COVID-19: Current situation

Forchetta del Piccolo Corno Gries (2810 m) - Skitour


Published by siso , 8 June 2017, 11h25.

Region: World » Switzerland » Tessin » Bellinzonese
Date of the hike: 7 June 2017
Ski grading: PD
Waypoints:
Geo-Tags: Gruppo Grieshorn   CH-TI   I 
Time: 5:00
Height gain: 808 m 2650 ft.
Route:Alpe di Cruina (2002 m) – Corno (2204 m) – Capanna Corno Gries (2338 m) – Laghetti di Val Corno (2477) – Forchetta del Piccolo Corno Gries (2810 m).
Access to start point:Airolo – Val Bedretto – Alpe di Cruina.
Accommodation:Capanna Corno Gries.
Maps:C.N.S. No. 1251 – Val Bedretto - 1:25000; C.N.S. No. 1271 – Basodino - 1:25000; C.N.S. No. 265S – Nufenenpass – 1:50000.

Dopo cinque giorni dalla riapertura del Passo della Novena (venerdì 2.6.2017, ore 9:00) programmo un’escursione con gli sci sul Ghiacciaio del Corno, al confine tra la Valle Bedretto e il Piemonte.

 

Inizio dell’escursione: ore 5:45

Fine dell’escursione: ore 10:45

Pressione atmosferica, ore 9.00: 1018 hPa

Temperatura alla partenza: 2,5°C

Temperatura all’arrivo: 10°C

Isoterma di 0° alle 9:00: 2500 m

Velocità media del vento: 5 km/h

Sorgere del sole: 5:34

Tramonto del sole: 21:16

 

Parto da casa alle 3:55. I termometri digitali sulle strade del Mendrisiotto indicano una temperatura di 12°C, la metà rispetto a dieci giorni fa, alla stessa ora. Percorro l’autostrada verso la Leventina nelle ultime ore della notte, sotto un cielo sereno. All’imbocco della Valle Bedretto appaiono purtroppo i corpi nuvolosi che avvolgono le belle vette di questa valle.

Me l’aspettavo, i siti meteo a cui mi affido prevedevano, infatti, per il Passo della Novena, nuvole fino a mezzogiorno. Anche la temperatura rigida era attesa, per contro il vento è molto meno sostenuto di quanto predetto.

Lascio l’auto poco sopra il tornante dell’Alpe di Cruina (2002 m) e mi avvio, con gli sci legati allo zaino, lungo il sentiero estivo fino al raggiungimento di una lingua di neve che si insinua lungo il Riale di Val Corno a circa 2135 m di quota. Dopo venti minuti di portage posso così calzare gli sci contemporaneamente all’uscita di un’occhiata di sole, che mi illude … ma solo per pochi istanti.

In 35 minuti arrivo all’Alpe Corno (2204 m) e dopo nemmeno un’ora dalla partenza alla Capanna Corno Gries (2338 m), che da poco tempo è stata acquistata dalla sezione del CAS Rossberg / Zug.

Superato un cordone morenico mi immetto sulla piana denominata Motto Morto e continuo con una lieve pendenza fino alla base del Ghiacciaio del Corno. La neve, increspata, è dura come il cemento. Dai 2500 m di quota la salita si fa più impegnativa; grazie ai rampanti, non rischio mai tuttavia la scivolata. La copertura nevosa qui è ancora completa, mi risulta quindi difficile stabilire dove comincia il ghiacciaio: azzardo il limite a 2730 m.

Sulle carte topografiche il Ghiacciaio del Corno appare come un piccolo ghiacciaio compatto. Attualmente è invece diviso in due distinti tronconi: quello orientale, più esteso e lungo circa 650 m e quello ad occidente, meno ripido e molto sottile, lungo meno di 300 m.

Fa freddo: la temperatura è sicuramente al di sotto degli 0°C. Indosso anche la giacca a vento e non sudo. La visibilità sul ghiacciaio è assai ridotta; intravedo tra la nebbia un cordone roccioso marrone, che dovrebbe rappresentare la mia meta. In effetti, dopo poco meno di 2 h e 40 minuti di salita pervengo alla Forchetta del Piccolo Corno Gries (2810 m): geschafft!
 

 

Con questo freddo le parole sono congelate in bocca: rinuncio quindi alla telefonata a casa e mi limito al messaggino; oltretutto il telefonino qui non ha campo.

Il ripido versante per salire al Corno Gries ha solo chiazze di neve; la nebbia mi impedisce di vedere la sua parte superiore. Un piccolo sprazzo di luce mi permette di scorgere un tratto della Valle del Gries, in territorio piemontese, con il sentiero che porta all’Alpe Bättelmatt.

Alle 9:00 inizio la discesa. Sul ghiacciaio la visibilità si limita a pochi metri; scio quindi con molta prudenza, anche per evitare di investire sassi o macigni scivolati dai fianchi della valle. Al di sotto dei 2600 m ci si vede meglio, tuttavia, la neve gelata e irregolare non permette una sciata a curve strette. Dopo la pausa sulla terrazza della capanna, chiusa fino al 17 giugno compreso, mi gusto quella che potrebbe essere l’ultima sciata della stagione: un tratto molto piacevole nel canalone sotto il rifugio, fino a 2135 m di quota.

Lungo il sentiero verso l’Alpe di Cruina posso ammirare e fotografare dei bellissimi fiori: anemone solforosa, anemone alpino, genziana di Koch, camedrio alpino, …

 

Escursione con gli sci nella bellissima Val Corno, fino all’estremità superiore del ramo occidentale del ghiacciaio. La nebbia ha purtroppo condizionato una buona parte della gita, impedendomi di scattare le abituali foto paesaggistiche.

 

Tempo di salita: 2 h 38 min

Tempo totale: 5 h

Tempi parziali

Alpe di Cruina (2002 m) – Capanna Corno Gries (2338 m): 1 h

Capanna Corno Gries (2338 m) – Forchetta del Piccolo Corno Gries (2810 m): 1 h 38 min

Dislivello in salita:  808 m

Sviluppo complessivo: 9,8 km

Difficoltà: PD

SLF: 1

Coordinate Forchetta del Piccolo Corno Gries: 672.870 / 144.943

Copertura della rete cellulare: alcune zone d’ombra.

Libro di vetta: no.


Hike partners: siso


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window

D-
T3+
23 Jun 18
Corno Gries mt 2968 · Daniele66
T3+ F
PD-
11 Jun 17
Tra i due Corni Gries · Daniele66
T2

Comments (8)


Post a comment

danicomo says:
Sent 8 June 2017, 12h09
Mi pare di capire che sia presto per andarci a piedi....

siso says: RE:
Sent 8 June 2017, 13h18
Con i ramponi o le racchette sarebbe stato possibile.
Ciao,
siso.

Daniele66 says:
Sent 8 June 2017, 13h46
E vai..........Bella li.........Daniele 66

siso says: RE:
Sent 8 June 2017, 14h02
Bella, a parte la spiacevole sorpresa della nebbia!
Ciao Daniele,
siso.

Sent 8 June 2017, 20h25
Non molli mai!! Complimenti, siso,
roby

siso says: RE:
Sent 8 June 2017, 20h28
Mi sa che dovrò mollare, a meno di passare agli sci d'erba...
Grazie roby, a presto!
siso.

gbal says:
Sent 10 June 2017, 18h08
Complimenti siso. Sempre sulla breccia, ben organizzato e pieno di fantasia.
Bravo

siso says: RE:
Sent 10 June 2017, 18h48
Grazie Giulio,
come sempre apprezzo molto il tuo parere.
Buon fine settimana!
siso.


Post a comment»