Bastoncini per camminare in montagna, come si usano?


Publiziert von Francesco, 20. Oktober 2011 um 15:54. Diese Seite wurde 948 mal angezeigt.

Bastoncini per camminare in montagna, come si usano?

|
bastoncini telescopici

Bastoncini telescopici

BERGAMO — L’abitudine di usare i bastoncini in montagna si è instaurata da non molti anni, ma ha avuto subito un discreto successo.I bastoncini telescopici, prodotti in materiali molto leggeri ed assolutamente maneggevoli, possono essere utilizzati infatti, sia in salita che in discesa, e sono in grado di alleggerire soprattutto la colonna vertebrale e gli arti inferiori. Ma è bene sapere come utilizzarli, al fine di ricavarne tutti i benefici.

A proposito dell’utilizzo dei bastoncini in montagna nel 2008 la Commissione Medica dell’UIAA ha messo a punto delle linee-guida rivolte a medici, non medici, operatori di trekking e spedizioni alpinistiche. E’ fondamentale infatti, fare un giusto utilizzo di questi supporti tecnici che, nella camminata in montagna, sono n grado di alleggerire la colonna vertebrale e gli arti inferiori.

I bastoncini devono essere regolabili e devono avere manopole che bene si adattino alle mani di chi li porta.Quando si cammina senza un carico non c’è molta differenza tra l’avere uno o due bastoncini, mentre quando si é carichi è molto meglio disporre di due bastoncini. Va ricordato inoltre che quando si va in alta quota o in un ambiente decisamente freddo i bastoncini non devono essere troppo lunghi nella camminata: le mani si devono trovare più basse rispetto ai gomiti, evitando così di creare problemi alla circolazione.

Camminando in discesa i bastoncini sono in grado di assorbire una grande quantità di peso, rendendo più agevole il trasporto dello zaino sulle spalle. Ciò risulta vantaggioso soprattutto per le persone anziane o per i soggetti in soprappeso o con patologie articolari o spinali, o, infine, quando si devono trasportare dei carichi molto pesanti.

L’utilizzo dei bastoncini è utile nel garantire un maggior equilibrio statico al corpo, diminuendo la probabilità di cadute, soprattutto quando si cammina su pendii innevati, su terreni bagnati o umidi, attraversando corsi d’acqua o qualora ci si trovi a camminare con scarsa visibilità a causa della nebbia, della pioggia o della neve. Va sottolineato che l’uso prolungato dei bastoncini può ridurre il senso dell’equilibrio e la capacità di coordinamento dell’individuo, specie su terreni di montagna impervi.

Grazie all’utilizzo dei bastoncini si arriva ad un miglioramento soggettivo della percezione dello sforzo fisico, con una camminata più piacevole, distribuendo il carico di lavoro su gambe e braccia. L’uso dei bastoncini va valutato di volta in volta a seconda delle necessità. Non sempre, infatti, sono necessari: qualora divengano ingombranti, come sui terreni impegnativi come sulle creste o su tratti alpinistici, deve esistere la possibilità di poterli fissare allo zaino.




Kommentare (34)


Kommentar hinzufügen

brown hat gesagt: bello
Gesendet am 21. Oktober 2011 um 07:51
bella e utile descrizione, mi ritrovo nella frase in cui si parla dell'uso prolungato.Quando li ripieghi sembra non avere piu' una quida sicura.Fortunatamente la sensazione dopo poco svanisce.Ciao PAolo

Francesco hat gesagt: RE:bello
Gesendet am 21. Oktober 2011 um 08:31
Paolo, anche io li uso spesso, per non dire sempre. Le patologie descritte le ho tutte, e le altre arriveranno con la giovane eta' che avanza .Servono anche come difesa personale e come piedistallo per apparecchi fotografici.

stefano58 hat gesagt: RE:bello
Gesendet am 21. Oktober 2011 um 09:00
Confermo che l'utilizzo dei bastoncini può ridurre la capacità di muoversi senza; infatti dopo le prime esperienze ne uso quasi sempre uno; inoltre una mano libera può essere utile in diverse occasioni.
Ciao
Stefano

Francesco hat gesagt: RE:bello
Gesendet am 21. Oktober 2011 um 09:20
.... Ciao Stefano, l'uso di un solo bastoncino è sconsigliato per motivi di postura, per il resto sono d'accordo con te.

