COVID-19: Current situation

Punta Giordani m.4046 cresta del Soldato


Published by accoilli , 21 June 2017, 18h38.

Region: World » Italy » Val d'Aosta
Date of the hike:17 June 2017
Mountaineering grading: PD
Climbing grading: III (UIAA Grading System)
Waypoints:
Geo-Tags: I 
Time: 8:00
Height gain: 900 m 2952 ft.
Height loss: 900 m 2952 ft.
Access to start point:Tramite la rete autostradale raggiungere il casello di Pont Saint Martin sulla A5 (Torino - Aosta). Usciti seguire le indicazioni per la Valle del Lys (strada regionale n° 44). Seguire la strada fino al suo termine a Gressoney la Trinité in Località Staffal, dove si trova la stazione di partenza degli impianti di risalita Funivia per punta Indren
Accommodation:Capanna Gnifetti Rifugio Mantova

Da tempo pensiamo di farci una bella gita in Val d'Aosta,per salire qualche bella montagna delle Alpi,cos' finalmente con l'amico Davide ci troviamo in Versilia,poichè io provengo da Firenze e lui da Grosseto...la nostra destinazione Gressony la Trinitè,infatti il nostro progetto prevede la salita di Punta Giordani per la cresta del Soldato....Trascorsa la notte a Staffal in un hotel a due passi dagli impianti di risalita per Punta Indren,ci ritroviamo l'indomani mattina alle 7.30 con Mauro Piccione,amico e guida alpina.....Giunti a Punta Indren,traversiamo su neve in direzione sudest,fino ad oltrepassare la stazione di arrivo del vecchio impianto di salita,qui hanno inizio i preparativi per la scalata,ci ramponiamo,ci leghiamo e mettiamo piede sul ghiacciaio di Bors....la salita è noiosa e interminabile,tra l'altro molto faticosa per la neve molle che risente di temperature insolite per il mese di giugno...in poco meno di 2 ore,giungiamo all'attacco della cresta,dove ci concediamo uno spuntino e un pò di riposo. Rifocillati,partiamo in direzione delle prime rocce,superando un ripido pendio di neve....la prima parte della cresta,è abbastanza facile,si superano gradoni,blocchi e facili placche di roccia buona,poi circa a metà,incontriamo un delicato passaggio obbligato,che richiede la nostra massima attenzione,in quanto su ripido pendio di neve marcia e successivamente su cengia stretta e scivolosa..... più in alto,una bella placca esposta ( 3+ ) ci fa lavorare di braccia ma ci regala belle emozioni...ancora uno sforzo e dopo gli ultimi passaggi non difficili,usciamo sulle rocce sommitali al cospetto della piccola Madonnina posta sulla vetta.....è fatta,piacevole e divertente arrampicata,quasi tutta in conserva,salvo alcuni passaggi protetti con friend....ci diamo la mano,ci abbracciamo e ci godiamo il bellissimo panorama che questa vetta offre...dopo una ventina di minuti,fatte le foto di rito,iniziamo a scendere sul ghiacciaio di Indren,il quale purtroppo.data la elevata temperatura,si mostra nel suo aspetto peggiore....una larga traccia completamente bucata da passi che sprofondano in alcuni punti per mezzo metro e oltre,dovuti alla neve inconsistente per il troppo caldo,,alternata a pericolosi buchi messi in evidenza dal passaggio di numerose cordate.....insomma,una interminabile,faticosa e stressante discesa....infine giungiamo alla base del percorso attrezzato che risalendo un alto costone,ci conduce all'ultimo traverso di neve,prima della Capanna Gnifetti,dove dopo una eccellente cena,pernottiamo.....

Hike partners: accoilli


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

PD+ IV
AD- IV
AD- IV
PD- IV
T2 PD

Comments (2)


Post a comment

igor says:
Sent 21 June 2017, 18h55
Bella salita ! Complimenti ! Ciaooo

accoilli says: RE:
Sent 22 June 2017, 06h26
grazie Igor....davvero bella e non così difficile...ciao,buona estate


Post a comment»