Capanna Soveltra (1'534 m.s.m.)


Publiziert von ale84 , 13. Juni 2009 um 22:21.

Region: Welt » Schweiz » Tessin » Locarnese
Tour Datum:11 Juni 2009
Wandern Schwierigkeit: T2 - Bergwandern
Wegpunkte:
Geo-Tags: Gruppo Pizzo Barone   Gruppo Pizzo Campo Tencia   CH-TI   prato sornico   cabanna soveltra   Gruppo Monte Zucchero 
Aufstieg: 716 m
Strecke:[LUNGHEZZA 6,7km] Monti di Predee (1001 m.s.m.) - Schièd - quota 1458 m.s.m. - Capanna Soveltra (1534 m.s.m.) - Cascina Nuova (1602 m.s.m.) - Campala (1558 m.s.m.) - Monti di Predee (1001 m.s.m.)
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Da Locarno seguire le indicazioni per la Valle Maggia, arrivati a Bignasco prendere la deviazione sulla destra verso la Val Lavizzara fino a Prato Sornico. Da Prato Sornico si può salire fino ai Monti di Predee tramite una stradina in parte sterrata.

Per raggiungere la Capanna Soveltra in Val di Prato bisogna recarsi in Val Lavizzara e più precisamente a Prato Sornico. Dal paese si può salire in auto mediante una strada stretta ed in parte sterrata sino ai Monti di Predee a quota 1001m. A mio avviso la strada è adatta a jeep o veicoli 4x4, anche se però poi abbiamo incrociato macchine "normali", quindi a voi la scelta...

Lasciata l'auto ai Monti di Predee ne attraversiamo il piccolo nucleo con la graziosa chiesetta, e seguendo l'indicazione sul cartello per la Capanna Soveltra ci lasciamo i rustici alle spalle salendo nel bosco verso Schièd. A Schièd ri-sbuchiamo sulla strada sterrata che termina poco dopo a quota 1162m.
Ci teniamo sulla destra e prendiamo un sentiero che inizialmente in leggera salita si addentra nella valle e ci lascia tempo per ammirare il fiume che scorre alla nostra sinistra. Fin da subito il fiume ci tiene compagnia con i suoi rumori, scorrendoci accanto, formando a volte belle pozze di acqua verde smeraldo, a volte rumorose cascate. In certi momenti il fragore dell'acqua è così forte che io e Mauro dobbiamo urlare per poterci capire. La cosa non ci dà fastidio, in fondo sapevamo ancor prima di partire a cosa andavamo incontro e la scelta di percorrere questo itinerario è dovuta in parte alla curiosità di voler scoprire le famose "scalate" sull'orrido del fiume. Continuiamo a salire, la gola si fa sempre più stretta e percepiamo una fortissima umidità, cola acqua da tutte le parti, piccole e grandi cascate scendono da ogni dove. I raggi del sole che riescono a filtrare fin quaggiù vanno a  formare con l'acqua piccoli arcobaleni, ma per fotografarli bisogna essere veloci, spariscono tanto in fretta come si sono creati.
Saliamo fino a raggiungere il pezzo forte del percorso e cioè la "scalata grande", ossia tantissimi scalini intagliati nella roccia che ci condurranno in alto al di fuori della gola...al sole! L'ultimo ostacolo da superare è però una vera e propria cascata che scende al di sopra degli scalini, dobbiamo per forza passarci sotto.
Detto fatto ci incappucciamo per benino con le nostre mantelline e via di corsa...una doccia gratis...mamma mia che lavata! Superato questo tratto raggiungiamo quota 1458m dove attraversiamo un ponticello e continuiamo su sentiero indicato per altri 10minuti fino a sbucare nel pianoro che ospita la Capanna Soveltra.
La zona che circonda la capanna è una riserva per la protezione delle marmotte ma noi purtroppo non ne abbiamo vista né sentita nemmeno una, forse stavano ancora dormendo?!
La Capanna Soveltra è di proprietà della SAV (Società Alpinistica Valmaggese), si tratta di una capanna moderna in quanto la sua costruzione risale a tempi recenti. Nel 1997 infatti il vecchio stallone dell'Alpe Campo Tencia venne trasformato nella Capanna Soveltra. Oggi offre alloggio a 28 persone ed il suo refettorio con bel camino centrale è caldo e accogliente.
La capanna si trova in una posizione privilegiata dalla quale si gode di un imperdibile panorama sulla cima più alta interamente su suolo ticinese e cioè il Pizzo Campo Tencia 3071m. Immagine da cartolina!
Dopo aver bevuto un paio di birre, mangiato un salamino e chiacchierato un po' con il sig. Arturo Rothen (Presidente SAV) abbiamo preso la via del rientro.
Su consiglio del sig. Rothen per scendere abbiamo seguito il sentiero "alto" che passa da Cascina Nuova 1602m e Campala 1558m. Questo itinerario è molto panoramico, totalmente il contrario di quello percorso all'andata, entrambi belli ed interessanti per motivi diversi. 
A Cascina Nuova ci troviamo di fronte ad una radura paludosa con ponticelli di legno per attraversare i riali che scorrono qui e lì. Superate le cascine di Campala il panorama si apre sulla Valle di Prato e la discesa da lì in poi si fa più decisa con ripetuti tornatini che fanno perdere quota molto velocemente. A quota 1330m circa i sentieri si ricongiungono e percorrendo a ritroso quello della mattina ritorniamo ai Monti di Predee soddisfatti per la bella escursione.

La gita non presenta grandi difficoltà, da tener presente che il sentiero che passa dalle "scalate" è in gran parte su pietre bagnate e scivolose. Se decidete di percorrerlo anche in discesa bisogna prestare ancor più attenzione a dove si mettono i piedi. Siamo stati informati dal sig. Rothen che la "cascata" sotto la quale siamo dovuti passare alla mattina è temporanea, la si trova in periodi successivi a forti piogge o durante lo scioglimento delle nevi. 

Per ulteriori informazioni su questa gita vedi: Ariafina: Capanna Soveltra
 


Tourengänger: ale84, Mauro78

Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Geodaten
 769.xol Tragitto Soveltra

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»