Sky hat gesagt: RE:bello
Gesendet am 21. Oktober 2011 um 10:03
Interessante, questo articolo !
E' da pochi anni che li uso.. prima pensavo (erroneamente) che mi impacciassero, soprattutto in discesa..
Ritengo che in salita facciano diminuire la fatica e in discesa riducano le sollecitazioni sulle ginocchia. Non ho notato però influenza negativa sul mio equilibrio quando non li uso.
Con il terreno via via più impervio passo però ad utilizzare la sola piccozza e, in caso di tratti di arrampicata, nemmeno quella (la metto a spallaccio, in modo da averla pronta quando serve..). In particolare in discesa, su terreni erbosi esposti, la piccozza è utile per frenare un'eventuale scivolata (mi è capitato di usarla !), a volte, sempre in discesa, la uso in coppia con un bastoncino (più lungo, a valle).
Ciao, Luca

stefano58 hat gesagt: RE:bello
Gesendet am 21. Oktober 2011 um 10:22
Per quanto riguarda la postura, io prendo la precauzione di alternare spesso il braccio con cui uso il bastoncino.
Ciao
Stefano

Francesco hat gesagt: RE:bello
Gesendet am 21. Oktober 2011 um 10:36
Beh, ognuno di noi personalizza come meglio crede, pero' il solo fatto che li vendono in coppia.

roberto59 hat gesagt: RE:bello
Gesendet am 21. Oktober 2011 um 10:28
.......Francesco, in effetti mi chiedevo come mai l'articolo non parlasse dell'utilizzo come piedistallo per apparecchi fotografici.....ho pensato se ne saranno dimenticati, hai fatto bene a ricordarlo tu eh eh eh...
A parte le battute, io li uso e sia in discesa che in salita mi trovo bene, e poi come dici tu l'eta' si sente e un aiutini non fa male........ciao
Roberto

Francesco hat gesagt: RE:brevetto personale.
Gesendet am 21. Oktober 2011 um 10:40
... La mia nonnina diceva sempre:
" impara l'arte e mettila da parte"!!!!.

roberto59 hat gesagt: RE:brevetto personale.
Gesendet am 21. Oktober 2011 um 10:44
...Saggia donna ..la nonna......

FrancescoR hat gesagt: RE:bello
Gesendet am 22. Oktober 2011 um 00:15
...spaventare le ferocissime capre, lottare contro i gattopardi, catturare i serpenti...

adrimiglio hat gesagt: Interessantissimo!
Gesendet am 21. Oktober 2011 um 12:13
Bravo Francesco, hai toccato un argomento molto interessante, io da quando ho iniziato ad andare in montagna li ho sempre usati, li trovo praticamente indispensabili in particolar modo in discesa per alleggerire le ginocchia e in salita come propulsione aggiunta, ovviamente sempre in coppia, uno solo non ha senso. Nelle uscite escursionistiche utilizzo un modello a due pezzi, mentre in allenamento pezzo unico per spingere maggiormente.

Adry.

Francesco hat gesagt: RE:Interessantissimo!
Gesendet am 21. Oktober 2011 um 13:21
Grazie Adriano, chi come noi li utilizza in modo corretto, non sono piu' un'accessorio ma, un'attrezzo indispensabile per la sicurezza della ns. gita.

Laura. hat gesagt:
Gesendet am 21. Oktober 2011 um 20:47
Bravo Francesco.
Confermo a tutti che li usi anche cone monopiede per la macchina fotografica...e con ottimi risultati!

