COVID-19: Current situation

Alpe Gorda (1779 m) e Nàssera (1877 m) - Skitour


Published by siso Pro , 13 January 2018, 17h15.

Region: World » Switzerland » Tessin » Bellinzonese
Date of the hike:12 January 2018
Ski grading: F
Waypoints:
Geo-Tags: Gruppo Pizzo Molare   CH-TI 
Time: 4:45
Height gain: 705 m 2312 ft.
Route:Camperio / Piana (1223 m) – Tornante (1328 m) – Brüghéisc – Sgianaresc di sopra (1657 m) – Piano Cassinella (1738 m) – Gorda di Sopra (1795 m) – Capanna Gorda (1800 m) – Alpe Gorda (1779 m) – Nàssera (1877 m).
Access to start point:Autostrada A2, uscita Biasca – Valle di Blenio – Olivone – Camperio / Piana (sulla strada del Passo del Lucomagno).
Accommodation:Capanna Gorda.
Maps:C.N.S. No. 1253 – Olivone - 1:25000; C.N.S. No. 266 S – Carta scialpinistica Valle Leventina - 1:50000

Il pericolo marcato di valanghe mi induce a scegliere una meta in zone storicamente non colpite dalle slavine: Gorda di Sopra, l’Alpe Gorda e i pascoli fino alle baite di Nàssera.

 

Inizio dell’escursione: ore 8.30

Fine dell’escursione: ore 13:20

Pressione atmosferica, ore 9.00: 1024 hPa

Temperatura alla partenza: 0,5°C

Isoterma di 0°C, ore 9.00: 1200 m

Temperatura al rientro: 8°C

Velocità media del vento: 0 km/h

Sorgere del sole: 8.05

Tramonto del sole: 16.59

 

Parto alle 8:30 da Camperio / Piana (1223 m), località a circa 6 km da Olivone, “Rivöi” nel dialetto della Valle di Blenio.

Superato il ponte sul Brenno del Lucomagno, risalgo la strada forestale, battuta dalle motoslitte. Dopo un’ora di tranquillo cammino sul versante settentrionale arrivo al pianoro Brüghéisc, a circa 1525 m di quota, esposto al sole, e dopo altri 20 minuti, alla località Sgianaresch (1528 m), dove mi immetto sul sentiero che sale da Pianezza.

A Piano Cassinella (1738 m) incontro gli unici due sciescursionisti impegnati su questo itinerario. Presso una croce di legno c’è il bivio: la stradina a sinistra porta a Gorda e alla capanna omonima; per la Punta di Larescia occorre salire in direzione ovest, superando ancora un dislivello di circa 460 m.

Io svolto a sinistra e continuo di fianco ad una traccia di ciaspole. Per l’ennesima volta mi soffermo a fotografare l’Oratorio di San Lorenzo, una candida chiesetta che sorge a valle delle baite dei Monti di Gorda (1795 m).

La Capanna Gorda (1800 m), collocata in posizione panoramicissima, permette di ammirare le alte vette del versante sinistro della valle: saranno almeno una dozzina i “tremila” visibili.

Il capannaro Valerio non c’è; il bel tavolone di legno inviterebbe ad una sosta, ma un vistoso cartello ricorda che è vietato fare il picnic! È un monito poco empatico, ancorché comprensibile.

Sul lato ovest del pascolo lo scenario non è meno attraente. Il paesaggio è dominato dal Pizzo Molare, in estate una delle montagne più frequentate del Ticino.

                                                 Alpe Gorda (1779 m)

A partire dall’Alpe Gorda (1779 m) il percorso diventa ondulato: devo superare dossi e vallette, fra larici e abeti sparsi. Mi spingo fino alle baite di Nàssera (1877 m), un alpeggio il cui toponimo mi incuriosisce molto. Sembrerebbe un nome di origine araba: “chi aiuta”, ma molto probabilmente si rifà ad un’antica voce bleniese.

Mi trovo sul “Sentiero Alto” della Valle di Blenio; continuando in direzione sud-ovest si arriverebbe all’altro rifugio di questo versante: la Capanna Piandios (1860 m).

Scio ormai da tre ore: decido di tornare sulla mia traccia tenendo le pelli fino ai Monti di Gorda, quindi scendo a valle seguendo lo stesso itinerario di salita.

 

Gita all’insegna dello sci escursionismo, nel senso letterale del termine. Paesaggi da fiaba, neve abbondante e temperatura mite mi hanno regalato cinque piacevoli ore nella solitudine dell’Alpe Gorda, lontano dal turismo invernale. L’itinerario è adatto anche ai racchettisti.

 

Tempo di salita: 3 h

Tempo totale: 4 h 50 min

Tempi parziali

Piana (1223 m) – Capanna Gorda (1800 m): 2 h 10 min

Capanna Gorda (1800 m) – Nàssera (1877 m): 50 min

Dislivello in salita: 705 m

Quota massima: 1908 m

Sviluppo complessivo: 15,0 km

Difficoltà: F

SLF: 3 (marcato)

Copertura della rete cellulare: Swisscom buona

Coordinate Alpe Gorda: 712'755 / 150'649

Libro di vetta: no.


Hike partners: siso


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Slideshow Open in a new window · Open in this window

WT2
WT2
WT2
15 Jan 12
Punta di Larescia / Cima Gorda - grande giornata · giorgio59m (Girovagando)
F
WT1
25 Feb 17
Capanna Gorda 1800 mt · turistalpi

Comments (8)


Post a comment

saimon says: Bravo !
Sent 13 January 2018, 18h47
Sempre un bel giro questo, potevi allungare fino al Nido ;)
a presto saluti
Saimon

siso Pro says: RE:Bravo !
Sent 13 January 2018, 18h54
Ciao Saimon,
il Pilone l'ho già raggiunto, desideravo proprio visitare l'Alpe Gorda e Nàssera, dal nome che mi incuriosisce molto.
A prest,
siso.

Sent 13 January 2018, 20h09
Ciao Siso, bellissime foto e report come al solito! Da quello che so Valerio non è più il capannat....l'anno scorso ho parlato con i nuovi gestori mi pare di Mendrisio....Una domanda: non c'era alcuna traccia di ciaspole o motoslitte per la punta di Larescia? Ciao
Enrico

siso Pro says: RE:
Sent 13 January 2018, 20h18
Ciao Enrico,
grazie per l'informazione.
Al bivio di Piano Cassinella (1738 m) ho incontrato due sciatori che salivano al Pilone su una traccia già battuta. Inoltre, ho visto una traccia di ciaspole che parte dall'Alpe Gorda, presumibilmente verso il baitino.
Ho visto una sola motoslitta, ma non credo che si sia spinta fino alla Punta di Larescia.
A presto Enrico, buon 2018 ricco di escursioni!
siso

Daniele66 says:
Sent 13 January 2018, 20h43
Bella zona ....Molto belle anche le foto....Come sempre complimenti...Daniele66

siso Pro says: RE:
Sent 13 January 2018, 20h55
Grazie Daniele!
Nel frattempo il pericolo di valanghe è sceso al grado 2. La prossima volta potremo spingerci verso vette più importanti...
Ciao,
siso.

Poncione says:
Sent 13 January 2018, 21h39
Zona sempre stupenda, specie col bel manto bianco...

siso Pro says: RE:
Sent 13 January 2018, 21h43
Ciao Emiliano!
Sono pienamente d'accordo: apprezzo la montagna in tutte le stagioni, ma con la neve e il sole assume un fascino ineguagliabile.


Post a comment»