Cima di Garina (2780 m) da Pradasca


Published by peter86 , 23 August 2015, 15h34.

Region: World » Switzerland » Tessin » Bellinzonese
Date of the hike:21 August 2015
Hiking grading: T3 - Difficult Mountain hike
Waypoints:
Geo-Tags: CH-GR   CH-TI   Gruppo Scopi 
Time: 4:30
Height gain: 1070 m 3510 ft.
Height loss: 1070 m 3510 ft.
Route:Pradasca - Capanna Bovarina - Lago Retico - cimetta q.2595 m - Cima di Garina- discesa per lo stesso percorso
Access to start point:A2 uscita Biasca, seguire per il Passo del Lucomagno fino ad Olivone, dove si svolta a destra per Campo Blenio. A Campo Blenio entrare in paese e seguire la stretta ma comoda stradina per Pradasca (non ci sono indicazioni ma è impossibile sbagliare, il paese è davvero microscopico). Poco prima di Pradasca la strada si biforca, tenere la destra ed in pochi metri si raggiunge l'ampio parcheggio.

All'ultimo decido di portare Mattia al mare per il weekend, partendo oggi pomeriggio, dunque mi resta mezza giornata a disposizione per questa escursione. Inizialmente cerco qualcosa di non lontano da casa, ma alla fine decido di fare comunque ciò che avevo in mente, la Cima di Garina
Una di quelle escursioni che da anni era nella lista dei desideri, soprattutto per la curiosità di vedere il famoso Lago Retico.

Sveglia alle 4.45 (d'altronde devo essere di rientro a Milano per le 15), alle 7.20 sono già pronto a partire dal parcheggio di Pradasca, sotto un bellissimo cielo azzurro e con una temperatura frizzante di 7°C.
Seguendo le chiare indicazioni delle paline, attraverso il ponticello e prendo il sentiero nel bosco che, dapprima perde qualche metro di quota, quindi svolta a sinistra e in decisa salita nel bosco mi conduce alla Capanna Bovarina (0 h 20).
Dopo la Capanna il sentiero spiana, percorrendo un breve traverso fino a raggiungere la valletta di un torrente, che si costeggia per qualche minuto in falsopiano.
Quindi si guada il corso d'acqua e ci si sposta sulla destra, sempre seguendo i numerosi segnavia.
Il sentiero sale inizialmente in modo piuttosto dolce, compiendo una lunga diagonale, quindi nell'ultimo tratto prima del lago si fa più ripido e salendo con frequenti svolte porta alla bellissima conca del Lago Retico (1 h 25), preceduto da un altro più piccolo ma comunque bellissimo specchio d'acqua.
Scatto qualche foto al lago e proseguo, sempre seguendo i segnavia, costeggiando le sponde del lago verso destra e puntando all'evidente dorsale che so di dover risalire.

Raggiungo quindi il bivio (la palina è crollata, i cartelli al momento sono poggiati a terra) dove proseguo dritto sul sentiero verso la Capanna Scaletta.
Questo sentiero, che so essere chiamato anche "Sentiero degli Stambecchi", su alcune carte non è segnato, ma in loco è ben indicato e ottimamente marcato.
Ai segnavia bianco-rossi si sovrappongono ben presto altri segni bianco-blu, evidentemente è stata rivista la difficoltà di questo sentiero.
Il tratto da me percorso, fino alla cimetta quotata 2595m è comunque molto semplice e si svolge su ampia e poco ripida dorsale (difficoltà T2).
Raggiunta questa cimetta, abbandono il sentiero per la Capanna Scaletta e svolto a sinistra, percorrendo liberamente l'ampio crinale tra erba e massi verso la mia meta, ormai molto vicina.
Le uniche difficoltà di tutta la gita sono racchiuse negli ultimi 80-90 metri circa di dislivello, da risalire su pendio erboso ripidissimo (T3+, attenzione soprattutto in discesa).
Raggiunta la Cima di Garina (2 h 20), sosto in vetta circa 15 minuti quindi, infreddolito dal gelido venticello, riparto percorrendo con estrema cautela il tratto ripidissimo.
In discesa seguo esattamente il percorso di salita, prendendomela ora molto comoda visto che sono in netto anticipo rispetto al timing prefissato
Nel punto dove si guada il torrente prima della Capanna Bovarina mi concedo anche 10 minuti di rigenerante pausa pediluvio. Quindi, soddisfattissimo della stupenda mattinata, rientro alla macchina alle 12.20, dopo circa 4h30 di camminata effettiva, pronto per tornare a Milano e ripartire per la Liguria insieme a Mattia!

Escursione molto bella, il Lago Retico è un vero gioiello ed anche la Cima di Garina regala un bellissimo panorama. La difficoltà T3 è dovuta agli ultimi ripidissimi metri prima della cima, altrimenti fino alla breve rampa finale è tutto T2.

Hike partners: peter86


Minimap
0Km
Click to draw, click on the last point to end drawing

Gallery


Open in a new window · Open in this window


Comments (2)


Post a comment

Max64 says:
Sent 24 August 2015, 08h37
Bella Pietro,stavolta lo spunto per un eventuale gita
da fare con Barbara me l'hai dato tu.
Comply,ciao Max

peter86 says: RE:
Sent 24 August 2015, 15h53
Grazie Max. Chissà che bel bagno si farebbe Barbara nel Lago Retico (magari in una giornata senza vento gelido!). Gita consigliatissima comunque!
Ciao
Pietro


Post a comment»