Mario Panzeri fa 14: in vetta al Dhaulagiri


Publiziert von zar, 18. Mai 2012 um 17:37. Diese Seite wurde 154 mal angezeigt.

Raggiungendo giovedì pomeriggio - alle 14 italiane, le 17.45 in Nepal - la vetta del Dhaulagiri (8.167, in Nepal) il lecchese Mario Panzeri ha completato la «collezione» dei 14 Ottomila metri della Terra, impresa compiuta, tra gli altri, da Messner e Mondinelli. È il 29esimo alpinista assoluto a riuscire nell'impresa (il 13esimo senza l'ausilio di ossigeno supplementare). Come riportato sul sito montagna.tv, Panzeri ha comunicato di essere in cima con una telefonata alla moglie. La salita del Gigante nepalese è stata difficile e faticosa a causa del freddo e della spessa coltre di neve accumulatasi in quota. Panzeri è salito sulla cima assieme a Giampaolo Corona: sono partiti mercoledì notte dal campo 3 a 7.200 metri. Altri alpinisti, tra cui Marco Confortola, hanno rinunciato a 7.500 metri.

 

GUIDA ALPINA - Nato a Costa Masnaga e residente a Mandello del Lario, Mario Panzeri ha 48 anni ed è guida alpina dal 1987. Per il Club alpino italiano si occupa della gestione d'itinerari ad alta esposizione, apertura, ripristino, pulizia e chiodatura di vie alpinistiche e falesie e della messa in sicurezza di pareti rocciose. Ha iniziato a scalare gli Ottomila nel 1988 salendo sulla vetta del Cho Oyu (fonte: Ansa)

 

 



Kommentare (2)


Kommentar hinzufügen

Daniele66 hat gesagt: Mario vaiiiiii
Gesendet am 18. Mai 2012 um 21:21
Grande Supermario complimenti
Daniele66

andrea62 hat gesagt:
Gesendet am 21. Mai 2012 um 10:28
L'ho ascoltato ormai circa 10 anni fa. In quella occasione sostenne, assieme ad altri, una teoria "alternativa": invece di passare molto tempo ad acclimatarsi cercare di salire il più velocemente possibile per restare oltre i 5.000 metri il meno possibile. Perché la permanenza oltre quella quota è dannosa per il corpo e in particolare per i muscoli.


Kommentar hinzufügen»