COVID-19: Current situation

Haleakala National Park


Published by Jules , 18 September 2013, 07h53.

Region: World » United States » Hawaii
Date of the hike:11 October 2012
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: USA 

Le mille e mille chiacchiere in compagnia di Tapio mentre salivamo sull'Adula mi hanno portato a raccontargli della mia esperienza all'interno di un cratere, ormai quasi un anno fa, alle Hawaii. Mi son chiesto: "Beh, perché non condividerla?". Ecco quindi qui di seguito un breve resoconto.

Per chiunque arrivi sull'isola di Maui partendo dall'Europa, il fuso orario è assurdo (per come l'ho vissuto io): dodici ore in meno. È abbastanza normale, quindi, che alle prime mattine ci si trovi svegli a orari che qui sarebbero un po' proibitivi. Noi - mia moglie ed io - al primo mattino hawaiiano eravamo in piedi attorno alle tre. Fortunatamente lei si è ricordata di un consiglio della guida (che abbiamo avuto tutto il tempo, in aereo, di studiare praticamente a memoria...), che diceva, per dare un senso a un'eventuale levataccia, che una bella esperienza sarebbe stata quella di salire sul cratere dell'Haleakala, il vulcano principale dell'isola, ad ammirare l'alba. La cosa ci stuzzica, e senza pensarci troppo su carichiamo quattro cose in auto e partiamo.

Raggiungere tremila metri con la macchina partendo dal livello del mare è una cosa davvero incredibile, ma quella strada è proprio concepita in questa maniera. Impossibile perdersi: la strada è perfettamente segnalata, e dal primo metro all'ultimo è di un asfalto perfetto: sembra di scivolare. Poco prima del punto panoramico troviamo una guardiola con ranger annesso, che ci chiede, se ricordo bene, 5 dollari per l'accesso al Parco. Un quarto d'ora dopo, eccoci ad ammirare uno spettacolo incredibile: sono le 06.19 (questo me lo ricordo, chissà poi perché...) e il sole fa capolino oltre una linea perfettamente orizzontale di nuvole.

Finito quello spettacolo, pensiamo bene di curiosare un po' la zona, e scopriamo che è possibile visitare il cratere (anzi, di più: il Parco, in realtà, È il cratere). E qui... beh! È tutta una scoperta. Tutta una sensazione nuova, difficile da spiegare. Stiamo entrando in un vulcano. Tutto è strano, la dentro. Ci sono sabbia e polvere, e qualche pianta temeraria che ha deciso di crescere in mezzo a quel terreno così poco idoneo a una qualsivoglia flora. E i colori! Nero. Rosso. Giallo. E le forme! Quando da piccolino immaginavo o disegnavo un vulcano, facevo un cono e gli mozzavo la punta, non domandandomi mai se fossero davvero così... sì, sono davvero così! :) In realtà, l'Haleakala è un immenso cratere, che ti porterebbe a pensare che non stai guardando un vulcano: è al suo interno, però, che spuntano, qua e là, i classici coni mozzi di cui ho parlato.

Bighelloniamo un po' laggiù, seguendo tracce più o meno segnalate, anche se non sono mancati un po' di fuoripista... 

Insomma ecco, non è stata proprio un'escursione in linea con quelle che solitamente riporto qui, ma che diamine, ogni tanto anche qualcosa di soft ci sta pure bene, no?

Per informazioni più precise, rimando a questa pagina... è in inglese, ma i dettagli forniti sono più completi!

Hike partners: Jules


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (2)


Post a comment

tapio says: Vulcano
Sent 18 September 2013, 23h17
Senz'altro un'esperienza unica! Hai fatto bene a volerla condividere, si tratta di qualcosa che per molti (me compreso) rimarrà un miraggio ancora a lungo!
Ciao, Fabio

Jules says: RE:Vulcano
Sent 19 September 2013, 05h21
L'averne prima parlato, poi scritto, è stato davvero un bel modo per rivivere quelle strane sensazioni!


Post a comment»