli rossi e gialli sui tronchi degli alberi. Percorrere l'intera dorsale fino ad un bivio: ignorare il sentiero che, in leggera discesa, si stacca sulla sinistra quindi proseguire rimanendo sempre sul ripido filo della dorsale erbosa e, a tratti, un poco rocciosa (qui i segnavia sbiaditi scompaiono). Usciti dagli alberi finalmente si vede la vetta. Proseguire sempre sul filo di cresta rimontando una specie di anticima fino ad incontrare (al passo alla q. 1690 m circa) il sentiero descritto nella prima possibilità di salita alla vetta.
Dalla forcella svoltare decisamente a sinistra e percorrere la ripida cresta erbosa che conduce alla vetta con ometto (q. 1802 m).

Dalla cima, una volta tornati al passo di (q. 1690 m), svoltare a destra e seguire il sentiero ben marcato fino ad un bivio posto alla (q. 1550 m circa). Qui, per accorciare il percorso senza dover tornare indietro alla località Folpiano prima e Alpe del Diavolo poi, svoltare a destra. Il sentiero, in mezzacosta, conduce alle Baite d'Agrella (q. 1535 m), per poi scendere in direzione dell'Alpe Chic (q. 1208 m). Dall'Alpe Chic, come per la salita.

Con questa salita auguro a tutti un Buon Natale!

Con papà e Luna.

Tourengänger: irgi99


Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (2)


Kommentar hinzufügen

gbal hat gesagt:
Gesendet am 24. Dezember 2016 um 21:01
Grazie tanti auguri a te e Papà. Buone fesre e buone gite

irgi99 hat gesagt: RE:
Gesendet am 25. Dezember 2016 um 09:35
Ciao! Grazie mille e altrettanto!!
buone feste e buona montagna!!!


Kommentar hinzufügen»