Møysalen (Isola di Hinnøya)


Publiziert von Poge Pro , 13. September 2018 um 19:23.

Region: Welt » Norwegen
Tour Datum:14 August 2018
Wandern Schwierigkeit: T4 - Alpinwandern
Klettern Schwierigkeit: II (UIAA-Skala)
Wegpunkte:
Aufstieg: 1650 m
Strecke:28,6 km a/r
Zufahrt zum Ausgangspunkt:Kaljord (Norvegia).

Ci rendiamo conto solo stamattina che ieri abbiamo lasciato le Isole Lofoten vere e proprie e nei prossimi giorni viaggeremo su altrettante isole che a livello geografico non appartengono alle Lofoten, ma il tipo di paesaggio e ambiente non cambierà di molto.

Stamane prima di partire dobbiamo attendere le 10, l'orario di apertura del piccolo market in cui possiamo far colazione e comprare il necessario per pranzo e cena ... ma tanto c'è luce fino a tardi ... problemi non ce ne sono ... l'orario a volte è solo una questione mentale. E' quindi più verso l'ora di pranzo che ci muoviamo per andare all'inizio del sentiero, superando i primi chilometri con le nostre bici per poi legarle ad un albero ed iniziare a camminare.

La prima parte del percorso si svolge su un sentiero che percorre il bordo del lungo Lonkanfjorden ... molto lungo! Fortunatamente il sentiero è abbastanza scorrevole e i tratti fangosi non sono molti, procediamo bene gustandoci la natura intorno a noi che oggi si manifesterà in un paio di sorprendenti incontri: il primo con due alci, una mamma con il cucciolo, che riusciamo a fotografare di sfuggita mentre il secondo invece è ancora più incredibile, a pochi metri da noi, nel mare, spunta improvvisamente una piccola orca, tanto vicina che riusciamo a sentirne il "respiro", mentre espelle l'acqua dallo sfiatatoio ... magico!

Emozionati per questi incontri procediamo con più interesse lungo questo tratto di percorso, che ci porta inizialmente in fondo al fiordo per poi entrare all'interno della valle ancora con un andamento pianeggiante: dalla partenza abbiamo percorso più di 10 km e ora siamo solo a quota 80 metri sul livello del mare ... anche se poi tra i brevi su e giù abbiamo fatto anche del dislivello ... insomma non il genere di percorso a cui siamo abituati.

Però vediamo che ora guadagneremo quota in fretta, di fronte si prospetta la ripida salita che ci porterà al passo di Memuruskaret, ottimo balcone sul fiordo e sull'ambiente circostante. Seguiamo i vari ometti che ci permettono di trovare subito la giusta direzione senza vagare a zonzo. Dopo una breve discesina e un'altra salita ci troviamo di fronte quasi di colpo alla conca del ghiacciaio di Fonnisen a quota 750 che mantiene il suo fascino nonostante le nuvole che stazionano poco sopra.

Superata una pietraia e un traverso giungiamo ad un colletto, dove Manuela preferisce fermarsi mentre io proseguo lungo la parte un po' più "alpinistica" dell'escursione. Ora infatti bisogna superare alcuni brevi passaggi su roccette in cui usare le mani (oggi un po' umidi) con difficoltà tra il I e il II grado (uno anche attrezzato con catena) fino a transitare dal "plateau" che in una giornata più luminosa dovrebbe essere un posto magnifico. Un gradino roccioso dove bisogna prestare particolare attenzione, permette di metter piede sulla dorsale innevata, fortunatamente di neve morbida (non ho certo con me i ramponi) che conduce a pochi metri dalla vetta. Con un ultimo tratto tra roccette e terriccio riesco a toccare la cima del Møysalen ... purtroppo completamente avvolta dalle nubi. Un vero peccato perchè da qui il panorama sarebbe sensazionale, equivalendo grossomodo ad un nostro 3000.

Ritornato sui miei passi ritrovo Manuela sul balcone a bordo del ghiacciaio e da li insieme continuiamo la discesa. Non ci vorrà molto per giungere alla quota di "80 metri sul livello del mare", sarà invece molto lungo il rientro alle nostre bici anche se l'atmosfera da tramonto renderà comunque suggestivo il paesaggio.

Tourengänger: Poge


Minimap
0Km
Klicke um zu zeichnen. Klicke auf den letzten Punkt um das Zeichnen zu beenden

Galerie


Slideshow In einem neuen Fenster öffnen · Im gleichen Fenster öffnen


Kommentar hinzufügen»