Lochberg e Schafberg


Publiziert von Poge Pro , 20. Februar 2017 um 19:30.

Region: Welt » Schweiz » Uri
Tour Datum:15 Februar 2017
Ski Schwierigkeit: ZS-
Wegpunkte:
Geo-Tags: CH-UR 
Aufstieg: 1950 m
Strecke:20,5 km a/r
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Realp. Dopo il tunnel del Gottardo, uscire ad Andermatt. Tutti i parcheggi sono a pagamento: 5 franchi per l'intera giornata.

La giornata si preannuncia molto calda ma anche con un cielo terso da cartolina. Affrontiamo questo itinerario meno battutto rispetto ai classici percorsi della zona di Realp e da un po' di tempo nel mio WIP ... "Walk in Progress" (Copyright Poge) o più precisamente del SIP "Ski in progress" (sempre sotto Coyright...:)).

Dal classico parcheggio in paese ci avviamo a buon ritmo verso l'Hotel Galenstock e poi con un lungo traverso in leggera ascesa verso il collettto sotto il Rifugio Albert Heim. Da qui spelliamo e scendiamo di circa 150 metri per andare ad imboccare il bellissimo vallone che ci porterà alla Winterlucke.

L'ambiente meraviglioso e la buona traccia ci permettono di sopportare meglio il caldo asfissiante di questo tratto. Saranno 500 metri di salita dura proprio per le alte temperature, dovute anche al riverbero della neve in questo tipo di valloni. Boccheggiamo come meglio riusciamo fino al colletto, dove una leggera brezza ci permette di riprendere un po' le forze.

Rinvigoriti riprendiamo la salita lungo la dorsale ancora con gli sci, per poi toglierli e continuare a piedi con ramponi e picozza. Un breve traverso ci conduce nel canalone che seguiamo fino a pochi metri sotto la cima. Cima che richiede un paio di passaggi un pochino acrobatici per essere raggiunta.

Mentre sopra alle nostre teste volteggiano rumorosamente tre aerei militari, di cui uno seguito da un oggetto per noi misterioso (a forma di missile ... un drone?), torniamo ai nostri cari sci accompagnati da uno strano boato proveniente dal versante opposto. E' un rumore strano che nessuno di noi ha mai sentito e in un primo momento ne siamo preoccupati ... sembra quasi la rottura di una valanga. Poi quando questo boato si ripete costantemente iniziamo a comprendere che deve essere qualche "ritorno sonoro" dovuto al passaggo degli aerei che stanno effettuando numerosi giri sopra di noi.

Iniziamo con più tranquillità la discesa e affrontiamo il primo tratto di dorsale con cautela viste le numerose roccette presenti e poi ci buttiamo nel vallone dove troviamo buona neve ammorbidita dal sole. Giunti in fondo al vallone ripelliamo per tornare al colletto sotto al rifugio e da questo allunghiamo il percorso andando a toccare prima il rifugio e poi la vicina cima Schafberg visto che non ci ero mai stato.

Dopo la dovuta pausa con temperature gradevoli, iniziamo la discesa verso Realp su neve a tratti morbida e a tratti crostosa ma vista l'esposizione non ci si può certo lamentare. Sfruttando nell'ultimo tratto la strada innevata, giungiamo soddisfatti alla macchina, contenti di aver vissuto una gran bella giornata di Scialpinismo.


Tourengänger: Poge


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentare (4)


Kommentar hinzufügen

Angelo & Ele hat gesagt:
Gesendet am 20. Februar 2017 um 20:49
Che posto stupendo!
Complimenti anche per le belle foto... all' insegna del PIP (Photo In Progress) :-))

Poge Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 21. Februar 2017 um 08:47
Grazie.
Quando c'è un cielo cosi è semplice fare belle foto.
Andrea

Laura. hat gesagt:
Gesendet am 21. Februar 2017 um 07:58
Gran bella gita!!! ;-)

Poge Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 21. Februar 2017 um 08:47
Ti ricorda qualcosa???
:))
Andrea


Kommentar hinzufügen»