Rifugio Calvi (2015m) da Carona (BG)


Publiziert von ciocorik , 27. November 2012 um 12:59.

Region: Welt » Italien » Lombardei
Tour Datum:25 November 2012
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: I 
Zeitbedarf: 2:30
Aufstieg: 850 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:A4, Val Brembana (BG), Carona
Unterkunftmöglichkeiten:Rifugio Calvi

All'ingresso di Carona si svolta a sinistra appena dopo il cimitero e seguendo le indicazioni per i rifugi
si prosegue per qualche centinaio di metri fino alla curva (1202m) da cui parte il percorso e dove si può parcheggiare.

Si parte a piedi lungo la strada asfaltata ma chiusa al traffico (segnavia 210) che poco dopo incrocia la vecchia stradina selciata di servizio per gli impianti idroelettrici e prosegue arrivando alla frazione di Pagliari (1330m, 0.15h) con le sue baite ormai quasi tutte ristrutturate.

La vecchia strada di servizio purtroppo è stata cementata per la maggior parte, in alternativa da Pagliari si può proseguire per il "sentiero estivo" (segnavia 247), posto sul lato in ombra della valle.

Proseguendo invece lungo la strada si può invece ammirare la cascata di Val Sambuzza e superando rapidamente alcuni tornanti e tratti più pianeggianti si giunge al Lago del Prato (1655m, 1.15h) dove si trova il bivio per il Rifugio Longo e la Baita Armentarga.

Da qui, anziché proseguire ancora lungo la strada si può optare per il sentiero 208 che prosegue in saliscendi, stretto a mezza costa nel bosco sul lato in ombra che sovrasta la valle del Brembo, con vista sul Lago della Cava e scorci sul Pizzo del Diavolo e il Monte Grabiasca.

Arrivati ad un bivio all'altezza della Baita Armentarga con una svolta a destra si risale decisi il pendio fino a giungere alle baite di Costa della Mersa da cui il sentiero 208 prosegue sempre sul versante in ombra verso il Lago Rotondo.

In alternativa si continua a risalire il pendio per giungere direttamente al culmine della diga del Lago Fregabolgia (1957m, 2.15h) e riprendere il segnavia 210 che, costeggiando il lago, porta al rifugio (2015m, 2.30h).

Passeggiata buona per tenere l'allenamento (circa 15 km) e clima da cambio di stagione: partiti in autunno, con ampi squarci di cielo azzurro sui boschi ancora colorati, siamo arrivati al rifugio in pieno inverno, con il Lago Rotondo ghiacciato, aria di neve e nuvole che coprivano compatte le cime... e siccome abbiamo iniziato a camminare verso mezzogiorno, lungo il rientro ci siamo goduti il tramonto e l'imbrunire.

Tourengänger: ciocorik

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen

T4 WS- I
T4+ WS- II
T4- L
21 Jan 17
Pizzo Poris canale NO · ser59
T4- L II
T3

Kommentar hinzufügen»