Föisc 2208mt una gran bella ciaspolata


Published by giorgio59m (Girovagando) , 18 December 2019, 10h13. Text and phots by the participants

Region: World » Switzerland » Tessin » Bellinzonese
Date of the hike:15 December 2019
Snowshoe grading: WT3 - Demanding snowshoe hike
Waypoints:
Geo-Tags: CH-TI   Gruppo Pizzo del Sole 
Time: 5:00
Height gain: 870 m 2854 ft.
Access to start point:Autostrada per il Gottardo, uscire ad Airolo. Prendere a destra per Airolo e proseguire sulla cantonale verso S. Dopo una piccola galleria, indicazioni a sinistra per Madrano e Brugnasco. Risalire la strada fino a Brugnasco, prima del paese c'e' un grosso stallone e poco prima un parcheggio sul lato sinistro della strada (lato a monte)
Accommodation:Rifugio Föisc

   
 

E venne una domenica senza pioggia

           Vista da Giorgio     -    (giorgio59m)     


Finalmente una uscita senza pioggia o neve !
Le previsioni per la nostra uscita domenicale sono discrete, almeno mezza giornata con un pò di sole, ci organizziamo per andare al Föisc, dove possiamo godere sia di una bella vetta che di un rifugio per il pranzo.
Detto e fatto, alle otto parcheggiamo a Brugnasco, siamo i primi al parcheggio, ma nel giro di una mezzora sarà piuttosto pieno.
Ci incamminiamo sulla strada che sale a Cè, ovviamente coperta di neve, che nel primo tratto è dura e ghiacciata, anche per questo calziamo da subito le ciaspole.
Arrivati a Rutan la qualità della neve cambia, è bella polverosa e si affonda almeno 20/30cm, perfetta per la tenuta.
A Ce di Fuori Q1723 facciamo una breve pausa, poi proseguiamo verso destra in direzione Piano dei Sciuch e Foisc.
Alle 9:55 siamo alla baita/alpeggio di Piano dei Sciuch, altra breve sosta, ora viene il tratto più ripido.
Proseguiamo salendo in un bel bosco, fino a sbucare al pianoro del Piatto dei larici, sul lato destro i ripidissimi fianchi di Pian Alto, che di solito scaricano slavine anche di grosse dimensioni, comunque il sentiero passa ben lontano. Per ora solo lievi tracce di scaricamento.
Continuiamo uscendo sul costone O del Foisc, qui inizia l'ultimo tiro, circa 150m ma molto ripidi.
Sono raggiunto, e superato, da file di skyalp, è una zona molto frequentata da chi ama lo sci-alpinismo.
Per vincere la pendenza (in alcuni tratti anche con le ciaspole si faceva un passo avanti e due indietro) ognuno si inventa una traccia sua, cercando il traverso con maggior portanza.
Arrivo in cima alle 11:15, ben 25min dopo l'apripista Paolo, che tra i primissimi a salire si è battuto tutta la traccia nella neve fresca ed immacolata.
In cima la grande croce, attorniata da numerosi gruppetti di skyalp che spellano e si preparano a scendere.
Invece noi ciaspolatori, dopo le foto dalla cima, scendiamo per entrare in rifugio e magari accendere la stufa.
Abbiamo stupidamente dimenticato la piccola pala in auto, e la porta d'ingresso è completamente ostruita, fino in alto, dalla neve.
Paolo che non manca di energia si da da fare usando una ciaspola come pala :-)
Fortunatamente uno sci-alpinista mosso da pietà, ci presta la pala che ha nello zaino, le operazioni di sgombero procedono molto più veloci, e rapidamente la porta è sgombra e c'è una scaletta nella neve per scendere.



Dentro fa piuttosto freddo, ma accendiamo prontamente la stufa e visto l'ambiente piccolo (chiudendo la porta del locale con le brande) riusciamo a scaldarla abbastanza bene, certo non è la Garzonera !
Pranzo con i soliti panini, ma questa volta abbiamo il panettone per festeggiare l'ultima uscita prima di Natale.
Caffè e correzioni, pulizia e pagamento del dovuto (2CHF a persona per il passaggio, la più economica per le mie conoscenze).
Poi ripartiamo, ultimo giro alla croce, che si trova  poco sopra, per un ultima foto, poi giù diretti sul costone SO che scende a Pian Toi, è la via più corta.
La discesa è molto piacevole, con tanti fuori-pista anche per una maggiore tenuta delle ciaspole sul ripido. Arriviamo alla bella baita di Pian Toi, percorriamo la bella cresta di Motti e poi giù nel bosco fino a sbucare a Rutan.
Da qui ripercorriamo il largo sentiero (strada) della mattina fino al parcheggio di Brugnasco, dove arriviamo in 1h,40m

Un Buon Natale a tutti !

