Pirenei Giorno 6: Anisclo Canyon


Published by martynred , 13 September 2019, 19h13.

Region: World » Spanien » Aragonien » Huesca
Date of the hike:19 August 2019
Hiking grading: T2 - Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: E 
Time: 3:45
Height gain: 300 m 984 ft.
Route:circa 14 km
Access to start point:Strada per Vio e poi seguire per Anisclo Canyon (Canon de Anisclo)
Maps:RANDO Editions CARTE DE RANDONNE'ES, gavarnie-ordesa, 1:50000

Le previsioni meteo mostrano l'arrivo di una perturbazione per cui, per non rischiari di trovarci nei guai, optiamo per una semplice e corta gita in un ambiente che sulla cartina pare molto interessante: Anisclo Canyon.



Da Gavarnie, per raggiungere il parcheggio situato alla base del canyon, vicino Vio, percorriamo in auto una strada a senso unico che segue il Rio Bellos. Stretta e a picco sul torrente offre degli scorci stupendi sulle pozze d'acqua e sulle alte pareti che fanno da pista alla strada.

Fortunatamente ci sono funzionari del parco che dirigono il traffico ed il parcheggio. Lasciata l'auto lungo la strada, scendiamo di qualche metro attraversando un ponte di sassi sopra un vuoto di parecchi metri. Un largo sentiero con muretto protettivo ci porta al sito "Eremita de San Urbez". Continuiamo sull'unico sentiero, sempre costeggiando il Rio Bellos. Le previsioni meteo non c'avevano proprio azzeccato, infatti il sole splende e le pozze d'acqua si colora di verde-azzurro, uno spettacolo. In falso piano procediamo e raggiungiamo una "spiaggia sassosa", Cumaz. Man mano che ci si addentra nel canyon ci si immerge nel bosco, umidissimo, abbiamo pure incontri ravvicinati con un grosso rospo che si lascia fotografare. A tratti ci si trova proprio lungo il torrente, mentre, spesso volentieri, lo si osserva dall'alto. Proprio quando il sentiero ha preso un pò di quota decidiamo di tornare indietro. Siamo a Selva Plana (non presente in cartina e segnale gps perso). (1:50 h).
Ripercorriamo il sentiero di andata deviando verso il suo termine. Ci soffermiamo insieme ad altri escursionisti ad ammirare un'aquila reale che svolazza tra il nido e la parete opposta, da dove fa la guardia senza battere ciglio. Attraversiamo ancora il torrente passando su un ponte cementato, dove ci fermiamo una buona mezz'ora ad osservare i bambinetti che si cimentano terrorizzati nel torrentismo. Alternativa poco più lunga dell'andata. 
Arriviamo all'auto ancora asciutti...sarà la notte ad ospitare un temporale indimenticabile!



Purtroppo abbastanza deludente, molto più particolare il canyon percorso in auto, ma ci siamo tolti la curiosità!

NOTA: breve descrizione a pagina 287 del libro "Walks and climbs in the Pyrenees. Walks, Climbs and Multi-day Treks" di Kev Reynolds, Editore Cicerone.

Hike partners: martynred


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

T2
11 Sep 13
Cañón de Añisclo · schimi

Comments (1)


Post a comment

Camoscio says:
Sent 14 September 2019, 16h58
...almeno qualche attrazione faunistica c'era! :)


Post a comment»