Barba43 hat gesagt: bastoncini
Gesendet am 21. Oktober 2011 um 20:54
Francesco si che vanno bene,li uso sempre e li ho collaudati anche una decina d'anni fa scendendo dalla grassi,cadendo mi son fatto 3 costole incrinate per l'impugnatura che mi è andata sotto la mammella,e pure il 9 ottobre scendendo dopo la ca de legn,sul legnone,è andata peggio solo 1 ma rotta sempre co sta mammella ciao

Francesco hat gesagt: RE:bastoncini
Gesendet am 22. Oktober 2011 um 05:17
...Come dice un Ns. grande onorevole in parlamento" TU NON CI AZZEKKI"!!!

Barba43 hat gesagt: RE:bastoncini
Gesendet am 22. Oktober 2011 um 09:04
ai proprio ragione Francesco

paoloski Pro hat gesagt: Bastoncini, no grazie!
Gesendet am 21. Oktober 2011 um 21:23
Non vorrei contrariare tanti entusiasti ma io i bastoncini preferisco proprio non usarli!
D'accordo per le persone anziane, d'accordo per quelli che hanno patologie varie specie alle ginocchia, va bene se si ha uno zaino pesante (pesante però vuol dire più di 20 Kg, al di sotto è uno zaino normale)...altrimenti meglio lasciarli a casa: in 40 anni di montagna (forse meno visto che 40 anni fa non li usava nessuno) ho visto una marea di gente farsi male e far male ad altri. Incidenti più frequenti: inciampi dovuti al bastoncino che si incastra nel terreno, polsi slogati, braccia e gomiti rotti a seguito di cadute con braccio immobilizzato dal lacciolo, scivolate su neve non arrestate perchè al posto della piccozza si usano i bastoncini (quando leggo indicazioni tipo: "consigliato l'uso della piccozza o dei bastoncini" letteralmente mi girano i cosiddetti: l'unica cosa consigliabile con la neve è la piccozza!), cadute rovinose (in un caso di mia conoscenza mortale) perchè nel momento peggiore (in genere in discesa) il bastoncino si accorcia perchè non stretto bene, inciampi o ferimenti causati a chi sta dietro perchè si manca la presa o il bastoncino scivola...
Anche per quanto riguarda lo scarico dei pesi avrei qualche dubbio, sempre fatto salve le eccezioni riportate all'inizio, chi ha problemi in discesa molto spesso adotta una pessima postura (posizione arretrata, poco uso degli addominali ecc.), ho corso per anni in montagna ed ho imparato a correre tanto in salita che in discesa: se non si ha la postura giusta si dura al massimo una stagione, è anche questo che cerco di trasmettere durante i corsi di introduzione alla montagna. Confermo poi che l'uso riduce l'equilibrio e la propriocettività: a parte forse Luca la maggior parte di quelli che usano i bastoncini sui percorsi di cresta vanno decisamente in crisi.
Detto questo continuate pure ad usarli ma tenete presente anche le controindicazioni.
PS : sarà una mia impressone ma molti degli studi favorevoli all'uso dei bastoncini provengono, più o meno direttamente, dai produttori degli stessi...ma forse sono proprio prevenuto.

Sky hat gesagt: RE:Bastoncini, no grazie!
Gesendet am 21. Oktober 2011 um 22:27
Giusto!
Ogni cosa va usata "cum grano salis".. I bastoncini vanno bene, a mio avviso, su terreni semplici.. non certo su terreni impervi, creste, nevai, pietraie e roccette, dove sarebbero solo d'impaccio !!
Luca

FrancescoR hat gesagt: RE:Bastoncini, no grazie!
Gesendet am 22. Oktober 2011 um 00:08
Concordo in particolare con l'osservazione sulla piccozza, che sui terreni che la richiedono (ghiacciaj, ma anche nevai apparentemente innocui) non può essere sostituita dai bastoncini. Molti dimenticano che con essi è impossibile arrestare una scivolata.
PS
20 Kg per me è già uno zaino mostruoso.

Francesco hat gesagt: RE:Bastoncini, no grazie!
Gesendet am 22. Oktober 2011 um 20:05
Grazie Francesco, anche io concordo con Te, in merito allo zaino peso sia stata una metafora, 20 kg, non li porto neanche quando sto in giro una settimana.