 
 

 
 
   
 

           Vista da Paolo   -    (brown)                        

 

Finalmente con i vari calcoli delle probabilita' abbiamo imbroccato una giornata per noi bellissima!!!
Salita alla Foisc, una cima ormai conosciuta, ma ogni volta sempre diversa vista le diverse condizioni di innevamento.
Ha nevicato giovedi' e l'ultimo tratto fuori dal bosco era tutto immacolato.
Nessuna traccia presente da seguire cosi' ci siamo divertiti a battere neve .
Molti escursionisti salgono dalla cresta che abbiamo poi usato per scendere, facendo cosi' un bel giro ad anello.
In realta' la nostra via di discesa e' circa un km piu' corta, ma con tratti molto ripidi, quindi tutto sommato e' andata bene farla in discesa.
La pala in dotazione per spalare la neve e' sommersa e non siamo riusciti a trovarla quindi per aprirsi un varco e' consigliabile portarsi una pala da casa.
Giornata memorabile, una bella ciaspolata , neve spettacolare e abbondante prima del Natale.
Buone festivita' a tutti e buona stagione invernale particolarmnete innevata.
A presto 

Paolo

 

 
 
   
 

            Vista da Luciano   -    (barba43)

Alleluia ! è arrivato il tempo bello, così ci si organizza una  bella ciaspolata.

Ho mancato la prima uscita per i malanni di stagione, ma m i sono riscarttato salendo alla Capanna Foisc.
Una bella salita che pian piano diventava abbastanza impegnativa, sopratutto la parte dal piano di Sciuch in poi. Arrivato in vetta 10 minuti dopo lo Yeti del gruppo, poi una brezza di vento che ci congelava, siamo scesi al rifugio, ma la sorpresa è stata che non si poteva entrare:  la neve che copriva l'entrata.

Così il solito Paolo, meno male che esiste..., si è messo a spalare con ciaspole e poi con un pala che ci hanno gentilmente  prestato, ha rimosso i 2 metri cubi di neve.

Entrati,  subito a far fuoco con la stufa, ed in poco tempo l'ambiente si è riscaldato abbastanza per pranzare.
Più tardi e ben rifocillati, ci siamo incamminati a far foto in vetta, per poi ritornare a valle facendo un giro ad anello.

 

p.s. un grazie allo Yeti che si sacrifica sempre per noi.
                         

ciao a tutti belli e brutti

 

 
 
   
 

              Vista da Gimmy-    (gimmy)

 

 

Finalmente una domenica dal meteo bello-discreto,e una neve ideale per ciaspolare, in alcuni tratti vetrata molto portante  ed in altri farinosa e molto secca, per cui era  piacevole ciaspolare sopratutto in discesa nella neve immacolata.
Il posto come consuetudine è molto gettonato dai skyalp , che arrivavano e partivano in quantità industriale, ma poi in capanna fortunatamente  eravamo da soli , visto la grandezza della Foisc, direi che non è stato per niente male

CIAO ALLA PROSSIMA
 

   

 
 
     
 
RIASSUNTO del PERCORSO
Percorso Totale :  9,2 Km totali, 7h:00m totali, 3:30m di cammino
Andata :  5,0 Km, 3:15 lorde, 20m soste
Ritorno :  4,2 Km, 1:40 lorde, 05m soste
Dislivello :  830 mt di assoluto , 870mt di relativo
Libro di vetta:  SI in capanna
Copertura cellulare:  Buona sul percorso
Partecipanti :

 Giorgio, Paolo, Gimmy, Barba

 
 
   
   

Altre foto, diario, tracce sul nostro sito     

www.girovagando.net        escursione # 356

  

 

 
 



Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

WT2
14 Jan 18
Föisc 2208mt - "the day after" · giorgio59m (Girovagando)
T2 F
15 Nov 18
Föisc , Couleurs d'automne. · bernat
WT2
18 Feb 18
Föisc (2208 m) da Brugnasco · peter86
WT2
WT2

Comments (5)


Post a comment

Francesco says:
Sent 19 December 2019, 16h16
...Magari saliamo sabato,nel caso fosse brutto tempo c'è il rifugio con l'ingresso spalato ah..ah..ah..

Sent 19 December 2019, 16h40
Con tutta questa acqua ... lassù ha nevicato di sicuro.
Portati il gatto delle nevi ed una ruspa :-)

gbal says:
Sent 19 December 2019, 17h56
Quando si ha a disposizione uno che dice "ci siamo divertiti a battere la neve" è come farsi precedere da un gatto delle nevi.
Bravi ragazzi e Buone Feste!

Sent 20 December 2019, 08h18
Anche a tè Giulio Buon Natale
ciao

GIBI says:
Sent 29 December 2019, 12h47
Oramai classica ma sempre appagante la ciaspolata alla Foisc ... se poi avete anche la fortuna di avere con voi tale San Paolo che vi apre prima la via e poi il pertugio per accedere alla capanna ... il gioco è fatto !

Buon 2020 a tutti i GiRoVagando

ciao Giorgio


Post a comment»