Monte Generoso (1701 m)


Published by siso , 20 November 2010, 23h55.

Region: World » Switzerland » Tessin » Sottoceneri
Date of the hike:19 November 2010
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   I   Gruppo Monte Generoso 
Time: 3:15
Height gain: 529 m 1735 ft.
Route:Alpe di Mendrisio – Magazzino (1172 m) – Stazione Monte Generoso (1610 m) – Monte Generoso (1701 m) – Stazione Bellavista (1221 m) – Magazzino (1172 m).
Access to start point:Autostrada A2 – uscita Mendrisio – Mendrisio – Salorino – Alpe di Mendrisio.
Accommodation:Osteria La Peonia, Alpe di Mendrisio.
Maps:C.N.S. No. 1353 – Lugano - 1:25000; C.N.S. No. 1373 – Mendrisio - 1:25000; Carta escursionistica transfrontaliera Monte Generoso - 1:25000; Carta turistico - escursionistica “Strade di Pietra” No. 1 – 1:25000.

Escursione pomeridiana, prima dell’arrivo della perturbazione che condizionerà pesantemente il fine settimana: sabato e domenica la “Sonnenstube” sarà chiusa!

Vedi video dell’escursione.

 

Inizio dell’escursione: ore 13:42

Fine dell’escursione: ore 16:58

Temperatura alla partenza: 5°C

Temperatura alla Stazione Monte Generoso: 5°C

Temperatura al rientro: 6°C

 

Parcheggio l’auto all’Alpe di Mendrisio, a pochi metri dall’Osteria La Peonia.

Il Monte Generoso questa mattina appariva completamente ammantato di neve; mi porto le racchette, non si sa mai. Dal segnavia in località “Magazzino”, 1172 m, una barriera impedisce ai non autorizzati di proseguire con l’auto. Il cielo ancora sereno e la splendida faggeta promettono una rilassante passeggiata. Percorro la strada sterrata che sale dolcemente in direzione della Stazione Bellavista (1223 m). Fino a pochi anni fa questa strada era asfaltata.

 

Dopo 270 m giungo ad un curvone che mi ricorda un importante avvenimento sportivo: 30 anni fa, il 18.6.1980, il Tour de Suisse passava da qui con una memorabile cronoscalata “Mendrisio – Monte Generoso”. Seguii la gara proprio su questa curva, scattando numerose foto ai famosi ciclisti di allora: Joop Zoetemelk, Lucien Van Impe, Mario Beccia, Albert Zweifel, Godi Schmutz, Ueli Sutter, Roland Salm, Serge Demierre, Guido Amrhein, Georges Lüthy, Gilles Blaser, Marcel Summermatter, Meinrad Voegele ed il vincitore della cronoscalata, Josef Fuchs.

 

Dopo il curvone si presenta la spianata che ospitava il famoso Albergo Monte Generoso Bellavista. Fu eretto per volontà del Dottor Carlo Pasta di Mendrisio nell’anno 1867, nella radura di questo magnifico faggeto. Per la costruzione si dovettero sistemare le mulattiere esistenti e tracciare strade nella zona. La calce veniva lavorata in località Magazzino, al punto di partenza della gita odierna.

Dopo anni di abbandono l’edificio è stato abbattuto una decina di anni fa. I resti sono stati interrati sul posto creando un pianoro.

 

A quota 1320 m, dopo l’attraversamento della cremagliera, inizia la copertura nevosa. Mi trovo sul cosiddetto “Sentiero della natura”. Dei pannelli didattici illustrano le emergenze naturalistiche del Monte Generoso. Una mi interessa particolarmente; si tratta di una “pianta trappola” che fotografai qualche anno fa: il gigaro (Arum italicum).

Lo spessore della neve aumenta gradualmente, ciò nonostante rinuncio a calzare le ciaspole. Purtroppo il tempo si sta guastando prima del previsto. Dei banconi di nebbia riducono sempre di più il tanto decantato panorama del Monte Generoso.

Raggiunto l’alpeggio - agriturismo alla Stazione Vetta decido di proseguire per la cima seguendo la cresta orientale, su 20 cm di neve polverosa e vergine.

È il tratto più bello dell’escursione; sono solo soletto, sul crinale, in un paesaggio maestoso, con dei nuvoloni che si alzano da tutte le parti.



Il versante occidentale del Monte Generoso precipita ripidissimo formando inaccessibili pareti verso le selvagge foreste di Rovio.

I pochi escursionisti, saliti lungo il sentiero lastricato vicino alla cappella, sono già scesi a valle. Raramente mi sono trovato sulla vetta del Generoso da solo. Normalmente si è immersi in un nugolo di turisti poliglotti che commentano lo spettacolo con le consuete frasi di stupore e incredulità.

Inizio la discesa alle 15:30.

 

Inevitabile la foto all’Albergo Ristorante Vetta del Monte Generoso, che da sabato 9 ottobre scorso è stato evacuato e chiuso per motivi di sicurezza.

Il provvedimento, che riguarda anche la terrazza sul versante nord - est, è stato deciso a causa di un cedimento di una decina di centimetri della roccia sottostante, che ha causato danni importanti alla struttura. All'orizzonte potrebbe esserci la costruzione di un nuovo edificio.