FrancescoR hat gesagt: RE:Bastoncini, no grazie!
Gesendet am 23. Oktober 2011 um 22:47
Di nulla: grazie a voi perché l'argomento è interessante: per le mia camminatine da anni uso sempre i bastoncini che alleviano molto la fatica; ma se l'itinerario prevede qualche tratto su ghiacciajo o neve porto anche la piccozza, che mi dà sicurezza. L'avevo anche 3 settimane fa per la normale alla Tresenta, ove invece era inutile (bastano i ramponcini a 6 punte: il tratto da superare è brevissimo) e l'ho dimenticata proprio lì, sulla morena a 3100 m circa. Ahimè: era bella e ci tenevo: se qualcuno mai passasse da quelle parti e la trovasse, sarebbe assai gradito mi avvisasse!

Francesco hat gesagt: RE:Bastoncini, no grazie!
Gesendet am 22. Oktober 2011 um 05:21
...Gli effetti collaterali esistono in qualsiasi cosa\oggetto, è ns. discrezione dosare l'uso con intelligenza. Ciao Paolo, e grazie per la tua personale preziosa desrcizione.

gbal hat gesagt:
Gesendet am 21. Oktober 2011 um 22:21
Anche io ho preso l'abitudine di usarli e a loro favore ritengo giochi sia lo scarico parziale della colonna che il lavoro della muscolatura delle braccia altrimenti poco sollecitate. Circa l'artefatto equilibrio che si crea col loro uso credo di aver notato personalmente un peggioramento momentaneo dell'equilibrio senza bastoncini. Non dimentichiamo, inoltre, che sebbene essi siano stati introdotti piuttosto recentemente i nostri nonni frequentavano i monti col bastone o quanto meno con un nodoso ramo recuperato sul posto. Invece ritengo che la citazione di incidenti anche mortali non sia così determinante: qualunque degli attrezzi che usiamo in montagna ha al suo attivo un buon numero di incidenti; che dire di corde, rinvii, moschettoni usati malamente?
Certamente un cattivo uso che si fa dei bastoncini ritengo sia quello delle persone che continuano ad usarli o a tenerli in mano a dar fastidio pur arrampicando su facili roccette; in quel caso consiglierei di riporli nello zaino.

Francesco hat gesagt: RE:
Gesendet am 22. Oktober 2011 um 05:56
Giulio, Piu' volte sei stato promotore di argomenti di discussione, è a qs. che serve il confronto aldila' dell'uso corretto o non corretto dell'uso del bastoncino... ops, bastoncini.
Il confronto amplifica la ns. conoscenza, utile da mettere in atto qualora fosse necessario.

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 22. Oktober 2011 um 09:57
Grazie Francesco. Stavolta non ho promosso nulla ma ho fatto le mie osservazioni come tutti gli intervenuti. Spero che sommando i contributi ne venga fuori un chiarimento di idee per gli interessati.
Colgo l'occasione per osservare che lo zaino dichiarato "normale" da Paolo (<20kg).....è in realtà pari al 25% del peso di una persona di 80kg!! Scusate se poi costui si aiuta un po' per non far cedere le ginocchia!

