COVID-19: Current situation

Pesciüm (1745 m) - Skitour


Published by siso , 18 January 2015, 21h30.

Region: World » Switzerland » Tessin » Bellinzonese
Date of the hike:18 January 2015
Ski grading: F
Waypoints:
Geo-Tags: Gruppo Poncione di Vespero   CH-TI 
Time: 2:30
Height gain: 588 m 1929 ft.
Route:Caseificio del Gottardo (1178 m) – Scavéi (1310 m) – Tecial (1365 m) – Culiscio (1519 m) – Baita Cucurei (1565 m) – Pesciüm (1745 m).
Access to start point:Autostrada A2 – uscita Airolo – Caseificio del Gottardo
Accommodation:Airolo.
Maps:C.N.S. No. 1251 – Val Bedretto - 1:25000; C.N.S. No. 1252 – Ambrì-Piotta - 1:25000.

Escursione con le pelli di foca all’indomani di una forte nevicata che ha creato un pericolo marcato di valanghe.

 

Inizio dell’escursione: ore 9.00

Fine dell’escursione: ore 11.35

Pressione atmosferica, ore 9.00: 1019 hPa

Temperatura alla partenza dal Caseificio del Gottardo: -5°C

Isoterma di 0°C, ore 9.00: 700 m

Temperatura al rientro al Caseificio del Gottardo: 4°C

Velocità media del vento: 0 km/h

Sorgere del sole: 8.03

Tramonto del sole: 17.08

 

Dopo le nevicate di ieri e l’altro ieri fino al di sotto dei 1000 m di quota, il pericolo di valanghe si è infatti esteso a tutto il Ticino, tanto da porre dei problemi nella scelta di un itinerario al riparo da sgradite sorprese. Ecco un estratto del bollettino emesso dall’Istituto per lo studio della neve e delle valanghe di Davos (SLF):  

 

Ad alta quota, la neve fresca e ventata di venerdì e sabato si è depositata su una superficie del manto nevoso che in molte regioni è stata soggetta all’azione del vento e della pioggia. Soprattutto sul versante sudalpino e nel sud dei Grigioni, il forte vento proveniente da sud e le nevicate hanno causato la formazione di grandi e instabili accumuli di neve ventata che si stanno progressivamente stabilizzando. Con la rotazione del vento verso i quadranti occidentali, in tutte le regioni gli accumuli di neve ventata che si erano formati con il vento da sud sono stati mascherati e risultano individuabili solo con difficoltà.

Sul versante sudalpino centrale, sulla cresta principale delle Alpi dalla regione del Rheinwald alla regione del Bernina  sono caduti dai 70 ai 100 cm di neve.

Descrizione del pericolo

La neve fresca e la neve ventata degli ultimi giorni sono instabili. Le valanghe possono distaccarsi in seguito al passaggio di persone e raggiungere dimensioni pericolosamente grandi. Distacchi a distanza sono possibili a livello isolato, soprattutto nei Grigioni. Non sono praticamente più previste valanghe spontanee. Per le attività sportive invernali al di fuori delle piste assicurate, le condizioni sono critiche.”

 

Non vogliamo rinunciare per il secondo fine settimana consecutivo alla nostra amata attività sportiva, per cui decidiamo di effettuare un’escursione ai margini di una pista di sci, la pista nera no. 8 che da Pesciüm scende fino alla stazione di partenza della funivia ad Airolo.

È il medesimo itinerario che ho scelto lo scorso 8 novembre per la prima racchettata della stagione.

Oggi provo la nuova attrezzatura: sci, attacchi, scarponi e pelli di foca. È una sorta di passaggio dalla categoria dei principianti a quella degli avanzati. Dopo aver provato per la prima volta questi sci rocker mi sembra di essere passato dal medioevo al postmoderno. Non che le mie capacità siano aumentate, tuttavia, già dopo pochi metri mi rendo conto che sollevare questo nuovo scarpone senza dover alzare contemporaneamente una parte dell’attacco costituisce un vantaggio notevole. Se poi considero che le pelli nuove garantiscono una presa migliore rispetto a quelle vecchie, il vantaggio si amplifica. Quanto alla discesa nella neve fresca, rimando la valutazione alla prossima occasione.

Dopo alcune centinaia di metri incrociamo un numero sempre maggiore di sciatori in discesa: hanno riaperto ufficialmente la pista 8, fino a ieri chiusa.
 

          Positivo collaudo della nuova attrezzatura da sciescursionismo


Ci sorpassano degli sciescursionisti “trabati” con un’attrezzatura da gara: impressionante il passo che riescono a sostenere! Salgono e scendono più volte sommando centinaia e centinaia di metri di dislivello.

Arrivati in prossimità della Baita Cucurei (1565 m) siamo investiti da un invitante profumo di pollo arrosto. Allungo il collo come una giraffa per scorgere kuki. Niente da fare, il portone d’ingresso è chiuso con un poderoso chiavistello… sarà per un’altra volta.

Affrontiamo ora il tratto più ripido della salita, che non ci pone comunque nessun problema: la neve morbida ci permette di far presa con poche inversioni. Raggiunta la stazione di partenza della prima sciovia (Pesciüm-Comasné) ci convinciamo che la scelta di salire con le pelli di foca è azzeccata: impressionante la coda di fronte ad uno dei due soli skilift in funzione. Il cielo purtroppo non è così sereno come promettevano le previsioni meteo; anzi, si sviluppa persino un leggero nevischio. Decidiamo di non salire oltre e di concludere l’escursione al Ristorante Pesciüm.

La discesa, assai veloce, mi permette di esprimere ulteriori apprezzamenti molto positivi sulla scelta della nuova attrezzatura.

 

Escursione ai bordi di una pista di sci: ovvero come eludere il marcato pericolo di slavine senza rinunciare all’uscita con le pelli di foca.

 

Tempo di salita: 1:30 h

Tempo totale: 2:35 h

Dislivello in salita: 588 m

Sviluppo complessivo: 6,5 km

Difficoltà: F

SLF: 3 (marcato)

Coordinate Pesciüm: 689'664/ 152'122

Copertura della rete cellulare: Swisscom buona.

Partecipanti: Anna, Daniele e siso.

Hike partners: siso


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (3)


Post a comment

Sky says:
Sent 18 January 2015, 22h33
Mi è familiare, questa salita.. essendo esattamente il percorso "popolare" della Stralünada da Pesciüm, gara per sci e racchette a cui ho partecipato per due volte e a cui sicuramente non mancherò, il prossimo 6/3 !
Ciao, Siso !

siso says: RE:
Sent 18 January 2015, 22h51
Bravo Luca!
Io non ho mai partecipato a gare in salita, comunque negli ultimi mesi il percorso è diventato familiare anche per me.
Grazie per la segnalazione, non escludo che possa partecipare, senza dannarmi l'anima!
Ciao,
siso.

Sky says: RE:
Sent 19 January 2015, 08h15
..nel qual caso mi farà piacere incontrarti di nuovo, non di sfuggita come quella volta al tris rotondo !
L'atmosfera che si respira a queste gare è piacevole, molto popolare.. vale la pena provarci !
Ciao Luca


Post a comment»