 

Tempo di salita: 1 h 45 min

Tempo totale: 3 h 20 min

Dislivello teorico: 529 m

Sviluppo complessivo: 8 km

Difficoltà: T2
Coordinate Monte Generoso: 722.655 / 87.790

Copertura della rete cellulare: buona.

Hike partners: siso


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window

T2 F
T3
T3 I
T2
28 Mar 15
Monte Generoso · GIBI
T2
8 Jan 17
Monte Generoso, 1701 m. · viciox

Comments (12)


Post a comment

beppe says: SEMPRE BELLO
Sent 21 November 2010, 07h03
Ciao Siso Complimenti salire al monte generoso e sempre bello . un saluto Beppe

siso says: RE:SEMPRE BELLO
Sent 21 November 2010, 10h42
Ciao Beppe,
la salita al Monte Generoso è sempre ricca di stimoli naturalistici, storici o sportivi. Sarà perché è una montagna legata alla mia cultura; fa parte del mio essere.

siso

heliS says: Grazie!
Sent 21 November 2010, 15h52
Per la bella relazione, per le notizie storiche, per il bel resoconto correlato di foto di ogni epoca ... una gran bella ricerca!
E poi ... mi fai sperare nel genere umano ... se qualcuno ci arriva ad abbattere edifici ormai in disuso e sotterrare sul posto il materiale e creare un pianoro con tavole e panche ... behm forse qualche speranza allora c'è :)
Ciao
S.

siso says: RE:Grazie!
Sent 21 November 2010, 17h38
Ciao Silvia, grazie per i complimenti!
Immagino che il problema non sia legato a insensibilità ecologica, ma piuttosto a questioni economiche. Abbattere edifici voluminosi costa una barca di soldi: spese insostenibili per privati cittadini!

A presto,
siso

heliS says: RE:Grazie!
Sent 21 November 2010, 17h52
Apro una voragine:
guarda ad esempio gli impianti sciistici dismessi ... ci hanno guadagnato ma se ne guardano bene dal toglierli una volta inutilizzabili :(
Sponsor privati? A questo punto ben vengano
S.

MicheleK says: RIcordi di Tempi Lontani
Sent 21 November 2010, 15h52
Ciao Siso,
grazie per questa bellissima relazione. Da Ragazzo ed adoloscente frequentai le pendici del Mt Generoso tutte le settimane e nella faggeta dell' alpe di Mendrisio mi ricordo di innumerevoli giochi ai numeri o cacce al tesoro (soprattutto quelle in notturna erano geniali). Mi ricordo quando si andava all alpe di Mendrisio a sciare - una volta ci hanno addirittura aperto lo scilift !! :-)

Cari saluti da un 'momo' espatriato,.
Michele

siso says: RE:RIcordi di Tempi Lontani
Sent 21 November 2010, 16h20
È vero, salivamo all'Alpe di Mendrisio con il motorino e gli sci legati in qualche modo tra sella e manubrio. La pista era quasi sempre ghiacciata e piena di buche per via degli slittatori.
Tempi passati...
Ciao Michele,
siso

Luca_P says: Che ricordi che nostalgia...
Sent 21 November 2010, 16h06
Grazie della bella relazione e delle belle foto.
Anch'io ho parecchi ricordi legati al M.te Generoso ed alle innumerevoli volte che l'ho salito.
Un grazie particolare per il ricordo storico della cronoscalata ciclistica e delle eccezionali immagini da cineteca che mettono i brividi anche per il solo fatto che sono trascorsi 30anni!!.
Ciao da Luca.

siso says: RE:Che ricordi che nostalgia...
Sent 21 November 2010, 16h31
Ciao Luca,
credo che il Monte Generoso rappresenti un bel ricordo per molti "momo". Ci ha rallegrati la vita già da bambini, da ragazzi, da giovanotti, quando lo si frequentava con l'amica e per finire con la famiglia.
Bando alla nostalgia, lo frequenteremo anche in futuro!

A presto, siso.

gbal says:
Sent 21 November 2010, 23h00
Caspita Siso, eravamo praticamente di fronte, tutti e due "in fuga" dalla imminente perturbazione; tu hai scelto l'ovest io l'est. Ma in realtà tempo addietro ho fatto un gran bel tour faticoso che unisce le due località che abbiamo scelto oggi 19/11, Cabbio-Sasso Gordona-Erbonne-Orimento-Generoso-Muggio e che merita davvero. E il Generoso, dopo tante frequentazioni ha sempre qualcosa di bello da raccontare, magari con le parole di un certo Siso, grande e sottile narratore.
Bravo Siso
Giulio

siso says: RE:
Sent 22 November 2010, 21h17
Ciao Giulio,
eravamo ad un tiro di schioppo! Probabilmente hai avuto un soleggiamento migliore.
Fantastico il tour che da Cabbio ti ha portato al Sasso Gordona e, via Erbonne, al Monte Generoso. Solo Giulio e pochi eletti hanno un fisico tanto allenato da poter affrontare un simile dislivello e uno sviluppo tanto lungo. Bravo Giulio, mantieniti così pimpante!
siso

gbal says: RE:
Sent 22 November 2010, 22h35
Grazie Siso per le parole di elogio. Io ce la metto tutta da parte mia, speriamo che la salute e la fortuna continuino ad essere dalla mia. Comunque anche tu non scherzi....ho in mente una tua escursione nel Bellinzonese che ora non cito x scaramanzia ma mi alletta molto.
Ciao
Giulio


Post a comment»