Alberto hat gesagt:
Gesendet am 22. Oktober 2011 um 15:04
Io li uso da anni e noto che se non li porto tendo a essere impacciato per quanto riguarda le discese su percorsi accidentati. I bastoncino,sono di aiuto (come tutte le varie attrezzature di montagna) se si adoperano con la testa esempi: 1) vedo che in salita vi sono molti che non hanno ancora capito che il bastoncino va accorciato 2) e in discesa allungato 3) in inverno vi sono coloro che li usano con il dischetto piccolo (ma andrebbe sostituito con quello dal diametro più grande) o ancor peggio senza nessuno dei due. Posso comunque affermare che in discesa aiutano ad evitare colpi alle giunture delle ginocchia: il mio ex capo dell'azienda per cui lavoravo anni fa,amava andare in montagna e alcuni di noi venivano invitati a seguirlo.
Le sue discese da camoscio saltellante,che in parte facevano invidia.lo hanno portato a rinunciare completamente alla montagna a 60 anni per causa delle giunture alle ginocchia rovinate con quel modo di correre in discesa (le sollecitazioni rovinano il fisico e ve lo posso assicurare).
Daltronde immagini antiche riportano evidete l'uso del bastone per salire in montagna e anche in quota (come delle vecchie foto che ritraggono la regina Margherita mentre la trasportavano sul monte Rosa).
Oltre ad usare bene i bastoncini è ovvio che coloro che trasportano sulle spalle parecchi chili (c'è chi non ha la più pallida idea di cosa vuol dire trasportare “solo” 10 o 15 chili) devono saper “usare lo zaino che non deve appoggiare sulle spalle ma sul bacino (ne risentirebbe molto meno la schiena).
E,visto che stiamo entrando nella stagione delle ciaspole...diciamo che sono ancora molti coloro che non le sanno usare per come sono state adibite: ho visto gente fare una fatica bestia su pendii senza usare l'alza tacco,poi li avvisi e si accorgono che è meglio...mha! Poi,ma quelli sono un caso a se,vi sono coloro che non lo usano per dimostrare che sono “bravi” anche senza (allora toglietele e dimostrami quanto sei bravo). In salita,bisogna guardare anche la postura del piede che deve lavorare al meglio (come ad esempio non si deve allacciare lo scarpone fino all'ultimo in salita,mentre in discesa bisogna stringere al meglio lo scarpone per evitare slogature). Alcuni oserebbero addirittura scendere dai 3000 m. senza ciaspole (poi se si fanno male o rimangono incastrati per benino li voglio vedere da soli a uscire dal casino che si sono cercati).
C'è chi è morto causa inforcata con i ramponi: si dovrebbe camminare con le punte leggermente verso l'esterno (un poco a paperella) ma...capita che qualche distrazione avvenga!
Quindi,non solo bastoncini,ma c'è molto altro che bisogna saper usare bene,o meglio ancora,sentirsi a proprio agio come meglio si crede,senza rovinarsi la salute,la cosa più importante!

Francesco hat gesagt: RE:
Gesendet am 22. Oktober 2011 um 20:01
Grazie Alberto per i tuoi preziosi suggerimenti, appena possibile apriremo un'altra discussione sulle ciasple o sui scarponi.

uccio hat gesagt: Bastoncini si bastoncini no
Gesendet am 22. Oktober 2011 um 17:11
mah ! che dire, Carlo li usa da tanti anni poichè ha una protesi all'anca dovuta ad un banale incidente sugli sci, io per tanto tempo li ho portati a spasso appesi allo zaino! Poi piano piano ne ho sentito la necessità soprattutto in discesa. Non sono un presidio medico e quindi non v'è modo d'uso, indicazioni o controindicazioni.Una mia vecchia collega, presidente per tanti anni dell'associazione Fisioterapisti Italiani un giorno mi ha confessato che usandoli aveva perso i copripunta e mi chiedeva se poteva usarli anche senza!! Certo è
che, qualche volta, incontrando un grosso cane ho pensato di usarli come arma di difesa! Ricordadoti con simpatia Elena

Francesco hat gesagt: RE:Bastoncini si bastoncini no
Gesendet am 22. Oktober 2011 um 19:57
Grazie Elena per la tua testimonianza, un caro saluto a Te e Carlo, a presto.

