Piz Val Müra 3162 m, traversata per le creste WSW e SE.


Publiziert von Gianluca , 16. Oktober 2007 um 22:40.

Region: Welt » Schweiz » Graubünden » Oberengadin
Tour Datum:13 Oktober 2007
Hochtouren Schwierigkeit: WS
Klettern Schwierigkeit: II (UIAA-Skala)
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-GR 
Zeitbedarf: 3:30
Aufstieg: 910 m
Abstieg: 910 m
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Trivio di Fuentes-Chiavenna-Passo Maloja-Samedan-La Punt. Strada dell'Albulapass fino al parcheggio nei pressi della località Punt Granda a 2250 m circa.
Unterkunftmöglichkeiten:Chamanna d’Es~cha 2594 m, Tel. 081 - 854 17 55 SAC Sektion Bernina, 7500 St. Moritz Josias Müller, 7260 Davos Dorf, Tel: 081 - 416 33 74
Kartennummer:Cns 1:25000 n° 1237 Albulapass

 
Dal parcheggio a quota 2250 m circa, si segue l’ottimo sentiero che comodamente conduce alla Chamanna d’Es~cha 2594 m. Dal rifugio, seguire ora il sentiero che sale in direzione NNE. Verso i 2700 m circa lasciarlo, inoltrandosi in direzione N per raggiungere su magri pascoli, il laghetto di quota 2727 m (stazione meteorologica). Proseguire nella medesima direzione, evitando sulla sinistra il salto roccioso sottostante la quota 2913 m. Si raggiunge così il glacionevato ai piedi della quota 3080 m. Da qui è giocoforza salire una ripida scarpata detritica, per poter imboccare lo stretto canale adducente alla selletta, posta esattamente a destra di due evidenti gendarmi rossastri (tratto molto faticoso e piuttosto delicato; l’uscita alla selletta presenta passaggi di II° su roccia friabile). Ora seguire sempre il filo della cresta WNW del Piz Val Müra e, scavalcando da ultimo un’anticima (stazione meteorologica), si arriva all’affilata vetta (roccia buona; difficoltà continue di I° e II°). Pochi passi più oltre (ove la cresta è più comoda) troveremo il libro di vetta.
 
DISCESA: seguire sempre il filo della cresta SE, con solo limitati aggiramenti sui lati. Si scavalcano così numerose elevazioni della cresta andando a raggiungere il punto più depresso fra il Piz Viroula e il Piz Val Müra. Un salto, poco sotto la prima elevazione incontrata in discesa, offre delle difficoltà più importanti. Qui uno spuntone attrezzato con cordino permette di aiutarsi eventualmente con la corda doppia (15 m circa). Per il resto della cresta le difficoltà sono di I° con passaggi di II°, tuttavia la qualità della roccia è decisamente più scadente di quella incontrata sulla cresta WNW. Dalla sella fra il Piz Viroula e il Piz Val Müra, scendere verso meridione senza difficoltà su terreno detritico e, passando dalla località Plazzetta, raggiungere nuovamente la Chamanna d’Es~cha 2594 m. Dal rifugio con il sentiero già percorso in salita si ritorna al parcheggio.
NOTE: il tempo è riferito alla sola salita. In discesa abbiamo impiegato un ora e dieci minuti fino alla depressione fra il Piz Val Müra ed il Piz Viroula. Escursione effettuata in compagnia di Giovanni Rovedatti.
Un appello a chi volesse dirigersi verso questa vetta dimenticata. Portate un contenitore stagno che possa contenere il piccolo "Gipfelbuch" (di circa 20x15 cm). Quello attuale è completamente arrugginito e comincia a bucarsi... Sarebbe un peccato perdere questo "storico" libro di vetta!

Tourengänger: Gianluca

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»