paoloski Pro hat gesagt:
Gesendet am 22. Oktober 2011 um 21:27
Premesso che ritengo che ognuno sia liberissimo di usare o non usare i bastoncini sono d'accordo sia con Giulio che con Francesco: è utile mettere a confronto le proprie idee e le rispettive esperienze. Detto questo vorrei comunque puntualizzare alcune cose: d'accordo con Giulio che uno zaino di 20 Kg rappresenta un quarto del peso di una persona di 80 Kg (io ne peso 72), non ho detto che si tratti di uno zaino leggero ma è uno zaino normale. Chiarisco: per un'escursione in giornate il mio zaino non supera gli 8 - 10 Kg (non sono un masochista) ma per una scalata su roccia fra corda, casco, imbrago, scarpette, rinvii, friends, nuts, cordini, viveri, acqua, pronto soccorso, macchina fotografica e vestiario (ho sicuramente dimenticato qualcosa) il peso arriva a superare senz'altro i 18Kg, se poi si sta fuori a bivaccare...
Per una due giorni con gli sci in alta montagna con una traversata il peso è questo, forse di più perchè ci sono anche gli attrezzi per riparare gli attacchi, però è vero in questo caso (solo in questo) anch'io uso i bastoncini!
Quello che però vorrei rimarcare è che è vero che qualsiasi attrezzo da alpinismo usato male è pericoloso ma corde, moschettoni, caschi e quant'altro sono comunque sottoposti ad una certificazione UIAA e marcati CE, questi attrezzi sono dotati di un manuale di istruzioni in almeno una mezza dozzina di lingue, per le corde è allegato un carnet su cui segnare le uscite e gli eventuali voli, ogni manuale riporta chiaramente l'avvertenza (cito a memoria) "sostituire almeno ogni 5 anni anche se non sottoposti a stress da caduta o impatto", un moschettone che non chiude perfettamente viene al massimo impiegato come portachiavi o come gancio per appenderci il casco o il sacchetto della magnesite, i friends (con quel che costano) vengono accuratamente lubrificati; in ogni caso nessuno (almeno spero) improvviserebbe una discesa a corda doppia o un'altra manovra di corda senza un'adeguata preparazione teorica e pratica.
Viceversa i bastoncini (non tutti per fortuna) che vedo usare sono perlopiù degli attrezzi sottoposti a fortissime sollecitazioni e ad una per contro inesistente manutenzione e controllo. Ho visto decine e decine di bastoncini ammaccati, piegati, con viti ad espansione completamente disfatte...
Le viti che regolano la lunghezza dei bastoncini sono, quasi sempre, in plastica, secondo voi quanto possono durare anche in condizioni ottimali? Anche solo a portarli a spasso sullo zaino sottoposti al caldo. a sbalzi di temperatura ecc. io direi al massimo 5 anni.
Il test UIAA citato nell'articolo che ha dato inizio alla discussione parla dei benefici dovuti allo scarico del peso, dice cose pericolose riguardo al loro uso sulla neve (sulla neve vanno bene solo in piano sennò si usa la piccozza!!!) non parla di prove sulla resistenza e funzionalità dei bastoncini, posso sbagliarmi ma non mi risulta che questi attrezzi siano sottoposti ad una normativa.
In discesa vedo persone caricare interamente il proprio peso sui bastoncini, spesso su uno solo, siete sicuri che un bastoncino ammaccato o con una vite di plastica che va ad innestarsi su un filetto di alluminio e che ha al suo attivo anni di sforzi, sia in grado di sostenere il vostro peso in queste situazioni.
Non ho la sfera di cristallo ma secondo me molte incidenti inspiegabili in discesa hanno una causa ben precisa...
Comunque come dice Luca usateli "Cum grano salis" e cambiateli spesso.
Ciao a tutti, Paolo :-)

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 24. Oktober 2011 um 11:55
Ciao Paolo.
Grazie per le tue preziose precisazioni degne di un istruttore CAI. Sono d'accordo con la tua massima finale che tradurrei estendendola in:"Andiamo in montagna con la testa, e non solo lo zaino, sulle spalle e non tra le nuvole!". Concentrazione, informazione ed esercizio dovrebbero essere gli ingredienti fondamentali per evitare infortuni. Poi l'imprevisto.....ma teniamolo lontano così.
Ciao
Giulio

paoloski Pro hat gesagt: RE:
Gesendet am 24. Oktober 2011 um 21:40
Ciao Giulio,
perfettamente d'accordo con te.
Un unica precisazione: non sono istruttore CAI.
Ciao, buone gite.

gbal hat gesagt: RE:
Gesendet am 24. Oktober 2011 um 21:54
Devo ricordare male ma.....ci sono anche le lauree honoris causa, no?
Ciao, ottime gite anche a te.
Giulio


Kommentar hinzufügen»